Naomi Dorrit – Marsha Thomason

E’ una mercenaria arruolata da Matthew Abaddon per scortare dalla Kamara sull’isola quattro strane persone speciali: Daniel Faraday, un fisico, Frank Lapidus, un pilota, Charlotte Lewis, un’archeologa e Miles Strume, che percepisce gli ultimi pensieri dei defunti. Morirà sull’isola con un coltello lanciatole nella schiena da John Locke.

2004: Prima di partire per l’Isola

Naomi a colloquio, in una grande stanza vuota in cui vi è solo un tavolo, con Abaddon sulla missione da compiere.

Naomi “Così questa è la squadra?” Abanddon “Hai preso confidenza con i loro profili?” Naomi “Sfortunatamente si. Con tutto il rispetto, sono le persone sbagliate per una missione come questa. Nessuno di loro ha esperienza sul campo, addestramento militare. Non può buttarli allo sbaraglio indifesi. Sarebbe un disastro” Abanddon “Non sono indifesi. Hanno te” Naomi “Non c’è molto che possa fare” Abanddon “La tua modestia è affascinante” Naomi “Questa è un’operazione segreta troppo rischiosa in un territorio instabile, è già abbastanza difficile senza dover fare da babysitter a uno svitato, un acchiappafantasmi, un’antropologa e un ubriacone” Abanddon “Ad essere onesti, è anche un pilota piuttosto bravo” Naomi “è una follia. Che facciamo se troviamo dei sopravvissuti del volo 815?” Abanddon “Non ci sono stati sopravvissuti” Naomi “Si, lo so, ma se ci fossero sopravvissuti?” Abanddon “Non ci sono stati sopravvissuti del volo Oceanic 815. Non fare Domande. Fai solo quello per cui sei stata assunta. Ogni membro di questo team è stato scelto per uno scopo specifico. Tutto dipende da te. Farli arrivare, portarli via ed evitare che vengano uccisi. Pensi di poterlo fare?” Naomi “Certo”. (4.02 – Morte accertata – Confirmed dead)

Naomi è inviata a reclutare Miles, fuori casa di Howard Gray, un cliente da cui era appena stato lo avvicina:

Naomi “Miles Straume?“ Miles “Si” Naomi “Salve. Mi chiamo Naomi Dorrit. Il mio datore di lavoro segue il suo lavoro da un pò ormai, ed è interessato ad approfittare dei suoi servizi decisamente unici. C’è un ristorante non lontano da qui. Sarebbe interessato a sentire cosa ho da dirle?” Miles “Sì, certamente”.

Gli da appuntamento in una stanza, un incrocio tra una grande cucina, il retro di una macelleria e un obitorio, gli mostra, steso su un tavolo di ferro, il viso di un cadavere chiuso in un sacco apposito.

Naomi “Il tuo provino” Miles “Senti, qualsiasi cosa tu stia facendo, non è la mia specialità” Naomi “Da quanto ho sentito, Miles, se il prezzo è adeguato questa è esattamente la tua specialità” Naomi “Allora, cosa puoi dirmi su quest’uomo?” Miles “Si chiama Felix. Stava… per consegnare qualcosa a… un tizio di nome Widmore” Naomi “Consegnare cosa?” Miles “Un mucchio di scartoffie, foto… immagini… di tombe vuote. Un ordine d’acquisto… per un vecchio aereo. Allora… mi avete preso?” Naomi “Condurrò una spedizione su un’isola. Su quest’isola c’è un uomo che sarà molto difficile trovare. È per questo che ho bisogno di te” Miles “A cosa ti servo?” Naomi “Su quest’isola c’è un certo numero di persone decedute che vi risiedono. E dato che quest’uomo è il responsabile della loro morte… crediamo che potrebbero fornire informazioni preziosissime sulla sua posizione” Miles “Per quanto dare la caccia ad un pazzo omicida sembra davvero sicuro… credo che passerò. Grazie per il provino” Naomi “Il mio datore di lavoro è disposto a pagarti 1.6 milioni di dollari” Miles “Quando si parte?”. Si sente per un attimo uno dei rumori che produce il Fumo Nero mentre Miles legge quel che era nella mente dell’uomo morto, Felix, durante il provino fattogli da Naomi. (5.13 – Il padre che non c’era – Some like it Hoth)

Al porto di Suva Naomi segna su un block i nomi degli imbarcati e fa notare a Kevin Johnson (Michael) che la sua cassa è arrivata ed è stata imbarcata sul ponte della Kamara. (4.08 – Vi presento Kevin Johnson – Meet Kevin Johnson)

Sull’Isola: 17.12.2004

Desmond è nella giungla per realizzare una sua visione e convince Charlie, Hurley e Jin a seguirlo. Nel buio sentono un elicottero precipitare in mare. Desmond subito vuole addentrarsi nella giungla per portare i soccorsi alla donna ch ha visto nel suo flash, ma Charlie lo dissuade dicendogli che loro non lo seguiranno, quindi attendono la luce per andare.

Desmond trova una bambolina hawaiana e uno zainetto su un albero con dentro un libro Catch-22 con dentro una foto di lui e Penelope Widmore fatta a Londra. Vede dei fili sospesi e scopre un paracadute, soccorre la donna che vi è sospesa. Le toglie il casco e si accorge che ha conficcato in un polmone un ramo. Hurley per sbaglio fa esplodere un razzodalla pistola di soccorso. Naomi con un fil di voce “stoi moriendo”. Desmond vuole tornare in spiaggia per cercare Jack ma Charlie gli dice che ci vogliono 8 ore solo per ritornare al loro campo.
Attirato dal segnale del razzo arriva lì di corsa Mikail Bakunin che prima tenta la fuga ma poi catturato promette di curare Naomi in cambio della libertà. Desmond accetta il patto.
Naomi continua a chiedere aiuto ogni volta in una lingua diversa, dice “aiutami sto morendo” (in italiano). Bakunin traduce perché capisce l’italiano. Naomi dice in Portoghese “I am not alone. I am not alone” ma Bakunin traduce ai Nostri con “grazie per avermi aiutato”.
Mikail “Entro un giorno dovrebbe già stare meglio” Charlie “Un giorno? Aveva un polmone perforato” B “Su quest’isola, le cose vanno in maniera leggermente diversa. Forse un giorno e mezzo”.
Hurley le fa delle domande e le dice di essere i superstiti del volo Oceanic 815, Naomi “Il volo 815, hanno…Hanno trovato l’aereo. Non c’erano superstiti. Erano tutti morti”. (3.17 – Piovuta dal cielo – Catch-22)

La paracadutata viene portata al campo e nascosta in una tenda, viene solo fatta vedere e interrogare da Sayid, i nostri non si fidano più tanto di Jack da quando è stato ad Otherville.
Sayid inizia con le domande.
Naomi “Naomi, Naomi Dorrit” Sayid “Naomi, esattamente da dove sei decollata?” N “Una nave… Una nave da carico…A circa 150 chilometri ad ovest da qui. Faccio parte di una squadra di ricerca e recupero” S “Hai detto ai miei amici che è stato ritrovato il relitto del volo 815. Intendevi una parte del relitto?” N “No. Hanno trovato l’aereo intero a largo della costa di Bali, in una fossa oceanica a 6 km di profondità. Hanno mandato delle telecamere con dei piccoli robot per ispezionare il relitto. I corpi erano tutti là dentro” S “Beh, ovviamente noi non siamo morti” N “Ovviamente” S “Quindi se non stavi cercando noi, allora chi stavi cercando?” N “Lui” S “Desmond?” N “La mia compagnia è stata assunta da una donna di nome Penelope Widmore. Non so il perché. Non l’ho mai incontrata. Ci ha dato delle coordinate. Da quel momento abbiamo organizzato una griglia di ricerca su base G.P.S.” S “Eravate a conoscenza dell’isola?” N “Isola? Ci sono state date le coordinate di un punto nel messo del fottutissimo oceano. Pensavamo che fosse uno sforzo inutile. Fino a tre giorni fa. Stavo volando di ritorno alla nave, quando si sono aperte le nuvole, e ho avvistato terra. Gli strumenti hanno cominciato ad impazzire. Ho capito che stavo per precipitare, quindi ho preso il mio paracadute, e mi sono lanciata”. (3.19 – Il brigantino – The brig)

Chiacchierando con Charlie scopriamo le sue origini. Naomi “io sono di Manchester”, gli dice che han fatto un Greatest Hits, saputa della sua morte sul volo 815. (3.21 – Greatest Hits)

Naomi segue il gruppo in cammino verso la torre radio per inviare il segnale di soccorso con il suo satellitare alla sua equipe sulla Kamara.
Charlie va alla Stazione Dharma Specchio per disattivare il segnale che scherma le comunicazioni dell’isola con l’esterno, ma riuscitoci “Trasmissione in entrata”. Penny “pronto? Potete sentirmi?” Charlie “Sì! Sì, ti sento” P “Chi è? Con chi sto parlando?” C “Charlie! Uh…oh, Charlie Pace. Sono un sopravvissuto del volo 8-1-5” P “Oceanic, volo 8-1-5” P “Uh, dove ti trovi?” C “Siamo su un’isola. Siamo vivi” P “Un’isola? Dove? Dov’è situata?” C “Non lo so. Con chi parlo?” P “Sono Penelope… Penelope Widmore. Come hai avuto questa frequenza?” C “Desmond! Desmond!” P “Hai appena detto “Desmond”?” C “Sì, è qui. è con me” P “Sta bene?” C “Splendidamente. Ehi, sei sulla nave?” P “Cosa… quale nave?” C “La tua nave… a 80 miglia dalla costa. Uh, N-Naomi, la paracadutista” P “Non sono su una nave. Chi… Chi è Naomi?”

Charlie prima di morire annegato si scrive sulla mano “Non è la barca di Penny” per comunicare la notizia a Desmond.
Il telefono di Naomi riceve il segnale e dice a tutti i Losties “Charlie ci ha appena salvati”.

Ma arrivati alla Torre radio mentre la ragazza sta per effettuare la chiamata alla Kamara Locke, per impedirglielo, le lancia un coltello nella schiena. Jack “Cos’hai fatto?” Locke “Ciò che dovevo. Allontanati ora. Stai lontano dal telefono”.

Jack effettuerà la telefonata, per la distrazione di tutti, quando l’uomo a telefono, Minkowski, chiederà di parlare con Naomi i Losties si accorgeranno che il corpo della donna non è più li steso per terra. Ate deciderà di seguire da sola le tracce della ragazza sanguinante. Verrà assalita dall’alto dalla mercenaria che si farà dare il telefono da Kate, chiamerà Minkowski, gli dirà che ha subito un incidente ed è ferita, Gorge le dice che hanno perso il loro segnale e che deve cambiare frequenza per localizzarli, Naomi lo fa e gli dirà “scusami George e dici a mia sorella che le voglio bene”. Naomi muore. (3.22 – 3.23 – Attraverso lo specchio – Through the looking glass)

Arrivati sull’isola quelli della nave non si fideranno affatto dei Losties e Miles, per credere alla loro storia, chiederà d’essere accompagnato davanti al corpo di Naomi. Sayid farà caso all’incisione nel braccialetto di Naomi “N. Sarò sempre con te. R.G.”. La farà caricare sull’elicottero di Lapidus per riportarla sulla Kamara. (4.03 – L’economista – The Economist)

Approfondimenti

Naomi, nell’episodio 3.18, sente parlare i Nostri in inglese perché gli parla in altre lingue?

Questo è tutto quello che dice Naomi nelle varie lingue tradotto in inglese.

Parachutist: [Speaks Spanish – “I am dying. I am dying”]
Charlie: What’s she saying?
Desmond: Don’t know.
Hurley: It’s Spanish dude.
Desmond: Wait, you understand her then?
Parachutist [Speaks Spanish – `”I am dying. I am dying. I am dying”]
Hurley: She says shès dying.

[In the jungle, the Parachutist is still weak]
Parachutist: [Speaks Chinese Mandarin – “What happened” or “What’s going on?”]
Hurley: What’s she saying?
Jin: Chinese. Not Korean.

Mikhail: As your friend pointed out, I already died once this week.
Parachutist: [Speaks Italian – “Help me, Ìm dying”]
Desmond: You understand her.
Mikhail: Shès speaking Italian. She said shès dying, she needs help. I was a Soviet Army field medic, I can offer you my services.

Mikhail: [Inaudible, possibly “Those!”. Desmond grabs some material and places it on the wound] Tape it, be careful. [Inaudible, possibly “Cabirin”] needs to be hollow, the wound needs to breathe.
Parachutist: [Speaks Portuguese – “I am not alone. I am not alone”]
Desmond: What did she say?
Mikhail: Thank you. She said thank you for helping me.

Marsha Thomason

Data di nascita: 19 gennaio 1976, Manchester, England, UK
Statura: 5′ 10″ (1.78 m)

Mini Biografia

Nata e cresciuta a Manchester, Inghilterra.
Sua madre è giamaicana.
Il suo amore per la recitazione nasce dopo la visione del musical Bugsy Malone.
All’età di 12 anni recita molti ruoli in teatro, tra cui ‘Our Day Out’ di Willy Russell e ‘Peace’ di Aristophones.
Quello che era cominciato come un hobby, ben presto l’ha aiutata ad ottenere il suo primo lavoro professionale, all’età di 14 anni, quando ha recitato in “’The 8:15 from Manchester” della BBC 1.

Marsha ha realizzato il suo sogno di una vita di recitare nel West End di Londra, quando ha fatto il suo debutto teatrale in “Breath Boom” al Royal Court Theatre. Il ruolo è stato anche il debutto dell’accento americano di Marsha, dove il suo personaggio era una prostituta quindicenne di NY che sogna di diventare una “gang girl”.
Nel 2002 Marsha ha vinto premio come migliore attrice agli BFM Awards. E’ apparsa recentemente nel film della Disney The Haunted Mansion (2003) dove ha recitato insieme ad Eddie Murphy.

Filmografia

autrici:losttuttalavita e keira
fonte filmografie: imdb.com / viewimages
Scroll Up