3.19 – Il Brigantino – The brig (Locke)

Episodio: 3×19
Titolo Originale: The Brig
Scrittore: Damon Lindelof, Carlton Cuse
Regia: Eric Laneuville
Episodio dedicato a Locke

Ben vuole che Locke uccida suo padre, è una prova che lui deve superare per essere accettato dal gruppo degli “Others”
Desmond intanto si consulta con Charlie Hugo e Jin e insieme decidono di non dire nulla a Jack a proposito della donna che è arrivata sull’isola con un paracadute e che hanno soccorso.

18 dicembre 2004

Gli “Others” sono radunati sotto una tenda e si preparano a un nuovo spostamento.
Cooper è con loro ed è legato ad una colonna che sembra appartenere a dei resti di un tempio antico.
Locke raggiunge Ben sotto la sua tenda perché vuole parlare con lui ed è così che scopre che Juliet ha registrato un messaggio su un registratore e si è infiltrata nel campo dei Losties con l’incarico di scoprire se fra loro ci sono delle donne in attesa di un bambino.
Ben sta riprendendosi dall’intervento e sta ricominciando a camminare, promette che dirà a Locke tutto quello che vuole dell’isola ma prima deve superare una terribile prova.
Locke deve uccidere suo padre, soltanto allora potrà fare parte degli “Others”.

19 dicembre 2004

Per spingere Locke a fare quello che vuole Ben, Richard Alpert gli consegna una cartella dove sono raccolti dei documenti sulla vita di Sawyer che in realtà si chiama James Ford.
Emerge così in modo chiaro il collegamento che esiste tra Sawyer, Cooper e Locke.
(la scheda è della polizia francese).
Locke desidera più di ogni cosa fare parte degli “Others” ma non avendo il coraggio di uccidere suo padre, decide di sfruttare le informazioni avute da Alpert per fare commettere l’omicidio a Sawyer.

21 dicembre 2004

Durante la notte Sawyer esce dalla tenda e va nella giungla quando all’improvviso si trova davanti Locke. Sawyer si stupisce del suo ritorno al campo e vorrebbe sapere perché mai ha deciso di allearsi al loro nemico.
Locke dice di essere riuscito a rapire Ben e adesso vuole che Sawyer lo segua.
Quando si addentrano nella giungla Sawyer colpisce alla testa Locke e lo stende a terra, minacciandolo con il suo stesso coltello perché vuole che gli spieghi cosa sta avvenendo. Locke vuole che Sawyer uccida Ben perché lui non può farlo da solo.
Sawyer, lo segue riluttante perché non ha intenzione di uccidere nessuno, ma Locke insiste e dice che è sicuro che cambierà idea.

Alla Black Rock

Arrivano nei pressi del Galeone la “Roccia Nera” e Locke fa credere a Sawyer che all’interno è rinchiuso Ben.
Locke apre la porta di una cella dove c’è uomo incappucciato, Sawyer entra e subito dopo Locke chiude la porta lasciandolo solo con quell’uomo legato. Sawyer scopre che non si tratta di Ben , ma si tratta di Antony Cooper, lui gli chiede come faccia ad essere sull’isola e l’uomo gli racconta che si trovava a Thallahassee e stava guidando quando è stato tamponato da un’altra auto. L’ultima cosa che ricorda sono i paramedici che lo caricano sull’ambulanza.
Quando lui si è risvegliato si è ritrovato rinchiuso in una stanza e quando la porta si è aperta, suo figlio era davanti a lui.
Cooper è convinto di essere finito all’inferno, però Sawyer gli dice che si trovano su un isola e quando capisce che ha davanti a se uno dei sopravvissuti del volo Oceanic 815 gli dice che il loro aereo è stato ritrovato nel fondo dell’oceano e che tutti i passeggeri erano stati ritrovati morti.
Cooper è inarrestabile, continua a parlare e non smette di provocare Sawyer gli dice di essere un truffatore e di aver rubato un rene a Locke, che per questo non l’ha mai perdonato.
Sawyer vuole sapere come si chiama e lui gli risponde che è un “truffatore” e che i truffatori hanno tanti nomi ed incomincia a fare una lista. Sawyer lo ferma quando Cooper dice di essersi fatto chiamare anche “Tom Sawyer”.

Nella sua mente Sawyer comincia a collegare i fatti e vuole sapere da quell’uomo spregevole seduto davanti a lui se è mai stato a Jasper in Alabama e quando Cooper risponde “Si” Sawyer dice che ora sa che lui è l’assassino di suo padre e gli mostra la sua lettera.
Cooper inizia a leggerla ma non smette mai di essere spregevole e sarcastico e mostra tutta la sua indifferenza anche di fronte a quelle parole disperate.
Sawyer ormai è fuori di se e ha perso definitivamente il controllo della situazione prende una catena e la stringe attorno al collo di Cooper e lo strangola.
Finalmente Locke apre la porta e ringrazia Sawyer il quale è stravolto e vuole sapere perché gli ha fatto compiere un simile crimine. Locke risponde che quell’uomo aveva rovinato la vita di entrambi.
Locke saluta Sawyer e prima di ripartire per raggiungere gli “Others” gli consegna il piccolo registratore con la voce di Juliet che comunica a Ben notizie sui Losties.
I due si separano Sawyer ha con se la prova del tradimento di Juliet e Locke porta sulle spalle il cadavere di suo padre.

Segreti e bugie

Charlie ed Hurley discutono con Desmond se parlare con Jack della storia di Naomi, poi decidono che è meglio tenergli lo cosa nascosta e ne parlano con Sayid.
Sayid interroga la paracadutista che dice di chiamarsi Naomi Dorrit e che la sua nave è a circa otto miglia al largo dell’isola e sostiene di fare parte di un team di ricercatori.
Racconta a Sayid che il volo 815 è stato ritrovato in una fossa oceanica molto profonda al largo di Bali. Hanno mandato una telecamera nei fondali e i corpi dei passeggeri erano tutti lì sotto, morti! Naomi dice che stanno lavorando per Penelope Widmore, anche se lei non l’ha mai incontrata. Qualche settimana prima la signora Widmore ha dato loro delle coordinate che coincidevano con il bel mezzo dell’oceano. Loro non sapevano dell’esistenza di quell’isola.
Sayid è visibilmente perplesso ed è evidente che non le crede, Naomi gli chiede come si chiama e a aggiunge: “bene Sayid quando sarà il momento ricordami di non salvarti.”

Sayid prende il telefono satellitare di Naomi e cerca di ripararlo anche se non ha mai visto nulla di così sofisticato, riesce a farlo funzionare e capta ancora una volta il segnale della Rousseau.
Intanto Kate arriva, lo vede armeggiare con il telefono satellitare e lui gli racconta di Naomi.

Al campo

Kate va da Jack e dice che vorrebbe parlare da sola con lui e non davanti a Juliet.
Jack invece insiste e vuole che Juliet resti a testimonianza della fiducia che lui ha riposto in questa donna.
Kate è irritata da questo atteggiamento ma gli racconta la storia di Naomi e del telefono satellitare. A questo punto Juliet fa una strana affermazione e dice a Jack, “forse dovremmo parlarle..” e lui risponde “non è ancora il momento…”.

Commenti

Una strana rivelazione

Naomi dice che i resti dell’aereo 815 sono stati trovati al largo della costa di Bali in una fossa oceanica a 6 km di profondità. Sono le stesse cose che afferma anche Antony Cooper.

Riferimenti culturali:

Il titolo di questo episodio di riferisce anche a una opera teatrale di Kenneth Brown che parla di una “galera” dove da una parte ci sono i detenuti e dall’altra i carcerieri: entrambi vivono rinchiusi in “the Brig” ed è qualche cosa di molto simile all’inferno al quale si riferisce anche Cooper.

Cooper a Sawyer:

“Non hai capito dove siamo? Veramente non ci sei arrivato? Fa un po’ caldo per essere il paradiso, non credi? Se questo non è l’inferno, allora cosa mai potrebbe essere?”

Cooper con due parole liquida così qualsiasi speranza di lasciare l’isola…Sawyer ora è consapevole che nessuno li sta più cercando.

Libri

Fra i libri di Ben c’è “The Oath” di John Lescroart (storia di un medico che specula sulla morte di suoi pazienti)

(autrice: katrina)

Rispondi