4.13-4.14 – Casa dolce casa – There’s no place like home (part 2 e 3)

Episodio: 4×13-14
Titolo Originale: “There’s no place like home”
Sceneggiatura: Damon Lindelof e Carlton Cuse
Regia: Jack Bender
Episodio dedicato agli Oceanic 6

100° giorno dei Losties sull’Isola – 30.12.04

Ben si fa catturare e lo portano all’elicottero, qui arriva Kate runnnnnnnnn dicendo che è in fuga dalla gente di Ben, facendo così andare in avanscoperta i bulli di Keamy, infatti ognuno ottiene ciò che si merita Sayid è di nuovo in azione come macchina per uccidere contro Keamy ma viene “finito” da Richard… forse

Ben ringrazia educatamente il suo compagno d’infanzia e chiede cortesemente a Kate di tagliargli le corde ai polsi come ricompensa possono andarsene dall’isola lei e Sayid. Kate “veramente?” Ben risponde “si, certamente”

Jack e Sawyer raggiungono Hurley e poi Locke, mentre Jack e Locke parlano di cose da “leader”, Hurley e Sawyer gustano quegli appetitosi crecker stagionati.
Hurley ringrazia Sawyer per esser tornato a riprenderlo, lui gli risponde come se proprio non ce ne fosse bisogno.

Jack e Locke discutono attorniati da fiori rossi (che sono la chiave segreta per accedere alla stazione Orchidea), Locke cerca di convincerlo a non partire perché non “Devono” farlo, gli dice che l’isola è magica ed avvengono i miracoli, ma Jack non ne vuole sapere di cambiar idea, sarà sordo da un orecchio… o forse da tutti e due ….. così Locke gli dice almeno di mentire usciti fuori per proteggere l’isola “se gli mentirai almeno la metà di quanto menti a te stesso…ti crederanno”. Torna Ben, saluta educatamente Jack e chiede a Locke se gli ha parlato, ma visto che Jack è de coccio lo saluta dicendogli che entro 1 ora devono trovarsi sulla nave (e se fosse stato il suo modo per non fargli lasciare l’isola? Come fu con la questione sub?!)

Locke e Ben prendono un ascensore per accedere alla stazione….Locke “quant’è profonda?” Ben “è profonda”.
Loche inizia con le sue domande “è questa la Magic Box?” e Ben infastidito, tattandolo anche da deficiente, per non esser rotto le scatole dal ragazzino con i suoi mille “perchè?” lo mette a guardar un bel filmino Dharma, ed ecco il video Orchidea Orientation, M. Candle questa volta si fa chiamare come il cognome che ha Ben sul giubbino polare e spiega che la stazione fa spostare nel tempo e nello spazio chi entra nella capsula (il coniglio num 15) avvertenza “non avvicinare assolutamente oggetti metallici nella capsula” e Ben invece la rimpinza di ferraglia varia.
Ma vengono interrotti da Keamy che ha un passo e una scarpetta alla Frankenstein all’ultima moda, che annuncia d’avere un detonatore al braccio e se muore lui tutta la nave si fa il “pacco”, Ben “si si ho capito!” e lo attacca accoltellandolo ripetutamente, Locke sgomento “ma moriranno tutti sulla nave” Ben “e allora?!”.
Dandogli successivamente un’altra lezione di vita…non ero tanto lucido e un buon leader non si deve far offuscare dai problemi personali.
Gli dirà che deve andare da solo in missione perché Jacob così ha voluto, perché tocca a lui pagare le conseguenze “chi fa sposta l’isola non vi può più tornare”, Locke invece dovrà guidare il suo gruppo che attende fuori… “troverà il modo…come ha sempre fatto” porgendogli la mano chiederà “scusa” a Locke per quanto l’ha fatto soffrire.

Jack, Sawyer ed Hurley arrivano all’elicottero, Sawyer “lentiggini hai ammazzato questo perché t’ha fatto arrabbiare?” Kate “non l’ho ucciso io” Sawyer “e quale hai ucciso tu?”
Saliranno tutti sull’elicottero ma a metà tragitto Lapidus si accorgerà che perdono carburante, bisogna buttar giù le cose pesanti, ma non si ottengono apprezzabili risultati.
Jack urla che non si torna sull’isola per nulla al mondo. Lapidus impreca per i chili in più, Hurley si sente un po’ in colpa, Sawyer dice un “hey” sussurra qualcosa nell’orecchio di Kate e si butta in mare, riemerge, Jack promette a Kate che torneranno a riprenderlo. Seeeeeeeeeeeeguro

Stanno per atterrare sulla nave e si trovano davanti un Desmond che urla “nooooooooooooo c’è una bomba!”, anche se tutti gli altri manovali sembrano impassibili all’annuncio, e continuano a lavorar sul Titanic! Ma Lapidus dice che l’elicottero deve far carburante.
Infatti lui Michael e Jin si trovano davanti ad una piramide di C4 ed ironicamente Jin dice che qualsiasi mossa facciano il risultato è lo stesso… “boom”
Giuda pensa che l’unica soluzione è spruzzare dell’azoto per gelare l’alimentatore, ma quando la lucetta diventa rossa, per la morte di Keamy, dice prima a Desmond e poi a Jin di scappare perché ora è un padre e deve proteggere sua moglie.
Compare da dietro un uomo brizzolato a Michael (tipo Bob in twin peaks) “tu chi sei” …. “finito il tempo!” “game over!” ….era il segretario di Jacob

Jin corre sul ponte ma un bastardissimo Jack urla che devono decollare, Desmond cerca di far attendere ancora un minuto ma runnnnnnnnnnnn una Sun straziata ed urlante vede esplodere la nave con Jin sul ponte. Ma “live together die alone!”, lo sanno tutti!

Ma Jack Ora cambia idea “torniamo sull’isola!”

Precedentemente Faraday cerca di convincere Charlotte e Miles a salire sull’ultimo canotto che probabilmente farà la tratta con la nave, Charlotte prima accetta ma poi viene convinta da un Miles, decide di restare lì, saluta Faraday dicendogli che resta perché è come se avesse trovato il posto in cui è nata “home sweet home”.
Faraday parte da solo con l’ultimo carico a cui non vuole partecipare nemmeno Juliet, anche lei aveva promesso di salvare prima tutti gli altri. (donna seria e di sostanza)
Mentre beve rum guardando la nave esplosa arriva Sawyer di ritorno da un bagnetto corroborante, forse credono che siano tutti morti quelli sulla nave.

Nel frattempo Locke si unisce a Richard e il suo gruppo e Ben aprendo le porte della capsula che nel frattempo è internamente esplosa va al di là del muro sfondato, scende da una scala e si trova in un luogo ghiacciato, cadendo dalla scaletta si ferisce ad un braccio (proprio come lo troviamo all’inizio della 4.09 – Cambio delle regole – The shape of things to come (Ben)) “sarai contento Jacob!” e gira una ruota che attiva un meccanismo, un po’ come le cavie che davano luce all’isola.
Ed ecco un boato e una luce fortissima….puff…glu glu glu l’isola sparisce, si vedono solo dei cerchi concentrici nel mare.

L’elicottero rifinito il carburante finisce in mare e tutti “miracolosamente” si salvano, Jack nega il miracolo ed anche che Locke abbia veramente spostato l’isola, ma Hurley lo contraddice (ma si sa che è pazzo!). Si vede una barca…a questo punto Jack si sveglia dal lungo sonno durato una stagione….finalmente ascolta le parole di Locke “dobbiamo mentire” …perché?… “perché erano venuti per ucciderci tutti!” MA VA’… “fate parlare me”

Indovinate chi c’è sulla nave?

Penny che aveva intercettato la telefonata di Desmond. Li portano nelle vicinanze dell’isola in cui poi si son fatti trovare dalla Oceanic.
“ci vediamo in un’altra vita brotha” Des dice che resterà con Penny e nulla gli accadrà di male.

futuro:

Hurley gioca a scacchi con il fantasma Eko, quella mattina era andato a trovarlo Walt accompagnato a Los Angeles dalla nonna, chiede ad Hurley perché mentono.
Sayid, nella notte, dopo aver freddato un uomo in macchina fuori al Santa Rosa alle 8.16 va a prelevare Hurley per portarlo in un posto sicuro.
Battuta mitica: Sayid “hanno ucciso 2 giorni fa Jeremy Bentham” Hurley “com’è morto” Sayid “dicono suicidio” Hurley “perché lo chiami così” Sayid “shhhhhh ci ascoltano” Hurley “già parlo tutti i giorni con gente morta ci manca solo la paranoia” Hurley “torniamo indietro?” Sayid “no, ti porto solo in un posto più sicuro”.

Sun a Londra va da Widmore dicendogli che hanno un interesse comune di cui parlare… “lo sappiamo entrambi chi è uscito e chi no dall’isola!” Widmore crede che Sun voglia aiutarlo (non si capisce invece se lo fa per vendetta verso forse un Ben o per incastrare W). Comunque grande Tigre all’attacco

Sayid superkiller dal sangue freddo. Fascinossisssssssssimo

Kate si sveglia durante la notte, una telefonata, delle parole (forse dette al contrario) (i sussurri l’han fatta da padroni in questa puntata), prende una pistola e runnnnnnnnnnn da Aaron trova Claire che le dice “non riportarlo sull’isola”…ma è solo un brutto sogno. Corre dal bambino piangendo e chiedendogli scusa.

Forse perché l’ha fatto affezionare a zio Jack che invece è tutto impasticcato?
La scena è la stessa della fine 3.23, ma Kate sembra che vada via in macchina invece inchioda, torna indietro e a schiaffi Jack.
Si scopre che però Jeremy Bentham un mese prima aveva incontrato sia lei che Jack per convincerli a tornar indietro.

Jack irrompe di notte nella camera mortuaria dove c’è la bara di Jeremy Bentham, alle sue spalle compare Ben “dovete tornare tutti in dietro” Jack “ce l’ha detto anche lui, ma Sayid non so dove sia, Hurley è fuori di testa, Sun mi odia perché mi ritiene responsabile e Kate non mi parla più!” Ben “che ti ha detto Jeremy Bentham?” Jack “che son successe un sacco di brutte cose sull’isola dopo la nostra partenza e che devo tornarci”….. Ben “ho detto Tutti, dobbiamo prendere anche lui” ….

…l’uomo nella bara (sembra una scena della famiglia Addams) è Locke

LOST

(autrice: losttuttalavita)

Rispondi