6.14 – Il candidato – The candidate

00.00 (fs) Jack “Signor Locke? Signor Locke? Signor Locke, mi sente? Bentornato” John “Io la conosco” Jack “Eravamo sullo stesso volo da Sidney, ci siamo incontrati agli oggetti smarriti, lei aveva… perso i suoi coltelli. Mi chiamo Jack Shephard” John “Cos’è successo?” Jack “è stato investito da un’auto, è appena uscito dalla sala operatoria” John “Va… Va tutto bene?” Jack “ C’è stata una lesione al sacco durale… ma penso di aver rimesso tutto quanto a posto. Signor Locke, durante l’operazione ho osservato la lesione alla colonna vertebrale che l’ha costretta sulla sedia a rotelle, e… Speravo potesse dirmi com’è successo” John “Perchè?” Jack “Perchè penso che lei sia un candidato” John “Un candidato per cosa?” Jack “Una nuova procedura. Un tipo di operazione che stiamo sviluppando, e… Se funzionasse, potrebbe restituirle la sensibilità alle gambe, di fatto… potrebbe persino tornare a camminare. Se mi darà la possibilità, signor Locke, penso che… che potrei rimetterla in sesto” John “No, grazie” Jack “Ma c’è un rischio minimo e i benefici…” John “Ho detto di no, dottore”

2.51 Seamus “Entrate” James “Non esiste che io ritorni dentro una di quelle gabbie” Seamus “Ma io ho un fucile, quindi…” James “Ora non più, soldatino” Widmore “Getta il fucile. Metti giù il fucile o la uccido” James “Non hai intenzione di uccidere nessuno, altrimenti non ci metteresti in una gabbia” Widmore “Ho una lista di nomi. Ford, tu ci sei. Così come Reyes e i Kwon. Kate Austen? Lei non c’è. Per me non ha alcuna importanza che viva o che muoia” Kate “Non dargli ascolto” Widmore “Potrete anche non crederci… ma lo sto facendo per il vostro bene” James “Hai ragione. Non ti credo” Widmore “La recinzione è attiva?” Paul “Dicono che ci vuole un’ora” Widmore “Non abbiamo un’ora. Dì loro di fare più in fretta. Sta arrivando”. Hanno messo la recinsione sonica intorno alle gabbie.

4.37 (fs) Jack “Sa dove posso trovare il dottor Nadler?” Bernard “Lo può trovare proprio qui. E se non è un paziente… può chiamarmi Bernard” Jack “Salve, Jack Shephard. Faccio il chirurgo al San Sebastian… e speravo di poter dare un’occhiata alla cartella di un suo paziente” Bernard “Di che paziente parliamo?” Jack “Si chiama John Locke… e la nostra documentazione dice che ha eseguito su di lui un… intervento di chirurgia orale d’emergenza circa 3 anni fa” Bernard “E esattamente cosa sta cercando?” Jack “Voglio sapere come è rimasto ferito” Bernard “Posso permettermi di chiederle perchè è così interessato al signor Locke, Jack?” Jack “Ci siamo conosciuti circa una settimana fa. Eravamo sullo stesso volo di ritorno dall’Australia” Bernard “L’Oceanic 815. Ero vicino a lei, dall’altra parte del corridoio. Se la memoria non m’inganna, stava facendo il cascamorto con mia moglie Rose mentre io ero al bagno. Piuttosto strano, eh?” Jack “Già” Bernard “Beh… Magari ha scoperto qualcosa d’interessante, eh? Ok, non posso violare la riservatezza del paziente e dirle qualcosa che non dovrei. Ma quello che posso dirle è che quando ho operato il signor Locke… c’era un altro uomo coinvolto nello stesso incidente” Jack “Aspetti, parliamo di… tre anni fa, e lei se lo ricorda?” Bernard “Certo che me lo ricordo, Jack” scrive su un foglietto, Jack “Anthony Cooper” Bernard “Buona fortuna, dottore. Spero riesca a trovare quel che cerca”

6.22 Jack “Che è successo?” Sayid “Siamo stati attaccati con un mortaio. Gli uomini di Widmore ci hanno sparato addosso. Locke ti ha salvato” Jack “E il resto del gruppo? Che ne è stato?” Sayid “Quelli che non sono rimasti uccisi si sono dispersi nella giungla. Siamo rimasti solo noi tre ora” Jack “Perchè mi ha portato qui?” Flocke “Perchè i tuoi amici si sono fatti catturare. E ora… dobbiamo andare a salvarli” Jack “Salvarli da cosa?” Flocke “Widmore li ha chiusi in una gabbia a meno di un chilometro verso l’interno” Jack “Perchè dovrebbe…” Flocke “Sai, glielo chiederei, se non fosse che… non credo che sarebbe disposto a darmi una risposta sincera. Ma non riesco proprio a immaginare che le sue intenzioni siano buone. Se ci muoviamo subito, possiamo far fuggire la tua gente, correre verso l’aereo e andarcene da quest’isola prima che Widmore scopra che cos’è stato a colpirlo” Jack “Non sono “la mia gente”… e non intendo lasciare l’Isola” Flocke “Beh, Jack, spero ancora che tu possa cambiare idea a riguardo. Ma i tuoi amici vogliono andarsene. E dal momento che sono scappati da me usando la mia barca, avrò bisogno del tuo aiuto per convincerli che possono fidarsi di me” Jack “Per quale motivo io dovrei fidarmi di te?” Flocke “Perchè potrei ucciderti, Jack. Proprio qui… in questo preciso istante. E potrei uccidere tutti i tuoi amici, e non c’è nulla che tu potresti fare per fermarmi. Ma invece di ucciderti, ti ho salvato la vita, e ora… voglio salvare anche loro. Allora, intendi aiutarmi?”

8.24 James “Non ti senti come se stessimo correndo in cerchio? Di nuovo in queste gabbie… Tranne per il fatto che l’ultima volta la pistola era puntata sulla mia di testa” Kate “Non mi avrebbe uccisa, James” James “Quella grotta di cui ti ho parlato… dove sono scritti tutti i nomi? C’era anche il tuo nome. Ma era cancellato. Non gli servi, Kate”

9.51 “Cos’è successo?” Paul “Qualcuno ha staccato la corrente” Seamus “Manda una squadra al generatore, subito!” si sente il rumore del Fumo Nero, si scaglia contro Seamus e lo uccide

12.36 (fs) Al Sun Palms Nursing Home, Helen “Ehm… Dottor Shephard?” Jack “Salve!” Helen “Che ci fa qui?” Jack “Ehm… sono qui per incontrare Anthony Cooper. Lo conosce? Anche lei è qui per lui?” Helen “Cosa vuole da Anthony?” Jack “Vorrei parlargli dell’incidente in cui è rimasto coinvolto con il signor Locke” Helen “Ehm, dottor Shephard… se ne vada” Jack “Senta… Voglio solo aiutarlo” Helen “Lo so. John mi ha raccontato dell’operazione. Non vuole farla” Jack “Perchè non vuole?” Helen “La prego, dottor Shephard, lasci perdere. Ha salvato la vita a John. Perchè questo non può essere sufficiente?” Jack “Perchè non lo è” Helen “Le presento Anthony Cooper, è il padre di John”

14.01 Flocke va verso l’aereo Ajira, due uomini di Widmore gli sparano contro la i proiettili non gli fanno nulla, uccide i due uomini, strappa dal polso un orologio a uno dei due e sale sull’aereo, vede dei fili che arrivano nelle cappelliere, prende qualcosa ivi contenuto.

15.28 Lapidus “Vediamo cosa ci vuole per fare volare questo tesorino” James “Porca puttana. Ha il collo spezzato” Flocke “Perchè gliel’ho spezzato io. Se può consolarvi, Widmore sapeva che avrei ucciso questi uomini. Sorvegliavano l’aereo soltanto per finta. Se Charles avesse voluto davvero impedirmi di salire a bordo, non avrebbe… spostato le sue piccole recinzioni” Hurley “Beh… aspetta, ora vuole farci lasciare l’Isola?” Flocke “No, Hugo, vuole che ci riuniamo nello stesso posto, nello stesso momento. Un bello spazio ristretto dal quale non abbiamo speranza di uscire. Per poi ucciderci” James “Ucciderci, con cosa?” Flocke “Con questo. Quattro panetti di C4. Li ho trovati in uno dei compartimenti, collegati al sistema elettrico dell’aereo. Se lo avessimo acceso… Boom!” Jin “Ora che facciamo?” Flocke “Non possiamo sapere se ha messo altro esplosivo sull’aereo, non è sicuro. Se vogliamo lasciare l’Isola… credo che dovremo prendere il sottomarino” James “è quello che ho sempre detto” Hugo “Coso, aspetta. Lui non deve lasciare l’Isola. Alpert ha detto…” James “Al diavolo Alpert. Non è qui. Ci hai salvato le chiappe per due volte. A quanto pare mi sbagliavo su di te” Flocke “Grazie, James. Il sottomarino sarà ben difeso. Ci sarà bisogno di tutti” Jack “Vi aiuterò ma come ho detto… non verrò con voi” Flocke “Va bene. Andiamo” Claire “Ehi…Scusami se…” Flocke “Tranquilla, Claire. Capisco perchè sei andata con loro” James “Ehi, Doc, ascolta… Se non vuoi lasciare l’Isola, sono maledetti affaracci tuoi. Ma ti chiedo un ultimo favore. Non mi fido neanche un pò di quella cosa. Quindi ecco cosa ho bisogno che tu faccia. Quando arriveremo al molo… fai in modo che non salga sul sottomarino” Jack “E cosa dovrei fare? Hai visto cos’ha fatto prima” James “Fallo finire in acqua e basta, io penserò al resto”.

18.18 (fs) Jack “Signor Locke, è sveglio?” Locke “Premi il pulsante” Jack “Signor Locke, mi sente?” Locke “Vorrei che ti fossi fidato di me”.

18.33 (fs) Claire “Mi scusi” Jack “Signorina Littleton?” Claire “Dottor Shephard, la stavo cercando. L’avvocato mi ha detto che lavora qui. Possiamo parlare?” Jack “Sì” Jack prende dal distributore una barretta Apollo

19.09 (fs) Claire “So che per lei questo è imbarazzante quanto lo è per me, non ho mai neppure conosciuto quest’uomo. Comunque, l’avvocato mi ha dato questo. Ha detto… che mi arriveranno altre cose, ma mio padre… si è raccomandato espressamente che ricevessi questa. Lei sa perchè o cosa dovrebbe significare?” Jack “Non ne ho idea… Ma a suo tempo… non sapevo neppure di lei” Claire “Nostro padre… posso chiederle come è morto?” Jack “L’hanno trovato in un vicolo, fuori da un bar, a Sydney. Ha bevuto fino a morire. Sono andato fin laggiù per riportare a casa la salma ma poi… la compagnia aerea lo ha perso” Claire “Sono arrivata da Sydney proprio qualche giorno fa” Jack “Quando?” Claire “Mercoledì scorso” Jack “Il volo Oceanic 815?” Claire “Sì” Jack “Posso dare un’occhiata?” Claire “Certo. Faccia pure” Jack “Mi dispiace, vorrei poter sapere perchè ha voluto che lo avesse lei” Claire “Sì, anch’io. Beh… è stato un piacere rivederla. Grazie per avere cercato di darmi una mano” Jack “Dove alloggia?” Claire “In fondo alla strada, in un motel” Jack “Perchè non viene a stare da me?” Claire “A stare da lei? Cioè, noi… siamo degli estranei” Jack “No, non siamo degli estranei. Noi siamo… una famiglia”

23.32 Flocke vicino al molo scambia gli zaini e da a Jack quello che aveva lui con dentro il C4. Flocke “Sei sicuro di non voler ripensarci, Jack?” Jack “Sì, sono sicuro” Flocke “Chiunque ti abbia detto che dovevi restare, non aveva idea di cosa stava dicendo” Jack “John Locke mi ha detto che dovevo restare” Jack spinge Flocke in acqua, Kate viene colpita alla spalla sinistra da un colpo sparato dagli uomini di Widmore. Salgono tutti sul sottomarino tranne Claire, James la chiama ma si avvicina velocemente Flocke, James chiude il boccaporto ed ordina l’immersione. Claire “Aspettate. Aspettate” Flocke la ferma “Claire, aspetta. Claire. Va tutto bene. Va tutto bene” Claire “No! Ci stanno lasciando qui” Flocke “No, fidati di me. Non vorresti essere su quel sottomarino”.

26.43 Jack scopre la bomba nel suo zaino. Jack “Locke. Abbiamo fatto esattamente quello che voleva. Dobbiamo risalire in superficie” James “Ma che diavolo…” Jack “Dobbiamo risalire in superficie, subito” Jin “Lapidus, riportaci su” Lapidus “Stiamo scendendo” Jin “Fallo e basta!” Lapidus al capitano “Hai sentito. Risali!” Hugo “Come è arrivata sul sottomarino?” Jack “Locke l’ha messa nel mio zaino” Jin “Perchè avrebbe dovuto farlo? Voleva venire con noi” James “Lo voleva eccome, cazzo, è per questo che l’ho chiuso fuori” Jack “Lui voleva che lo chiudessi fuori. Hai idea di come funzioni? Possiamo spegnerlo?” Sayid “L’orologio è collegato alla batteria. La batteria fa detonare l’esplosivo” James all’interfono “Quanto tempo ci vuole per tornare in superficie, Frank?” Lapidus “Almeno 5 minuti” James “Non ce li abbiamo 5 minuti. Cosa possiamo fare Sayid?” Sayid “Questi fili, escono dall’orologio. Se li sconnettiamo dalla batteria, tecnicamente, la bomba dovrebbe essere inerte” James “”Tecnicamente”?” Sayid “Sì, ma devi sfilarli nello stesso momento, e non sono sicuro che…” James “Spostati” Jack “No, aspetta. Aspetta” James “Cosa diavolo fai, Doc?” Jack “Non succederà niente” James “Che cosa?” Jack “Non staccare i fili, non succederà niente” James “Se non tiro questi fili, Locke ci spedirà all’altro mon…” Jack “No, non lo farà! Locke non può ucciderci” Hugo “Cosa?” Jack “Questo è quello che voleva, è quello che stava aspettando. Tutto ciò che ha fatto, l’ha fatto per condurci a questo punto. Voleva riunirci nello stesso posto, nello stesso momento. In uno spazio chiuso, dal quale non avremmo avuto speranze di uscire” Jin “Non capisco” Jack “Locke ha detto che non può lasciare l’Isola senza di noi. Io credo che non possa lasciare l’Isola se non siamo tutti morti. Mi ha detto che avrebbe potuto ucciderci tutti in qualsiasi momento, ma se invece non l’avesse fatto perchè non… perchè non gli è permesso? E se stesse cercando di farci ammazzare a vicenda?” James “Togliti di mezzo, Doc” Jack “No, se avesse voluto che quella cosa scoppiasse, perchè avrebbe messo un timer? Perchè non tirarla direttamente dentro?” James “Non mi interessa” Jack “ Non succederà niente” James “Non sta a te deciderlo” Jack “Non può ucciderci!” James “Non me ne starò qui con le mani in mano!” Jack “James… Andrà tutto bene. Devi solo fidarti di me” James “Mi dispiace, Doc, ma non mi fido” stacca i fili, il timer si ferma ma dopo poco riparte più velocemente di prima, Sayid “Ascolta attentamente. Sull’isola principale c’è un pozzo, a meno di un chilometro a sud dell’accampamento dal quale siamo venuti. Dentro c’è Desmond. Locke lo vuole morto, il che significa che vi servirà. Hai capito?” Jack “Perchè mi stai dicendo tutto questo?” Sayid “Perchè è tutto nelle tue mani, Jack” Sayid prende la bomba e scappa via di lì, esplode. Lapidus si dirige verso il gruppo ma viene colpito da una porta, il sottomarino s’inonda. Hugo porta fuori Kate, Sun resta bloccata dietro dei pezzi di ferro, mentre Jack e James, insieme a Jin, tentano di liberarla James viene colpito alla testa da una trave di ferro, Jack porta fuori James. Jin non riesce a liberare Sun, muoiono insieme. Il sottomarino affonda.

36.12 (fs) John Locke viene dimesso dall’Ospedale, nel corridoio incrocia Jin.

36.29 (fs) Jack “Signor Locke. Per fortuna l’ho trovata. Non ero ancora riuscito a salutarla” Locke “Beh, arrivederci! E grazie ancora, dottor Shephard” Jack “Sono andato da suo padre” Locke “Cosa?” Jack “Quando ha rifiutato l’intervento, ho sentito la necessità di scoprirne le ragioni. E… E… ho pensato che se avessi scoperto che cosa l’ha costretta su quella sedia, allora…” Locke “Sono rimasto coinvolto in un incidente aereo. Avevo… la mia licenza di pilota privato da una settimana, e ho implorato mio padre di essere il mio primo passeggero ufficiale. Era terrorizzato all’idea di volare. Ma l’ho guardato dritto negli occhi e gli ho detto che poteva… fidarsi di me. Ci sollevammo a malapena da terra. Ancora non riesco a… Non ricordo che cosa feci di sbagliato… ma fu colpa mia. Per colpa mia… l’uomo a cui volevo bene più di chiunque altro, non avrebbe più camminato o… parlato, o…” Jack “Sa, il giorno che ci siamo conosciuti… all’aeroporto, mi disse che mio padre se n’era andato per sempre. E… Fa male sentirsi dire una cosa simile, ma sapevo che aveva ragione. Anche suo padre se n’è andato per sempre, signor Locke” Locke “No, no, non è così” Jack “Sì, è così, e può tormentarsi quanto gli pare ma questo non lo riporterà indietro. Ciò che è successo, è successo. E… è in grado di accettarlo” Locke “Cosa le fa pensare che sia così facile?” Jack “Non lo è affatto. In realtà, nemmeno io so bene come farlo. Ed è per questo che speravo che fosse lei il primo a farlo” Locke “Addio, dottor Shephard” Jack “Posso aiutarti, John. Vorrei che ti fidassi di me”.

40.55 Flocke “è affondato” Claire “Cosa? Il sottomarino? Ma… si trovavano tutti all’interno, tutti quanti. Cos’è… sono morti tutti?” Flocke “Non tutti” Claire “Aspetta, aspetta, dove stai andando?” Flocke “A finire ciò che ho iniziato”.

Domande/Considerazioni

4.37 “hope you find what you’re looking for..”. Kate lo dice a Jack quando si ritrovano nel tempio prima che lui parta alla ricerca del faro con Hurley.

36.29 “I think I can fix you” Jack dice a Sarah praticamente la stessa cosa: “I’m going to fix you.” e “I wish you had believed me” sono le stesse parole scritte sul foglio che Locke lascia a Jack prima di morire.

Rispondi