6.16 – Quello per cui sono morti – What they died for

00.50 Occhio di Jack


1.10 (fs) Jack si guarda allo specchio ha una ferita sul collo.

1.28 (fs) David “Allora verrai al concerto stasera, vero?” Jack “Certo. Viene anche tua madre?” David “Sì”. Claire è lì e fa colazione con loro. Jack riceve una telefonata “Jack Shephard” Desmond “Buongiorno, signor Shephard. La chiamo a nome della Oceanic Airlines per informarla che abbiamo trovato… abbiamo rintracciato il bagaglio che era andato perso” Jack “La bara di mio padre? L’avete trovata?” Desmond “Sì, signore, arriverà a Los Angeles entro sera” Jack “è una… è un’ottima notizia. Grazie” Desmond “Di nulla, signore. Qui alla Oceanic siamo davvero desolati che ci sia voluto così tanto tempo. Buona giornata, signore”.

3.11 Jack ricuce la ferita di Kate. Kate “è stato Locke a far loro questo. Dobbiamo ucciderlo, Jack” Jack “Lo so”. Jack “Sarà meglio andare ora” Hurley “Andare dove?” Jack “Prima di morire Sayid, ha detto che Desmond è in un pozzo. Se Locke vuole Desmond morto allora avremo bisogno di lui”.

6.01 (fs) Desmond osserva Locke fuori scuola, tornato dopo esser stato investito. Desmond mette in moto la macchina ma Ben lo scopre. Ben “Ehi, non osi! È lui, l’uomo che ha investito il signor Locke. Qualcuno chiami subito la polizia. Ho visto cos’ha fatto, la dichiaro in ar…” Desmond “Levati di mezzo” lo aggredisce, Ben “Non… Non le permetterò di fare di nuovo del male al signor Locke” Desmond “Non sono qui per fargli del male. Sono qui… per aiutarlo ad andare avanti” Ben “Lei chi è?” Desmond mentre continua a prendere a pugni in faccia Ben, “Vuoi sapere chi sono?”. Ben ha un flash di Desmond mentre lo prendeva a pugni sul molo di Los Angeles, quando tentò di uccidere Penny.

6.55 Miles “Sicuro che sia una scorciatoia, eh?” Ben “Ho vissuto in quelle case per un sacco di tempo, Miles. Penso di ricordarmi come ci si arriva” Miles “Beh, io ho vissuto in quelle case 30 anni prima che lo facessi tu, periodo noto anche come “la scorsa settimana”… ma non ho idea di dove diavolo siamo”

8.07 Miles percepisce qualcosa, Richard “è Alex. Tua figlia. Dopo che te ne sei andato… l’ho sepolta”.

9.05 Miles, nella stanza segreta a casa di Ben dietro la libreria, “Cos’è? Una stanza ancor più segreta?” Ben “è il luogo dal quale mi avevano detto che avrei potuto chiamare il mostro. Questo prima che mi rendessi conto che era lui a chiamare me”.

10.01 Nella cucina di Ben “E tu chi diavolo sei?” Widmore “è con me. Ciao, Benjamin. Posso entrare?” Ben “Cosa ci fai qui? Metti giù il fucile, Benjamin” a Zoe “Vai al molo. Prendi l’equipaggiamento dalla canoa e poi falla affondare” Zoe “Agli ordini” Ben “Lei non va da nessuna parte. Se non mi rispondi, giuro che…” Widmore “Se mi spari… con me se ne va la tua ultima possibilità di sopravvivenza. Vai. Non ti farà nulla. Cosa ci fai qui, Richard?” Richard “Stiamo prendendo l’esplosivo per distruggere l’aereo sull’altra isola” Widmore “E perchè mai vorreste fare una cosa simile?” Ben “Non sono fatti tuoi” Widmore “Ho fatto riempire quell’aereo di esplosivo non appena sono arrivato. Come al solito, Benjamin, sono sempre tre passi avanti a te” Ben “Come hai fatto a tornare qui, Charles?” Widmore “è stato Jacob a chiedermelo” Ben “Stai mentendo. Tu nemmeno l’hai mai visto Jacob” Widmore “Direi proprio di sì, invece. Mi ha fatto visita. Non molto tempo dopo che la tua gente ha distrutto la mia nave. Mi ha fatto capire che i miei metodi erano sbagliati… e mi ha detto tutto quello che dovevo sapere proprio per questo scopo” Ben “Che scopo?” Zoe dal walkie talkie “Charles…” Widmore “Dimmi” Zoe “Locke. Sta arrivando” Widmore “Ti ha vista?” Zoe “No, non credo. La canoa è ancora lì. Non ho fatto in tempo a…” Widmore “Scappa. Torna qui più in fretta che puoi. Se non volete morire… dobbiamo nasconderci.

11.59 (fs) Ben allo specchio. Locke “Dottor Linus? Sta bene? Ho sentito che c’è stato un incidente nel parcheggio” Ben “Sì, ho avuto una colluttazione” Locke “Una colluttazione? Con chi?” Ben “Ho visto l’uomo che l’ha investita, signor Locke, è tornato. Mi sono avvicinato a lui e… mi ha aggredito. E poi è successa una cosa stranissima… mentre mi picchiava, credo… credo di aver visto… qualcosa. Cosa sta facendo?” Locke “Chiamo la polizia” Ben “Forse non è il caso” Locke “Perchè non sarebbe il caso?” Ben “Quell’uomo mi ha detto che non stava cercando di farle del male. Mi ha detto che stava cercando di aiutarla ad andare avanti”.

13.15 (fs) James “Come mai così in tiro? È morto qualcuno?” Miles “Il galà di beneficenza al museo di mio padre? Il concerto di cui ti ho parlato per tutta la settimana… ti dice niente?” James “Sì, non pensavo ad altro” Miles “L’invito è sempre valido, in caso ti andasse di venire” James “Ci sarà anche quella rossa che mi odia?” Miles “Charlotte? Sì” James “Ok, allora passo”

13.32 (fs) Desmond “Qualche giorno un pirata della strada… ha investito un uomo, al liceo Washington Tustin. E stamattina… uno degli insegnanti è stato… è stato brutalmente aggredito… dallo stesso sospettato” James “Sì, e allora?” Desmond “Quel sospettato sono io” James “Grazie per aver risparmiato ai contribuenti la fatica di darle la caccia”. Desmond viene portato nella stessa cella in cui si trova Sayid, in quella a fianco c’è Kate.

16.02 Jacob bambino “Dammi le ceneri” Hurley “Cosa? E tu chi sei?” Jacob bambino “Dammi le ceneri che hai preso tra le cose di Ilana quando è morta. So che ce le hai in tasca” Hurley “Perchè?” Jacob bambino “Perchè sono mie” Hurley “A cosa ti servono?” il bambino afferra il sacchetto e scappa. Hurley lo insegue e trova Jacob seduto tra fiori rossi “Ehi!” Jacob “Ciao, Hugo” Hurley “Coso. Ho aspettato che ti facessi vivo. Dove sei stato?” Jacob “Non ha importanza. Sono qui adesso” Hurley “Hai visto un ragazzino correre da questa parte con in mano le tue ceneri?” Jacob “Le mie ceneri sono qui, in questo fuoco. Quando si spegnerà, non mi rivedrai mai più” Hurley “Ehm… cosa?” Jacob “Dovresti andare a prendere i tuoi amici. Siamo molto vicini alla fine, Hugo”.



17.33 Zoe “Charles, andiamocene” Widmore “Non c’è tempo. Linus ha una stanza segreta. Forza. Cosa stai aspettando?” Ben “Non ho intenzione di nascondermi. Mi troverà comunque prima o poi. Preferisco farla finita” Miles “Sono entrambi degli ottimi piani, ma penso che sceglierò di sopravvivere. Casomai aveste bisogno di noi, ci troverete correre nella giungla” Ben “Miles, aspetta. Datemi i walkie-talkie” Widmore “Perchè?” Ben “Perchè ve l’ho chiesto. Grazie. In caso avessi bisogno di voi” Widmore “Ti ucciderà, lo sai benissimo” Ben “Allora immagino che questo sia un addio. Vi dispiace unirvi a me qua fuori, mentre attendo l’inevitabile?” Richard “Lascia che ci parli io. Conosco quest’uomo. Tutto ciò che vuole è che io mi unisca a lui, e se riesco a convincerlo a venir via con me, forse questo darà a tutti voi una chance” Miles “Buona fortuna”. Il fumo attacca e scaraventa in aria Richard.

19.40 Flocke “Proprio la persona che stavo cercando” Ben “Beh, mi hai trovato. Posso offrirti un bicchiere di limonata?” Flocke “Ho bisogno che tu… uccida alcune persone per me, Ben” Ben “E… perchè dovrei farlo?” Flocke “Perchè una volta che avrò lasciato quest’Isola…potrai averla tutta per te” Ben “D’accordo” Flocke “Bene. Ora… di chi è quella canoa attraccata al molo?” Ben “Credo che sia di Charles Widmore” Flocke “E sai per caso dove posso trovarlo?” Ben “è nascosto nel mio rifugio”.

20.48 (fs) Alex “Oh, mio dio. Cos’è successo?” Ben “Mi sono ritrovato ad affrontare un tale che era davvero di pessimo umore” Alex “Cosa? Perchè mai qualcuno dovrebbe volerle fare del male? Lei è tipo, la persona più gentile del mondo” Ben “Suppongo che mi abbia scambiato per qualcun altro” Alex “Beh, non dovrebbe guidare. Mia madre è lì che mi aspetta. Perchè non si fa dare un passaggio a casa? … Ehi, mamma. Ti va bene se diamo un passaggio a casa al dottor Linus?” Danielle “Certo. Dopo tutto quello che ha fatto per mia figlia. Un passaggio è il minimo che possiamo fare. Sono Danielle.. Oh no, insistiamo. Potremmo persino arrivare a rapirla” Ben “Se posso permettermi di fare una domanda indiscreta… Dov’è suo padre?” Danielle “è morto. Quando Alex aveva due anni. Probabilmente è questo il motivo per cui si è così legata a lei… Tutto l’interesse che ha dimostrato nei suoi confronti, tutto l’aiuto che le ha dato… Lei è la cosa più vicina ad un padre che abbia mai avuto”.

21.21 Scritta

23.22 Ben “Dopo di te. Charles e la sua amica sono là dentro. Lei è armata. Ma immagino che questo non rappresenti un problema per te” Flocke “Aspetta qui fuori. Non c’è bisogno che tu assista a tutto questo” Ben “Io voglio assistere. Mi spiace, Charles” Flocke “Che piacevole sorpresa. è bello… poter parlare senza quelle recinzioni a dividerci. E lei sarebbe…” Zoe “Zoe. Mi chiamo Zoe. Io…” Widmore “Non parlargli. Non dire nulla” Flocke le taglia la gola, Widmore “Perchè lo hai fatto?” Flocke “Le hai detto di non parlarmi. Ciò l’ha resa del tutto inutile. Allora, Charles. è chiaro che non hai paura di morire. Quindi c’è solo un modo per spronarti a dirmi quello che voglio sapere. Presto tutto questo sarà finito, otterrò quel che voglio e finalmente lascerò quest’isola. E quando lo farò, la prima cosa che farò sarà uccidere tua figlia. Penny” Widmore “La ucciderai comunque, che io parli o no” Flocke “No, non è vero. Ti do la mia parola” Widmore “E dovrei fidarmi della tua parola?” Flocke “Dimmi perchè sei tornato quaggiù e non farò alcun male a tua figlia” Widmore “Ho riportato Desmond Hume di nuovo qui, per via della sua eccezionale resistenza all’elettromagnetismo. Era una specie di ultima risorsa” Flocke “Cosa intendi per “ultima risorsa”?” Widmore “Non aggiungerò altro davanti a lui” Flocke “Beh, allora sussurramelo all’orecchio” Charles sussurra qualcosa all’orecchio di Flocke ma Ben gli spara tre colpi di pistola “Non deve avere la possibilità di salvare sua figlia” Flocke “Ben… Non smetti mai di sorprendermi. Per fortuna mi aveva già detto quello che volevo sapere, per cui… poco male!” Ben “Bene. Hai detto che c’erano altre persone da uccidere?”

26.50 Jacob “Ciao, Kate. James. Jack” Hurley “è lì vicino al fuoco. Vi saluta…” Jack “L’ho sentito” Hurley “Cosa, riesci a vederlo?” Jack “Sì, riesco a vederlo” Hurley “Kate? Sawyer? Anche voi?” annuiscono, Kate “Quindi sei stato tu a scrivere i nostri nomi su quella parete” Jacob “Sì” Kate “Sun e Jin Kwon e Sayid Jarrah… Hai scritto i loro nomi sulla parete?” Jacob “Sì” Kate “è per questo che sono morti?” Jacob “Mi dispiace molto” Kate “Ti dispiace?” Hurley “Kate” Kate “No, voglio sapere il perchè. Voglio sapere che Sun e Jin e Sayid non sono morti invano” Jacob “Sedetevi qui e vi dirò per cosa sono morti. Vi dirò perchè ho scelto loro. E perchè ho scelto voi. E vi dirò tutto quello che c’è bisogno di sapere su come proteggere quest’Isola perchè non appena quel fuoco si spegnerà… uno di voi dovrà cominciare a farlo”.

28.38 (fs) Locke “Ha un minuto?” Jack “Signor Locke, sì. Sì, si accomodi” Locke “è suo figlio?” Jack “Sì, allo scorso Giorno del Ringraziamento” Locke “è identico a lei” Jack “Non lo dica a lui. Dunque, che posso fare per lei, signor Locke?” Locke “Dottor Shephard, io e lei eravamo sullo stesso volo da Sydney. Mi ha dato il suo biglietto da visita e… il giorno dopo l’ho buttato via, senza offesa” Jack “Nessuna offesa” Locke “Comunque sia… Qualche giorno dopo vengo investito da un’auto. E fra tutti i medici di Los Angeles, sono finito da lei. E dopo… avermi salvato la vita, continua comunque a volermi rimettere in sesto. E io continuo… a non voler essere rimesso in sesto. Ok, poi… L’uomo che mi ha investito… torna alla mia scuola, oggi, di nuovo. Prende a pugni un insegnante nel parcheggio, però sa cosa gli ha detto? Gli ha detto che non era lì per farmi del male… era lì per aiutarmi ad andare avanti. Ed è esattamente la stessa cosa che lei ha detto a me l’ultima volta che ci siamo visti” Jack “Mi scusi, sta dicendo che io ho mandato questo uomo a investirla?” Locke “No, no, no. Ma se tutto questo… Forse tutto questo sta accadendo per un motivo. Forse è destino che lei mi rimetta in sesto” Jack “Signor Locke, io voglio metterla in sesto ma penso stia confondendo una coincidenza con il destino” Locke “Lo chiami come le pare, ma io sono qui. E… Credo di essere pronto a lasciare questa sedia”.

26.50 Jacob “Non so proprio da dove cominciare” Hurley “Che ne dici di cominciare dal perchè ci hai portato sull’Isola?” Jacob “Vi ho portato qui perchè ho commesso un errore. Un errore che ho commesso molto tempo fa e ora… per questo motivo, c’è una buona probabilità che ciascuno di voi… e ogni persona alla quale abbiate mai voluto bene, stia per morire” James “Quale errore?” Jacob “Voi lo chiamate “Il Mostro”… ma sono io il responsabile di ciò che gli è accaduto. Sono stato io a farlo diventare così. E da allora… non ha fatto altro che cercare di uccidermi. Era solo una questione di tempo prima che capisse come fare, e non appena ci fosse riuscito… qualcuno avrebbe dovuto prendere il mio posto. Ed è per questo che vi ho portato qui” James “Dimmi una cosa, Jacob… perchè devo essere punito io per il tuo errore? Cosa ti ha fatto credere di poterti immischiare nella mia vita? Stavo benissimo prima che trascinassi il mio culo su questo maledetto scoglio” Jacob “Invece no. Nessuno di voi stava bene. Non ho strappato via nessuno di voi da un’esistenza felice… Eravate tutti imperfetti. Vi ho scelto perchè eravate come me… eravate soli. Eravate tutti alla ricerca di qualcosa che là fuori non riuscivate a trovare. Vi ho scelto perchè avete bisogno di questo posto tanto quanto questo posto ha bisogno di voi” Kate “Perchè hai cancellato il mio nome dalla tua parete?” Jacob “Perchè sei diventata madre, è solo una riga di gesso in una caverna. Il compito è tuo se lo vuoi, Kate” Jack “Qual è questo compito?” Jacob “C’è una luce al centro dell’Isola. Dovete assicurarvi che non si spenga mai, è così che la proteggerete” James “Il tuo amico mostro ha detto che non c’era nulla da cui proteggerla” Jacob “Dovrete proteggerla da lui. Dovete fare ciò che io non ho potuto fare.. Che non sono stato capace di fare” Jack “Vuoi che lo uccidiamo? È possibile?” Jacob “Spero di sì, perchè di certo lui tenterà di uccidere voi” Hurley “Dunque… In che modo sceglierai?” Jacob “Non sceglierò, Hugo. Voglio che voi abbiate l’unica cosa che a me non è stata concessa. La possibilità di scegliere” Kate “E se nessuno di noi scegliesse di farlo?” Jacob “Allora finirà molto male” Jack “Lo farò io, è per questo che sono qui, è per questo… Questo è ciò che sono destinato a fare” Jacob “è una domanda, Jack?” Jack “No” Jacob “Bene. Allora è il momento”.

34.45 James Ford “E io che pensavo che quell’uomo avesse gia’ il complesso del Padreterno” … Jacob “Ricordi quel campo di bambù nel quale ti sei svegliato quando sei arrivato qui?” Jack “Sì” Jacob “Al di là di quel campo, superato il crinale, c’è il cuore dell’Isola, è lì che si trova la luce, è lì che sta cercando di andare. Ed è quello ciò che devi proteggere” Jack “Oltre i bambù… non c’è niente” Jacob “Invece sì, Jack. E ora sarai in grado di trovarlo. Hai una tazza?” Jack “Sì. Sì, in effetti sì” Jacob “Bevi” dell’acqua di un ruscello dopo aver detto delle parole in latino, Jack “Per quanto tempo dovrò svolgere questo compito?” Jacob “Finchè potrai. Adesso sei come me”.

38.02 (fs) Desmond, Kate e Sayid vengono spostati alla prigione della contea, Kate cerca di convincere Ford a liberarla ma non lo fa. Sulla camionetta, Desmond “Credo sia ora di andare” Kate “Che cosa?” Desmond “Ho detto che credo sia ora di andare. Sei pronta ad andartene da qui?” Kate “Scusa, e tu chi saresti?” Sayid “è un pazzo che si è costituito” Kate “E per cosa ti sei costituito?” Desmond “Ho investito un tizio su una sedia a rotelle” Sayid “Vedi cosa intendevo?” Desmond “Va bene… sono pazzo. Ma tu vuoi andartene da qui o no?” Kate “Cosa farai, dirai all’autista di fermarsi?” Desmond “L’autista sa già dove deve fermarsi. Ma quando succederà, dovrete fidarmi di me” Sayid “Fidarci?” Desmond “Esatto. Perchè dopo che vi avrò liberato… chiederò a ognuno di voi di fare qualcosa. E voi dovrete promettermi che lo farete. Allora, che ne dici?” Sayid “Certo, te lo prometto” Desmond “E tu?” Kate “Ok, certo” Desmond “Allora ok” Ana Lucia “Chi è Hume?” Desmond “Sono io” Ana “Dov’è il tuo amico con i miei soldi? Altrimenti dovrò dire che vi ho sparato mentre cercavate di scappare” Desmond “Non preoccuparti, arriverà” Desmond “Eccolo che arriva” Hurley “Scusa per il ritardo, coso” Desmond “Non c’è problema” Hurley “Ehi, non mi avevi detto che ci sarebbe stata anche Ana Lucia” Ana “Ciccio, ci conosciamo?” Hurley “Oh… no, non ci siamo mai visti prima. Comunque… ecco i tuoi soldi. 125mila, giusto?” Ana “Sì, esatto. Piacere di non avervi conosciuto” Hurley “Lei non viene con noi?” Desmond “No, non è ancora pronta” Hurley “Ti ho portato la mia Camaro. Le chiavi sono sotto il tappetino, il resto nel bagagliaio” Desmond “Ok, bene. Lo sai dove devi portarlo, vero?” Hurley “Certo” Desmond “Ok, dobbiamo andare. Tu vai con lui. Invece tu con me” Kate “In che senso “con te”?” Desmond “Noi… andiamo a un concerto. Forza!”

40.40 Ben “Ehi, posso chiederti una cosa?” Flocke “Spara” Ben “Se puoi trasformarti in fumo ogni volta che vuoi… perchè perdi tempo a camminare?” Flocke “Mi piace la sensazione di avere del terreno sotto i piedi. Mi ricorda che… un tempo ero umano. Siamo arrivati” Ben “Hai sete?” Flocke “Questo è il pozzo nel quale ho gettato Desmond Hume” Ben “Qual è il problema?” Flocke “Ho mandato Sayid a uccidere Desmond, evidentemente non l’ha fatto” Ben “Sembra che qualcuno l’abbia aiutato ad andarsene” Flocke “No, Ben, qualcuno ha aiutato me ad andarmene” Ben “Che cosa ti ha detto Widmore?” Flocke “Mi ha detto che Desmond era una specie di fail-safe. L’ultima risorsa di Jacob nel caso, Dio ce ne scampi, fossi riuscito a uccidere tutti i suoi amati candidati. Un ultimo modo per assicurarsi che io non riuscissi mai a lasciare questo posto” Ben “Ma allora… perchè sei contento del fatto che è ancora vivo?” Flocke “Perchè troverò Desmond… e quando lo troverò, mi aiuterà a fare l’unica cosa che non potrei mai fare da solo. Distruggerò l’Isola”.

Rispondi