5.05 – Questo posto è la morte – This Place is Death (Sun & Jin)

Titolo originale: This place id death
Titolo italiano: Questo posto è la morte
Sceneggiatura: Edward Kitsis & Adam Horowitz
Regia: Paul Edwards
Dedicato a: Jin e Sun

05001

Los Angeles: Inizio 2008

Sun, con la pistola ancora puntata contro, dice a Ben che ha passato gli ultimi tre anni della sua a vita a pensare che Jin fosse morto e vuole che lui le mostri le prove del contrario. Nel frattempo Kate va a prendere Aaron e lo carica sulla sua macchina. Ben dice a Sun che c’è una persona a Los Angeles in grado di provare che Jin è ancora vivo, la stessa persona che spiegherà loro come tornare sull’isola. Sentendo quelle parole Kate se la prende con Jack, accusandolo di essersi preso cura di Aaron soltanto per convincerla a tornare indietro. Jack le risponde che non ha mai fatto una cosa del genere, ma Kate stizzita se ne va via. Anche Sayid decide di andarsene, non vuole prendere parte a quello che stanno per fare, e minaccia Jack e Ben che se dovessero rifarsi vivi con lui la cosa non sarà affatto piacevole.
Ben dice a Sun che in 30 minuti può portarla dalla persona che ha le prove che Jin è ancora vivo e lei acconsente.

Isola: gennaio 1989 (giorno, 102°)

Mentre si dirigono verso l’Orchidea Jin vuole sapere come John ha intenzione di lasciare l’isola, perché vuole andare con lui, ma Locke gli dice che è una cosa che dovrà fare da solo, non sa il motivo ma è così. Charlotte chiede a Daniel se quello che ha in mente Locke funzionerà davvero, e Faraday le risponde che la cosa potrebbe anche avere un senso logico ma non ha un fondamento scientifico. In quel momento Charlotte inizia a barcollare e si verifica l’ennesimo salto temporale.

Isola: Anno Sconosciuto (notte, 102°)

I Losties non hanno nemmeno il tempo di riprendersi che si verifica un altro flash con Sawyer che impreca al cielo.

Isola: Anno Sconosciuto (giorno, 102°)

A seguito dell’ennesimo sbalzo Charlotte sviene, e sia Sawyer che Juliet cominciano a perdere sangue dal naso. Dopo essersi ripresa Charlotte comincia a straparlare, in parte in coreano, e rivolgendosi a Jin gli dice che a qualsiasi costo non deve permettere di riportarla indietro, perché “questo posto è la morte”.

Los Angeles: Inizio 2008

Riferendosi alla fuga dall’isola Jack si scusa con Sun per aver abbandonato Jin. Jack le dice che quando l’elicottero è atterrato sulla nave è successo tutto talmente in fretta, ma si è reso conto che avrebbe dovuto aspettarlo perché sapeva che si trovava sottocoperta. Sun vuole sapere perché gli sta dicendo quelle cose adesso dopo tutto quel tempo, se per caso ha intenzione di chiedergli di non uccidere Ben nel caso mentisse riguardo suo marito. Jack le risponde che dopo quello che Ben ha fatto a Kate se non lo ucciderà lei se ne occuperà in prima persona. Indispettito Ben accosta bruscamente il furgone e dice loro che se sapessero tutto ciò che ha fatto in questi anni per aiutarli e proteggerli a quest’ora non smetterebbero di ringraziarlo. Se Sun vuole sparargli che lo faccia ora. Ma Sun, dopo averci riflettuto, gli dice di proseguire.

Isola: Anno Sconosciuto (giorno, 102°)

Charlotte continua a dire frasi senza senso, riferendosi prima a suo padre e sua madre, poi al suo lavoro…
Locke vuole che si sbrighino per arrivare all’Orchidea e Faraday vuole che qualcuno lo aiuti a trasportare Charlotte, ma John gli dice che li rallenterà e basta. Devono darsi una mossa perché i flash ora sono molti più ravvicinati, torneranno a prenderla più tardi. Ma Daniel non vuole lasciarla indietro. In quel momento avviene un altro flash.

Isola: Anno Sconosciuto (giorno, 102°)

Locke vuole andare all’Orchidea il prima possibile e Sawyer vuole sapere che cosa ha in mente di fare se quando saranno sul posto la stazione non ci sarà ancora. A quelle parole Charlotte risponde “cerca il pozzo, la troverai al pozzo”. Daniel decide di rimanere con lei e gli altri si incamminano.
John e gli altri arrivano alle rovine dell’Orchidea, ma in quell’istante subiscono gli effetti di un altro salto e le rovine spariscono.

Isola: Anno Sconosciuto (giorno, 102°)

Locke si volta e attirato da qualcosa si addentra nella giungla dove poco lontano trova un pozzo, così come aveva detto Charlotte. Una corda attaccata ad un albero sembra finire in fondo al pozzo.
Nel frattempo Charlotte confessa a Daniel di essere già stata sull’isola, ci è cresciuta ai tempi della Dharma e poi se ne è andata via con sua madre e non ha più rivisto il padre. Nonostante la madre l’avesse convinta che quel posto non era mai esistito lei è diventata un’antropologa soltanto per ritrovare l’isola e ha dedicato tutta la sua vita a questo scopo. Faraday non capisce perché Charlotte le stia raccontando tutto questo e la donna le risponde che in quel momento si è ricordata qualcosa. Quand’era piccola c’era un uomo che la spaventava a morte e che le aveva detto di lasciare l’isola e non farci più ritorno altrimenti sarebbe morta. Ora ricorda che quell’uomo era Daniel.
John ha intenzione di usare la fune per calarsi nel pozzo, è convinto di trovare il modo per andare via dall’isola. Jin non vuole che Sun torni indietro, nonostante Locke dica che deve fare in modo di riportarli tutti. Minacciando di tagliare la corda, Jin costringe John a promettere che non riporterà indietro né Sun né il suo bambino. Nel caso la donna dovesse andare da lui dovrà dirle che è morto, il mare ha portato il suo corpo sull’isola e lo hanno seppellito; come prova Jin consegna a Locke la sua fede nuziale. John dice a tutti che tornerà appena possibile e Juliet lo ringrazia per quello che sta tentando di fare per salvarli. Mentre sta scendendo vediamo una luce intensa provenire dal fondo del pozzo e il tempo si sposta nuovamente.

Isola: Anno Sconosciuto (giorno, 102°)

Locke cade rovinosamente ferendosi gravemente ad una gamba e Sawyer scopre che la corda che sta tenendo finisce nel terreno, il pozzo è scomparso.
Daniel sta cercando di confortare Charlotte dopo l’ennesimo salto, le dice che grazie all’aiuto di Desmond sua madre li potrà salvare, ma la donna sussurra le sue ultime parole e muore.

Locke si trova in una caverna sotto il pozzo e urla dal dolore, ha una frattura alla gamba e cerca disperatamente aiuto. Si sentono dei passi e fa la sua comparsa Christian Shepard. John gli chiede che cosa ci faccia lì sotto e Christian gli risponde che è lì per aiutarlo nel resto del cammino. L’uomo lo rimprovera di aver permesse a Ben di spostare l’isola, quando al capanno aveva detto a Locke che sarebbe stato lui a doverlo fare. John non sa che cosa dovrà fare una volta uscito dall’isola e Christian gli dice che il suo compito è quello di radunare tutti coloro che sono andati via e convincerli ad unirsi a lui. C’è una donna a Los Angeles che è in grado di dirgli come fare a tornare sull’isola, il suo nome è Eloise Hawking. Locke crede di non essere in grado di convincere gli altri ma Christian crede in lui, pensa che sia in grado di farcela. Quando John gli dice che Richard gli ha predetto che sarebbe morto Christian risponde: “Credo sia per questo che lo chiamano sacrificio” e John accetta il suo destino.
Il dott. Shepard dice a Locke che deve sistemare il timone finito fuori asse ma lui non può aiutarlo. Nonostante il lacerante dolore alla gamba John riesce ad alzarsi e vede il timone instabile e dei continui flash di luce verde. Riesce a riassestare il timone mentre Christian gli dice di salutare suo figlio. Alla domanda di Locke su chi sia la stanza viene avvolta dalla luce…

Los Angeles: Inizio 2008

Ben, Sun e Jack arrivano nei pressi di una chiesa. Ben estrae dalla tasca della sua giacca un anello e lo consegna a Sun; è la fede di Jin. Le dice che è stato John a consegnarglielo. Jack gli dice che Locke non è mai andato da Ben il quale ribatte che è lui che è andato a trovarlo. Spiega a Sun che Jin ha dato l’anello a John prima che lasciasse l’isola e forse Locke non è stato in grado di darlo a lei prima di morire. Poi Ben afferma che tutte le persone che sono rimaste sull’isola, incluso Jin, hanno bisogno del loro aiuto e la persona che si trova in quella chiesa è in grado di dire loro come fare a tornare, ma hanno poco tempo e Sun deve decidere in fretta. Sun guarda di nuovo la fede di suo marito e decide di unirsi a Ben.
In quel momento si avvicina Desmond che chiede loro cosa stanno facendo lì. Ben sorpreso gli risponde: “Immagino la stessa cosa che stai facendo tu”. Des replica: “State cercando anche voi la madre di Faraday?”. Ben stupito non risponde ma si dirige all’entrata della chiesa e gli altri lo seguono. Una volta entrati, tra l’incredulità di Desmond, i quattro trovano Eloise Hawking. La donna dice a Ben che pensava che avrebbe portato tutti quanti, ma l’uomo ribatte che questo è il meglio che è riuscito a fare in così poco tempo. Eloise risponde che per il momento dovranno accontentarsi e poi dice “Va bene, iniziamo”…

(autrice: la_ale78)

Rispondi