Turchia | İnsanlık Suçu

Serie cancellata improvvisamente, perché l’attrice protagonista Gizem Karaca è stata condannata a 4 anni e 2 mesi per traffico di droga, così tutte le premesse della serie vanno in fumo per focalizzare chiudendo il tutto prematuramente puntando solo sulla storia d’amore, osteggiata da tutti, tra i 2 protagonisti vittime dell’odio da parte di tutti i familiari.

Cemal si fa in quattro come cameriere per portare i soldi a casa e curare il padre malato, ma questo poco prima di morire gli dice di andare dal ricco zio di cui lui non sapeva neanche l’esistenza.
Questo si presenta al funerale con al seguito tutta la sua famiglia ricca e viziata che di certo non vuol dividere la propria fortuna col parente povero.
Cemal rifiuta l’aiuto e l’invito dallo zio a Istanbul ma poi si ritrova costretto a fuggire li perché accusato di omicidio dopo un incidente in auto.
Nella nuova città decide di riappropriarsi di quel che gli spetta di diritto mentre tutti lo osteggiano, il cugino perché crede che Cemal voglia fregargli la fidanzata che cornifica ripetutamente e la padrona di casa sia per avidità e sia perché il marito gli dice che in realtà Cemal è suo figlio.
Il buon Cemal non era andato li con uno spirito di odio e rivalsa ma tutti gliene fanno talmente tante da spingerlo in quella direzione.

La serie è basata sul romanzo An American Tragedy di Theodore Dreiser.

In tutto in 8 puntate, da 140 minuti ognuna, con un finale da spaccare lo schermo per la rabbia verso un finale troncato.

Rating: ★★★★★☆☆☆☆☆ 

Regia: Reyhan Peker, Ozan Uzunoğlu
Sceneggiatore: Vilmer Özçınar, Nalan Merter Savaş

Cast:

Kaan Yıldırım
Gizem Karaca
Melike İpek Yalova
Laçin Ceylan
Deniz Uğur
Serkay Tütüncü
Cankat Aydos
Ayşe Akın
Ahmet Mümtaz Taylan
Anno: 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.