V Wars

Ian Somerhalder che si cimenta anche nella regia e produzione è gnocco e ok, Adrian Holmes è gnocco e ok, si spogliano e ok, i vampiri son sempre stati gnocchi e affascinanti e ok, Netflix l’ha prodotta e ok, ma il tutto in salsa fantascientifica horror thriller annoia e fa pure decisamente schifo quindi bocciati senza se e senza ma, e infatti non a caso la serie è stata già cancellata dopo la prima stagione ufficialmente.

Il medico scienziato Luther Swann e il suo migliore amico Michael Fayne vengono mandati in una stazione governativa al polo perché lo scienziato che era d’istanza li non aveva più dato notizie di sé, il posto pare deserto e i due vengono esposti ad una materia sconosciuta.

Finiscono in quarantena ma dopo poco, nonostante il parere negativo di Swann, che ancora non aveva studiato tutti gli effetti della materia su di loro, i due vengono mandati in libertà dal capo.
Dopo un po’ accadono strani omicidi, buchi di denti sul collo delle vittime a cui son stati anche prelevati 3 litri di sangue.

Michael Fayne sente che i suoi sensi sono acuiti all’inverosimile e si ritrova nella casa di una donna morta sul letto massacrata, subito chiede a Luther di accorrere in suo aiuto e, nonostante i vuoti di memoria, asserisce di essere innocente: solo l’amico può aiutarlo a ripulire la scena del crimine per guadagnare tempo e trovare il vero assassino; alla fine Luther accetta ma l’indomani, dopo aver raccontato tutto alla moglie, ci ripensa e va a raccontare tutto alla polizia.

Ma è troppo tardi: i morti continuano ad accumularsi e Michael ormai ha acquistato una forza sovrannaturale.

Luther rilasciato tornerà a casa per trovare la sorpresa più sconvolgente di tutta la sua vita.

Infatti questa malattia, che si diffonde rapidamente, trasforma le vittime in vampiri e mette i due migliori amici l’uno contro l’altro in una lotta per il futuro dell’umanità; i due amici, a loro modo, affronteranno la crisi in evoluzione di questo focolaio mortale che spezzerà la società in fazioni opposte, potenzialmente degenerando in una guerra tra umani e vampiri.

Le riprese principali sono state girate a Greater Sudbury e Cambridge, in Ontario, altre scene invece sono state registrate a Toronto, nell’Ontario, in Canada.

Basata sull’omonima serie di fumetti di Jonathan Maberry.

La prima e unica stagione è di 10 episodi da 36-56 minuti ognuno.

Che barba e che noia.

Rating: ★★★★★☆☆☆☆☆ 

Ideatore: William Laurin, Glenn Davis
Regista: Brad Turner, Ian Somerhalder

Cast

Ian Somerhalder: Luther Swann
Adrian Holmes: Michael Fayne
Jacky Lai: Kaylee Vo
Kyle Breitkopf: Desmond “Dez” Swann
Peter Outerbridge: Calix Niklos
Kimberly Sue Murray: Danika Dubov
Sydney Meyer: Ava O’Malley
Kandyse McClure: Claire O’Hagan
Laura Vandervoort: Mila Dubov
Anno: 2019

Rispondi

Scroll Up