Turchia | Son yaz – La scorsa estate

L’estate scorsa di Alperen Duymaz ci piace, riuscendo ad esser gnocco nonostante un taglio di capelli improponibile.

Le strade del procuratore idealista Selim Kara (Ali Atay) e Akgün Gökalp Taskin (Alperen Duymaz) si intersecano inaspettatamente un estate.

Akgün è il figlio del più grande esponente della criminalità turca che il procuratore Kara catturò e imprigionò il giorno del 12° compleanno di Akgün, dopo tutti questi anni di galera improvvisamente Selcuk Taskin decide di collaborare con la giustizia divenendo un pentito per il bene di suo figlio, racconterà tutto al procuratore a patto che lui protegga Akgün e gli dia una vita migliore al di fuori del mondo criminale.

Akgün è in lotta con chi detiene ora il potere per le strade infatti, dopo uno scontro, il figlio di questo vuol assolutamente ucciderlo.

Così inizialmente Akgün segue il Procuratore che si trova costretto a portarlo con se a Çeşme, dove vive la propria famiglia che non “frequenta” da anni, Kara spaventato dalla moglie che vuole in divorzio cerca in tutti i modi di riconquistarla e di riavvicinarsi ai propri figli.

Ma le cose si complicano ancor più quando Akgün tenta di fuggire in Grecia, anche grazie all’aiuto della figlia adolescente di Selim, il figlio del boss l’ha trovato e lo vuole uccidere mentre tenta di insinuarsi anche nelle vite e complesso di ville dove abitano i Kara, Akgün scopre che fu Kara ad arrestare il padre mentre la madre fu l’informatrice per la cattura del marito, il fidanzato della figlia di Selim da di matto perché gelosissimo, la moglie di Kara sta per esser assunta a tempo pieno da un avvocato amico di famiglia con affari loschi e Akgün medita vendetta contro Kara per quello che ha fatto alla propria famiglia, non vi basta?

Non preoccupatevi la tensione è sempre crescente mentre Akgün è anche in perenne lotta con se stesso, se tornare nell’oscurità del mondo criminale o verso la luce di una vita differente anche grazie ai sentimenti che inizia a provare per la figlia di Kara che gli farà da sostegno e voce della coscienza.

Gli episodi sono di 120 minuti circa ognuno.

Teso ed avvincente oltre che gnoccante.

Rating: ★★★★★★¾☆☆☆ 

Regista: Burak Arlıer
Sceneggiatore: Deniz Dargı, Cenk Boğatur, Cem Görgeç

Cast

Alperen Duymaz – Akgün
Ali Atay – Selim
Funda Eryiğit – Canan
Hafsanur Sancaktutan – Yağmur
Emre Karayel – Fatih
Sinan Tuzcu – Metin
Şebnem Dönmez – Serap
Arif Pişkin – Selçuk
Halil Babür – Soner
Sezer Koç – Emel
Yasemin Yazıcı – Naz
Erdem Şanlı – Kaan
Sarp İkiler – Arda
Nedim Ata Arman – Altay
Yunus Narin – Eray
Cengiz Okuyucu – Ahmet
Anno: 2021

Rispondi

Scroll Up