Extra – The New Man In Charge

Episodio: Epilogo – Extra DVD Stagione 6
Titolo originale: New Man in Charge
Sceneggiatura: Melinda Hsu Taylor, Graham Roland, Jim Galasso
Regia: Paul Edwards

the new man in charge

Episodio di 12 minuti che conclude e risponde ai quesiti rimasti irrisolti.

Penisola di Orote in Guam

Hector e Glenn sono due addetti al carico e scarico delle merci, indossano una divisa della Dharma e lavorano alacremente perché occorre etichettare e ultimare una spedizione al più presto, dato che come uno dei due specifica, devono utilizzare una “finestra di lancio”.

Ufficio Centrale

L’arrivo di Ben interrompe il lavoro dei due operai che si stupiscono che sia riuscito ad entrare indisturbato nel magazzino.

Ben si presenta e dice che ora c’è una “persona nuova” in carica, a lui è stato dato l’incarico di liquidarli e che in realtà l’attività è chiusa da 20 anni.

Abbiamo ormai imparato a conoscere Benjamin Linus, questa frase non quadra completamente, quindi si intuisce già mezza bugia e mezza verità. Infatti Hector e Glenn non gli credono visto che è proprio da 20 anni che caricano scatole e le spediscono servendosi di droni. (2.17 – Chiusura – Lockdown) – (2.18 – Dave)

La Dharma non esiste più e il messaggio che veniva loro inviato prima di ogni consegna, partiva in automatico da Los Angeles, dalla stazione “Lampione”. Ben consegna loro una bella somma a titolo di liquidazione e dice che possono ritenersi liberi di andarsene, ma giustamente i due reclamano il loro diritto ad “avere delle risposte”.

Gentile concessione

Ben concede solo una domanda a testa, il primo è Glenn che vuole sapere dove andavano tutte quelle scatole con il cibo che loro hanno spedito per tutto quel tempo. La risposta è  che mandavano tutto su un’isola, ancora una volta Glenn non gli crede perché ad ogni spedizione loro avevano coordinate diverse, come potrebbe un’isola spostarsi?

Purtroppo (per noi) a Glenn non sono concesse altre domande, ma, è arrivato il momento di Hector, il quale deduce che comunque stanno parlando di un’isola che si trova ai tropici, lui si chiede per quale strana ragione spedivano alimenti per Orsi Polari.

Ben a quel punto (meno male) si comporta in modo magnanimo, toglie dei dischetti da un raccoglitore e mostra un filmato legato al progetto Dharma, che sarà chiarificatore.

C’è un narratore che si presenta ed è il dottor Pierre Chang e inizia a illustrare lo scopo delle diverse stazioni del progetto Dharma, chiede per ragioni di sicurezza che il suo nome non venga divulgato perché si vedrebbe costretto a utilizzare un alias per il futuro.

Hydra

Questa è la prima stazione, qui gli scienziati eseguono esperimenti genetici sugli animali (questo ci spiega parecchie cose) mammiferi, conigli, pesci, diverse specie di animali sono state studiate. Una volta finiti gli esperimenti gli animali vengono lasciati andare.
Kate ha visto un cavallo, un grande uccello volando sulla testa di Hurley lo ha chiamato per nome e  Sawyer ha visto un cinghiale, una rana e i conigli non sono mai mancati.

Gli Orsi Polari vengono prescelti per gli esperimenti perché dotati di grande capacità di adattamento. Occuparsi di questi animali, comporta dei rischi, infatti nel filmato si vede una persona senza un braccio (questo spiega una delle nostre passate curiosità). Intorno al collo degli orsi veniva posto un collare che serviva da dispositivo di sicurezza (4.02 – Morte accertata – Confirmed dead)

Stazione Orchidea

Dopo avere messo il collare agli orsi, questi vengono portati alla Stazione Orchidea, dove sono stati riscontrati grossi problemi per le femmine gravide, dovuti agli elevatissimi livelli di elettromagnetismo, anche questa è una risposta che aspettavamo. (3.01 – Storia di due città – A tale of two cities – 3.07 – Non a Portland – Not in Portland)

Il dottor Chang non offre altre spiegazioni riguardo la stazione dell’Orchidea, ma spiega che anche sull’animale più pericoloso, cioè sull’uomo, venivano eseguiti dei test che erano utili per capire il comportamento di un singolo o di una collettività. Dopo i test, i ricercatori passavano a dei “trattamenti particolari” e con queste parole si dirige verso la stanza 23.

La stanza 23

Anche i nativi dell’isola, chiamati “Ostili” venivano usati per fare esperimenti, essendo senza controllo gli scienziati della Dharma ignoravano qualsiasi regola etica. Per sua stessa ammissione il dottor Chang dice che si facevano esperimenti “estremi”. I malcapitati subivano trattamenti al cervello, lo scopo era quello di condizionare le loro menti. Agli “Ostili” veniva procurata una amnesia e poi si procedeva inculcando l’amore per Jacob, che  loro consideravano una divinità alla quale era dovuta obbedienza totale. (3.07 – Non a Portland – Not in Portland, 6.15 – Al di là del mare – Across the sea, spiegano molte cose). Il dottor Chang, evidentemente consapevole della crudeltà delle azioni della Dharma, concludeva raccomandando di non parlare con gli altri e di non rivelare la vera natura dei loro esperimenti.

“Namaste”

La seconda scena di questo mini filmato ci porta in un ambiente che ormai è diventato famigliare.

Istituto di Igiene Mentale Santa Rosa – California

Walt è ricoverato con il nome di Keith Johnson, Ben va a trovarlo dicendo che lo ha mandato un suo amico, ma il ragazzo gioca a forza quattro, non alza neanche lo sguardo e ribatte che lui non ha amici. (4.08 – Vi presento Kevin Johnson – Meet Kevin Johnson)

Quello che è fatto è fatto (il passato non si cambia)

Walt si ricorda di essere stato rapito, Ben per questo gli chiede scusa, dice che purtroppo non può cambiare il passato, però può  assumersi le sue responsabilità. Poi Ben usa parole molto comprensive, lui sa come affascinare le persone, e dice a Walt che si rende conto che deve essere stato molto difficile fingere di essere una persona che non è.

Sei speciale

“Walt tu sei speciale” dice Ben e continua asserendo che lui è importante, ha del lavoro da fare, a cominciare dal fatto che può dare un aiuto a suo padre. Anche se Michael è morto non significa che Walt non possa aiutarlo: “vieni con noi…” e naturalmente, lo convince.

Tornare a casa

Una volta fuori dall’istituto Santa Rosa, trovano un furgone che li aspetta, un furgone molto simile a quello che abbiamo visto sull’isola e seduto sui sedili posteriori c’è Hurley.
Walt è felicissimo di vedere il suo amico, era disperato si sentiva solo, sperava tanto che qualcuno arrivasse a prenderlo, e poi gli dicevano che era matto. (Sull’isola Sawyer dice a Hurley che è matto)

Devi tornare

Non sei matto dice Hurley a Walt, devi tornare sull’isola perché quello è sempre stato il tuo posto, devo parlarti di un lavoro! (6.09 Jacob offre un lavoro a Richard Alpert). Queste sono le ultime parole, il furgoncino riparte e Ben è soddisfatto.

Ben ha mentito ancora, lui sa come tornare all’isola, magari dopo Hector e Glenn troverà altri due operai e riprenderà a spedire gli alimenti sull’isola, e prima o poi la storia avrà un nuovo inizio.

Speculazioni e riflessioni restano sempre aperte, per amore di Lost e dei suoi misteri, possiamo continuare a chiederci chi prenderà il posto di Widmore, forse Eloise? Hurley sarà il nuovo Jacob e Walt il nuovo Alpert…? Insomma, gli elementi ci sono tutti, scatenate la fantasia e le vostre teorie.

Commenti e considerazioni

Questi brevi 12 minuti, hanno dato parecchie risposte, possiamo cominciare parlando della località dalla quale venivano spediti i cibi in scatola con il marchio Dharma.

Arcipelago delle Marianne

Guam è il luogo dove era situato il magazzino di spedizione della Dharma. Si tratta di una località che è punto di appoggio per navi che fanno rotta tra America e Filippine.
Guam, con il grande aeroporto di Orote, è sede di un’importante base aerea degli Stati Uniti, riceve molto denaro dall’erario americano, al quale però non versa tasse, per questo attira imprenditori ed investitori. (è un paradiso fiscale)

I filmati ci introducono alla “Mitologia” di Lost, questo termine utilizzato dagli autori, include tutta la serie dei misteriosi fenomeni che avvengono sull’isola.

Il collegamento al gioco di Lost Experience è necessario e serve per capire meglio il senso di Lost.

Pierre Chang è un Dottore ricercatore della Dharma, lo abbiamo conosciuto anche con il nome di Marvin Candle (video di orientamento del Cigno e della Freccia) con il nome di Dr. Mark Wickmund (video di orientamento della Perla) e per finire con il nome di Dr. Edgar Halliwax  (video di Orientamento)
Il progetto Dharma porta avanti studi che devono restare segreti, e se qualcuno viola la segretezza Chang si troverà costretto a cambiare nome, e con questo ora abbiamo capito perché lui ha dovuto cambiare nome più volte…e abbiamo anche capito che gli studi che compie non sono etici.

DHARMA è l’acronimo di Department of Heuristics And Research on Material Applications, è un progetto scientifico che è stato finanziato dalla Fondazione Hanso. Tutti i chiarimenti relativi a questa fondazione e al suo fondatore sono stati diffusi attraverso il gioco di The Lost Espericence.

The Better Tomorrow

In breve si può dire che lo scopo del Progetto Dharma era quello di dare all’umanità un mondo migliore. Per l’esattezza, questo era lo slogan: “Better Tomorrow” ma poi, con le sue ricerche spericolate, questo progetto ha messo addirittura l’umanità a rischio di estinzione.

Il fondatore del progetto, Halvar Hanso era un uomo buono, il suo braccio destro era una persona senza scrupoli che lo ha estromesso trasformando anche la fondazione Dharma in qualche cosa di spaventoso.

Il Dualismo entra di prepotenza nella trama di Lost, dove tutte le vicende presentano una visione speculare, non solo il bene e il male ma anche la ragione e il sentimento, la scienza e la fede, ogni cosa ha in suo contrario. Lo scontro fra i Losties e gli “Altri” evidenzia molto bene questo concetto.

Salvare il mondo

I numeri  4, 8, 15, 16, 2342,  in un filmato Halvar Hanso spiega che i numeri rappresentano i fattori della equazione di Valenzetti che predice l’estinzione del genere umano.
Vera o falsa che fosse l’imminente fine del mondo è sicuramente qualche cosa che fa paura, e  sull’isola i Losties si convincono che l’inserimento in sequenza di quei numeri in un computer serva a salvare il mondo.

Proprietà dell’isola

Il forte campo elettromagnetico attorno all’isola la rende un luogo speciale, questo non significa che sia un luogo meraviglioso, potrebbe esserlo ma non lo è, infatti esiste un aspetto positivo e uno negativo. Cominciamo dalla storia di Desmond che è stato un personaggio chiave di questa serie.

Experience

La barriera elettromagnetica che circonda l’isola la rende invisibile al resto del mondo e modifica  le leggi della fisica, purtroppo chi la attraversa subisce gravi effetti collaterali.
Desmond nell’episodio 4.05 – La costante – The constant quando lascia l’isola attraversa la barriera elettromagnetica, vive una “esperienza” di dislocamento temporale della mente (non del corpo) che comunque, proprio come un viaggio nel tempo, può cambiare gli eventi.

Effetti collaterali

Chi vive una “esperienza” rischia di morire se non trova una “costante”, infatti è necessario avere una persona da amare, una ragione di vita, che diventi il punto fermo tra il presente e il passato o il futuro, altrimenti si è perduti. (LOST ci ha abituati alle metafore)

Don’t mistake coincidence for fate(lo dice Eko a Locke nell’episodio 2.09 – Storia di Kate – What Kate did)

Daniel Faraday è lui che scopre l’importanza della “Costante”, muore sull’isola ucciso da sua madre. Se i viaggi nel tempo possono cambiare le cose, se c’è qualcuno che è pronto a tutto per favorire questi studi è proprio Eloise, la compagna di Widmore, lei pagherebbe qualsiasi cosa per evitare quella terribile coincidenza che l’ha portata ad uccidere suo figlio.

Desmond può cambiare gli eventi

Desmond: la storia non è semplice poiché è una catena di eventi che viene messa in moto da Ben. Locke si convince che non serve premere il pulsante, e quando smette di farlo crea il “collasso di sistema”. Desmond prende la chiave per arginare le radiazioni elettromagnetiche ed è pronto a morire. Dopo questo fatto la stazione del Cigno implode, ma Desmond non muore e diventa una “persona speciale”, infatti riuscirà a farsi dare il numero di telefono da Penny…grazie a questo i suoi amici si salveranno…..ma “They are not supposed….”.

Widmore

Locke si convince che deve rimettere a posto le cose, e cerca in tutti i modi di convincere i suoi amici a tornare sull’isola. (5.07 – Vita e morte di Jeremy Bentham – The Life and Death of J. B.)

Stazione Lo specchio

Mentre il resto del mondo non può “vedere” l’isola, perché riparata dal campo magnetico, sappiamo che gli “Altri”, attraverso una stazione chiamata “Lo specchio”, trasmettono un segnale che consente di andare e tornare dall’isola, dove il tempo è allineato al resto del mondo.

Il Lampione, è una stazione situata a Los Angeles, ha lo scopo di  non perdere mai la posizione dell’isola ed è in grado di sfruttare “finestre temporali” per raggiungerla.

Guarigioni miracolose

L’isola è in grado di curare malattie incurabili (come  nel caso di Locke) e anche le peggiori ferite si rimarginano molto velocemente, infatti Mikhail Bakunin e Naomi si sono ripresi molto in fretta.
Jin ha avuto un effetto benefico perché è guarito dalla sua infertilità. (Juliet ha detto che sull’isola gli uomini sono molto più fecondi)

L’isola per molti è stato luogo di sofferenza e anche di morte

Questo posto è la morte

Ben si è ammalato gravemente, Boone è morto in seguito a ferite gravi. Le donne a causa dell’eccessiva esposizione al forte campo elettromagnetico non riescono a portare a termine la gravidanza e muoiono.

La Rousseau decide di uccidere Robert, il suo grande amore, perché si era convinta che fosse stato colpito da una terribile malattia. In realtà il suo team è stato ucciso dal “sistema difensivo” dell’isola, ovvero il mostro di fumo nero, che altro non era che uno dei tanti congegni studiati dalla Dharma, e Ben era in grado di comandarlo..

Qualcuno era riuscito a convincere anche Desmond che sull’isola ci fosse il pericolo di ammalarsi, infatti usava un vaccino tutti i giorni. Claire sull’isola ha perso la ragione.

Richard Alpert ha predetto a Locke che sarebbe morto per riportare sull’isola i suoi amici. E’ un sacrificio che Locke deve compiere e lui accetta. (5.05 – Questo posto è la morte – This place is death)

La Statua (la grande Madre)

La prima divinità dell’isola era “Mother” la grande progenitrice, colei che  rappresenta la divinità primordiale presente in tutte le mitologie conosciute. Anche la nascita dei gemelli è un elemento comune e ricorrente in molte culture.

Nell’episodio 6.15 – Al di là del mare – Across the sea “Madre” viene presentata come colei che decide come proteggere l’isola e i suoi figli dal male. Questa donna può essere amorevole o temibile, infatti come madre natura nutre e distrugge incessantemente per necessità.

Jacob, dopo la morte di sua madre e poi di suo fratello, si sente disperatamente solo, si ribella e inventa un gioco con nuove regole, ispirato dal gioco del Senet. Decide di contendersi le anime delle persone, giocando contro MIB che è il suo rivale. Le persone sono usate come pedine, in pratica tutti quelli che arrivano sull’isola potranno “godere” del libero arbitrio.

La Ruota

Jacob porta le persone sull’isola perché ciclicamente avviene la sostituzione del ruolo di custodi dell’isola, F-Locke ne parla con Sawyer e gli dice che può scegliere e che ci sono tre opzioni: non fare nulla, restare o andare… . (6.01 – LA X)

Ma chi arriva sull’isola non deve più andarsene, non c’è modo di lasciarla, e Mib ha un piano per installare la Ruota, vuole allargare la breccia della Luce della Vita e lasciare l’isola. Dunque l’origine della Ruota è antica come la notte dei tempi, stiamo parlando della stessa ruota congelata che Ben ha girato per spostare l’isola, e le luci accecanti che filtravano attraverso le fessure erano la Luce della Vita.

Nuove Regole

Quando le persone arrivano sull’isola il gioco comincia. C’è chi vuole restare e chi se ne vuole andare, per convincere le pedine a stare dalla loro parte i due fratelli adottano modi diversi.
Le persone non possono suicidarsi, non possono essere uccise né da Jacob né da suo fratello MIB, ma ognuno di loro è chiamato a compiere una scelta diventando l’artefice del proprio destino.
I Losties sono come pedine, e hanno bisogno non solo di intelligenza ma anche di fortuna altrimenti si muore.

Ascesi o utilitarismo

Jacob offre la possibilità di trovare se stessi (la luce) attraverso il sacrificio e la sofferenza, mentre suo fratello MIB offre “uno scambio”,  purtroppo con lui si fanno “cattivi baratti” perché in cambio chiede di rinunciare alla propria coscienza.

Si potrebbero fare infiniti esempi. Il piccolo Ben sull’isola rivede sua madre e questo lo spingerà ad aiutare Richard Alpert mettendo in atto il programma di sterminio della Dharma.
A Locke viene ordinato di uccidere suo padre se vuole accedere ai misteri dell’isola. Lui vuole farlo ma non ne ha il coraggio, e così fa del male a Sawyer spingendolo a commettere un omicidio. In seguito Locke mente e porta il cadavere di suo padre agli “Altri” come dimostrazione di ubbidienza. (3.19 – Il brigantino – The brig)

A Michael viene chiesto di tradire i suoi amici per riavere suo figlio. (2.20 – Due per la strada – Two for the road)

Con Desmond, Widmore parla di “sacrificio” (parla come Jacob…ma forse non lo è) e sostiene che se non accetta di sacrificarsi, tutti quelli che non sono sull’isola, compresa Penny e il suo piccolo Charlie, cesserebbero di esistere. (6.11 – E vissero felici e contenti – Happily Ever After)

Sull’isola Locke ha incontrato sicuramente sia Jacob che Mib. Una volta ha visto l’isola negli occhi e ha avuto paura, l’altra volta ha visto una cosa bellissima e ha ripreso a camminare…poi  in cambio sarà costretto a morire per convincere i suoi amici a ritornare. (4.09 – Cambio delle regole – The shape of things to come) – (5.07 – Vita e morte di Jeremy Bentham – The Life and Death of J. B.)

Bianco e Nero

Anche Charlie sceglie di morire per salvare Claire e i suoi amici, adesso possiamo provare a ricordare tutte le volte che i protagonisti sono stati “necessitati” nelle loro azioni e cercare di capire da quale lato sono stati. Spesso le risposte saranno sorprendenti e talvolta non coerenti, a dimostrazione di quanto sia difficile fare la cosa giusta.

Fumo nero – marchingegno meccanico

C’è il fumo nero, prodotto da una stazione Dharma che può essere usato, come dice la Rousseau, come sistema difensivo dell’isola. Ben lo usava per spaventare “Gli Ostili”e di certo lo ha usato quando ha ucciso i mercenari della Kahana.

Sulla Mappa che Locke vede nell’episodio 2.17 – Chiusura – Lockdown, il fumo nero viene chiamato “Cerbero”  il mostro a tre teste messo a guardia degli inferi. E’ un altro archetipo come quello della Grande Madre e uno dei tanti riferimenti alla mitologia Greca.

Il fumo nero può essere anche una manifestazione di Mib, che lo dice con le sue parole:

“Io sono il fumo nero, il Diavolo (ovviamente per lui è Jacob) mi ha tradito. Mi ha portato via il mio corpo. La mia umanità”.

Uomo Nero, Nemesi, Blackman, Man In Black, sono stati usati tanti modi per definire quello che è “il lato oscuro” di Jacob che ha bisogno del corpo di qualcuno che è morto per parlare e relazionarsi con le altre persone. (Si serve di Locke)

Life Extension Project

Tutto in Lost può avere una doppia spiegazione, una scientifica e una mitologica o fideistica. L’eterna giovinezza di Richard Alpert potrebbe essere il risultato degli studi della Dharma. Si calcolava infatti che Halvar Hanso, il fondatore della Dharma, si era lui stesso sottoposto all’esperimento di allungamento della vita, e fosse ancora vivo all’età di 108 anni.

Un’altra spiegazione viene data dall’episodio (6.09 – Ab Aeterno), “da tempo immemorabile”.

Il tocco di Jacob

Quando Richard Alpert arriva sull’isola resta solo incatenato sul galeone. C’è un momento in cui è disperato, incontra Jacob per la prima volta e esprime un desiderio: vuole rivedere sua moglie;  vuole essere assolto dai suoi peccati e Jacob risponde che non può accontentarlo, allora lui dice:

non voglio morire, non voglio morire, voglio vivere per sempre.”

E viene accontentato…e qui scatta un dubbio legittimo, siamo sicuri che stia facendo un patto con Jacob?! Probabilmente no….

Ti offro un lavoro

La prima volta che Richard Alpert incontra Jacob, l’uomo vestito di bianco, gli parla e gli offre un lavoro. (come fa Hurley con Walt, in questo breve filmato di 12 minuti)

tu potresti essere il mio rappresentante, un intermediario fra me e le persone che porto sull’isola”.

E infatti Richard Alpert porterà le persone sull’isola, ma anche Jacob ha portato le persone sull’isola. Dunque Alpert aiuta Man in Black? Le due parti della stessa medaglia si confondono continuamente.

“Liberamioci a vicenda”

Nell’episodio (6.09 – Ab Aeterno) MIB è pronto a liberare Richard Alpert che non desidera altro, per questo propone di stringere un patto e così finalmente lo libera dalle catene e dice: “E’ bello vederti senza quelle catene”, sono esattamente le stesse parole che dice F-locke dopo più di 100 anni e che permettono a Richard di riconoscerlo.
Jacob muore, Alpert muore e parla di catene, anche in questo caso la lettura può essere duplice, di quali catene parla? Quelle del vascello oppure di quelle metaforiche che gli hanno regalato l’eterna giovinezza?

Nuovo Jacob

Madre è stata in grado di rendere immortale Jacob, beve il vino e non invecchia mai.  Jack nell’episodio 6.17 – La fine – The End offre dell’acqua a Hurley e gli dice

“Ora tu sei come me”

La fine di un ciclo, arriva sempre è inevitabile, ed è arrivato anche il momento della fine di Jacob, con lui quella di suo fratello e poi quella di Alpert che si è liberato dalle catene…ma ora ci sarà un nuovo inizio, perché dopo il buio segue sempre la luce!

Anche i simboli hanno una grande valenza in Lost, inoltre tutto può avere una doppia lettura.
La ruota simboleggia l’inevitabilità del destino ma anche il progresso.
La Luce intensa per molti è la materia esotica…per altri è un simbolo di equilibrio esteriore ed interiore della coscienza.
La ruota è il simbolo del progresso per eccellenza ma è anche il simbolo dell’inevitabilità del destino.

Curiosità

Claudia, la vera madre dei due gemelli Jacob e Mib, indossa un vestito rosso.
Sono visibili i fiori rossi accanto all’apertura che conduce alla “Luce della Vita”, così come in occasione di alcune apparizioni abbiamo visto la presenza dei fiori rossi.
Vicino a Eko (3.05 – Il prezzo della vita – The cost of living) e in Dave (2.18 – Dave)
I fiori rossi crescono solo nei pressi della stazione Orchidea.

Lo dice Ben a Locke nell’episodio (4.12 – Casa dolce casa – There’s no place like home, part 1)

“Entrerai dentro la serra attraverso quel buco laggiù. Una volta dentro gira a sinistra. Continua per 20 passi fino ad una serie di anturie alla tua sinistra, sono in una stanzetta che da verso la parete nord. Guardando la parete allunga la mano in basso a sinistra, troverai un interruttore che attiva l’ascensore. L’ascensore ti porta giù nella vera stazione Orchidea”.

Questa stazione della Dharma in apparenza si occupa di Botanica, in realtà studiava i Viaggio nel tempo. Il filmato dell’Orchidea spiegava di come l’effetto Casimir fosse uno stabilizzatore di wormhole. In questa stazione c’è una cella adibita agli esperimenti sulla traslazione temporale che essendo costruita in prossimità di una sacca, di quella che pensano essere materia esotica carica negativamente, può spostare un soggetto. Gli esperimenti dell’Orchidea possono funzionare ma spesso portano a risultati imprevisti. (4.13 – Casa dolce casa – There’s no place like home)

Filosofia

Locke: Il filosofo descrive la mente umana, dalla sua nascita, come una tabula rasa (anche se non usa esattamente queste parole) riempita in seguito attraverso le esperienze.
Questo pensiero è molto simile a quello di “Madre” che ha imparato che tutte le persone nascono “senza colpa” ma poi crescendo cambiano e diventano “avide, manipolatrici, inaffidabili ed egoiste”.

“Vengono. Si battono. Distruggono. Corrompono. Finisce sempre così”.

Questa è la stessa frase che dice Mib a Jacob nella scena iniziale del finale della stagione 5 ” The Incident”. (5.16 – L’incidente – The Incident)

Madre dice al fratello di Jacob che lui è “speciale”, anche Charlie anche Desmond, Locke, Juliet e Walt sono considerati “speciali”.

Strane apparizioni e sussurri…

Hugo e Miles potevano parlare con i fantasmi, le apparizioni dei fantasmi a quanto pare a volte sono volute da Mib ma a volte anche da Jacob, questo spiega le visioni e i sussurri che abbiamo sentito spesso sull’isola.

“unable to move on”

Hugo e Miles possono aiutare le persone come Michael ad andare avanti. Probabilmente anche Walt può avere queste doti, è apparso infatti diverse volte ai Losties anche quando non era sull’isola. Lo ha visto Locke ma anche Shannon.

Autrice: Katrina

Rispondi