3.21 – Greatest Hits (Charlie)

Episodio: 3×21
Titolo originale: Greatest Hits
Scrittore: Adam Horowitz, Edward Kitsis
Regia: Stephen Williams
Episodio dedicato a Charlie

Charlie finisce per accettare l’idea che la sua morte avvenga per permettere agli altri sopravvissuti di salvarsi.
Nel frattempo Jack studia un piano per combattere gli “Others” quando si presenteranno al campo.

Sull’isola: 22 dicembre 2004

Jack spiega ai Losties il suo piano per ingannare e per mandare definitivamente all’inferno gli “Others.”
I Losties devono abbandonare il campo ma prima devono segnare le tende delle donne che aspettano un bambino con delle pietre bianche e poi riempirle con l’esplosivo che ha procurato la Rousseau per poter far saltare il campo una volta che si saranno allontanati e messi al sicuro.
Intanto Charlie si accorge che Desmond lo sta fissando e capisce che ha appena avuto una visione su di lui. Desmond dapprima nega poi si lascia convincere e gli spiega quello che vede.
Lui vede Claire e Aaron che lasciano l’isola a bordo di un elicottero, questo avverrà soltanto se prima Charlie entrerà in una stazione sottomarina per staccare un interruttore vicino a una luce gialla e poi morirà per annegamento.

Più tardi Charlie e Naomi si mettono a chiacchierare, lui le dice di avere fatto parte di una band chiamata i “Drive Shaft”e scoprono di avere una cosa in comune, tutti e due vengono da Manchester.
Naomi dice che il leader dei “Drive Shaft” era sul volo 815 e dopo la sua scomparsa è diventato famoso ora i suoi dischi vanno a ruba e la sua band ha pubblicato un nuovo album, “Greatest Hits”. ovviamente questa notizia riempie Charlie di gioia.

Torre radio

Sayid dice che occorre andare alla Torre radio a interrompere il messaggio della Rousseau perché impedisce l’uscita dall’isola di qualsiasi segnale, soltanto allora si potrà finalmente si potrà utilizzare il telefono satellitare di Naomi e comunicare con l’esterno.
Juliet spiega che questo non basterebbe perché esiste una stazione della Dharma che si chiama “Specchio” che impedisce l’uscita di qualsiasi tipo di comunicazione con il resto del mondo, il problema è che Juliet ignora dove si trovi la stazione.

Sayid mostra a Juliet la mappa che aveva preso dalla stazione “Fiamma” e insieme riescono a individuare la possibile posizione della stazione sottomarina.
Secondo Juliet quella stazione serviva perché emetteva segnali utili per l’attracco del sottomarino ma a causa di un incidente ora è inondata e non viene più utilizzata.
Sayid è certo che se seguiranno il cavo che lui ha trovato sulla spiaggia arriveranno allo “specchio”.
Jack ritiene che si tratta di un compito troppo pericoloso e sarebbe un suicidio ma secondo Sayid qualcuno dovrà farlo altrimenti non potranno mai lasciare l’isola.
Charlie non ha dubbi e si offre come volontario per lui non sarà difficile perché da bambino ha vinto il campionato del Northen England, ed è capace di trattenere il fiato molto a lungo.
Jack dice che prima devono sistemare la questione degli “Others” e poi penseranno anche a come risolvere quel problema.
Il gruppo inizia a organizzarsi per collegare la dinamite e farla esplodere quando si accorge che è arrivata una piccola imbarcazione dalla quale scende un ragazzo, Sayid lo blocca immediatamente ma Sawyer lo riconosce si tratta di Karl.
Il ragazzo è venuto ad avvertirli che Ben ha modificato i suoi piani e arriverà ad attaccarli la sera stessa.

Sayid e Jack allora decidono di non perdere altro tempo e di dividersi. Di comune accordo stabiliscono che Bernard e Jin resteranno con Sayid per fronteggiare l’attacco, mentre il resto del gruppo guidato da Jack andrà verso la torre e Charlie andrà alla stazione dello Specchio.

L’ultimo saluto

Charlie prima di partire per la sua missione compila una piccola lista nella quale sono elencati i migliori momenti della sua esistenza e lascia nella culla di Aaron l’anello che è sempre appartenuto alla sua famiglia a testimonianza del suo amore per lui.
Charlie saluta Hurley e poi saluta Claire con grande emozione, loro ignorano che quello è un addio.
Claire apprezza il suo gesto ma teme che la sua missione sia pericolosa e non vorrebbe lasciarlo andare. Charlie la rassicura, andrà tutto per il meglio e la bacia con la consapevolezza di non rivederla mai più.
Claire prende in braccio Aaron e raccoglie le ultime cose prima di andarsene con il resto del gruppo e non vede l’anello che Charlie ha lasciato nella culla.

Verso la stazione dello “Specchio” e verso il destino

Charlie e Desmond prendono la barca di Karl e seguono il cavo per riuscire a individuare la stazione dello “Specchio” quando arrivano a destinazione Charlie consegna a Desmond il biglietto che dovrà dare a Claire da parte sua.
Desmond legge quel piccolo foglietto Si tratta di un breve elenco dove sono riportati in cinque punti i migliori momenti della breve vita di Charlie…è una specie di testamento fatto con parole molto semplici che sono una grande dichiarazione d’amore per Claire e Aaron, allora non vuole più che lui vada giù e si offre di sostituirlo.
Charlie finge di accettare ma lo colpisce alla testa con un remo e si tuffa nell’oceano, riesce ad arrivare alla base della stazione e ad entrare, Juliet fortunatamente si sbagliava la stazione non è inondata e lui è felice di essere ancora in vita.
Charlie inizia a sperare…ma proprio in quel momento una porta si apre e compaiono due ragazze una bionda e una mora, tutte e due sono armate e puntano le loro armi su di lui…

La trappola è pronta: 22 dicembre 2004

Gli “Others” stanno ormai per arrivare ma troveranno le tende vuote abbandonate e poi rimarranno vittime dell’esplosioni causate dalla dinamite, il segnale sarà finalmente trasmesso …forse la salvezza non è lontana!

La “Greatest Hits” di Charlie

Flashbacks : I flashabaks di questo episodio corrispondono ai momenti migliori della vita di Charlie, ogni scena racconta un momento che è rimasto impresso nella sua memoria..

N.5 : 2000, « la prima volta che mi sono sentito alla radio »
Una notte proprio mentre Charlie stava pensando di chiudere la band dei Driveshaft, quando inaspettatamente alla radio trasmettono “You All Everybody”, lui e suo fratello Liam provarono una grande emozione e si abbracciarono ripromettendosi di continuare a suonare.

N.4 : fine anno 1980, « Quando papà mi ha insegnato a nuotare »
Charlie è un bambino molto timoroso e suo padre gli insegna a nuotare, proprio nel momento in cui deve buttarsi in piscina, si sente in sottofondo un bambino che grida:
“Come on, let’s go! Desmond!”.

N.3 : 25 dicembre 2000, « Il giorno in cui Liam mi regalò l’anello »
Il nome DriveShaft deriva dalle iniziali di Dexter Stratton, bisnonno di Charlie da parte della madre. L’anello viene tramandato di generazione in generazione. Charlie lo riceve in dono da suo fratello e lo lascia ad Aaron perchè lo ama come se fosse suo figlio.

N.2 : 1998, « Il giorno in cui una donna mi disse che ero un eroe »
Charlie salva una donna nel vicolo che sta per essere rapinata.
Questa donna è Nadia, la compagna di Sayid.

N.1 : 22 settembre 2004, « la notte in cui ti ho incontrata »
Charlie ripensa alla prima notte passato sull’isola subito dopo l’incidente, Si presentò a Claire per scambiare due parole e per scherzare un pochino con lei le chiese se quello era il suo primo incidente aereo.
Claire era spaventata e lui le offre la sua coperta e la rassicura dicendole che presto sarebbero arrivati i soccorsi. E’ così che nacque la loro amicizia.

E’ strano che Juliet che la stazione dello Specchio serva per bloccare le comunicazioni radio.

Coincidenze:

La donna che Charlie ha salvato è Nadia il grande amore di Sayid: è strano che lei fosse al Covent Garden di Londra.
E’ vero Charlie è un eroe e ha un grandissimo cuore, già una volta ha salvato la vita di Jack quando era nelle grotte e ora è disposto a sacrificarsi per tutti i Losties e per la sua amata Clarie e lo ha fa a modo suo …con grande discrezione e con un sorriso sulle labbra.

Riferimenti culturali e musicali

Il logo della stazione dello Specchio è rappresentato da un coniglio bianco, quindi ancora una volta un chiaro riferimento al libro “Alice nel paese delle meraviglie” di Lewis Caroll

“Wonderwall”: Charlie canta la canzone degli Oasis come visto precedentemente in “Deja vu”.
“Carrie Anne”: dei “The Hollies” del 1967 Charlie l’ascolta quando è in piscina con suo padre.

(autrice: Katrina)

Rispondi