6.12 – Tutti amano Hugo – Everybody Loves Hugo

1.28 (fs) Box 2. Relatore Dottor Chang “Il che ci porta a questa serata, e all’apertura dell’ala di paleontologia “Hugo Reyes” nel Golden State Natural History Museum”. Hugo alla madre “Oh, ricordati che sabato prossimo siamo ospiti di The Human Fund”

2.49 (fs) La madre “domani hai un appuntamento. Con la figlia dei vicini di nonno Tito, Rosalita. Verrà a pranzo con te”.

3.19 Hugo mette un fiore rosso sulla tomba di Libby

4.46 Hugo sente dei sussurri, gli appare Michael “Ehi” Hugo “Che ci fai qui?” Michael “Sono qui per impedirti di uccidere tutti quanti. Non dici niente?” Hugo “Perchè dovrei fidarmi di te? Hai ucciso Libby e Ana Lucia” Michael “Adesso quello non conta. Quello che conta è che volete andare sull’altra isola a far esplodere l’aereo. Moriranno delle persone. Moriranno molte persone, e sarà colpa tua” Hugo “Come?” Michael “Perchè adesso la gente ti ascolta, Hurley”

6.44 (fs) Libby “Hugo?” Hugo “Ciao! Piacere di conoscerti. Non mi aspettavo una come te” Libby “Come, prego?” Hugo “Sai, una così… Carina. Prego, siediti. Non hai l’aria di una Rosalita” Libby “Non mi chiamo Rosalita. Mi chiamo Libby” Hugo “Quindi… non sei tu il mio appuntamento al buio?” Libby “No, ti ho solo visto dall’altro lato della sala” Hugo “Come facevi a sapere come mi chiamo?” Libby “Beh, se te lo dico penserai che sono pazza” Hugo “No, invece” Libby “Hugo… tu credi che due persone possano essere collegate… come delle anime gemelle?” Hugo “Credo di sì” Libby “Tu non ti ricordi di me, vero?” Hugo “Dovrei?” Dottor Brooks “Che stai facendo, Elizabeth? Stai dando fastidio a questo signore?” Libby “No. No, è un mio vecchio amico” Hugo “In realtà ci siamo appena… Aspetti, che succede?” Dottor Brooks “Chiedo scusa per l’intrusione. Andiamo” Libby “No! Dottor Brooks, se solo potessi…” Hugo “Dottore?” Dottor Brooks “Chiedo scusa, si è allontanata un attimo” Hugo “Allontanata da dove?” Libby “Tutto ciò che ho detto, Hugo… lo pensavo sul serio” Dottor Brooks “Ci perdoni”.


“Sì, quattro alla volta” Sul furgone: Santa Rosa Istituto di Igiene Mentale

9.01 Ilana “Va bene, andiamo. Dobbiamo raggiungere le canoe e attraversare il canale fino all’isola dell’Idra prima di sera” Richard “Hai la dinamite?” Ilana “Quattro candelotti. Abbastanza per distruggere la cabina di pilotaggio… e tutta la strumentazione. Quell’aereo non decollerà mai” Hugo “Non so se è una buona idea. Insomma, per prima cosa quella roba è davvero instabile” Ilana “Devi fidarti di me. è tutta la vita che mi addestro per questo” Hugo “Per far saltare in aria la roba?” Ilana “Per proteggervi!” Hugo “Sì, ma in che modo far saltare in aria l’aereo servirà a proteggerci?” Ilana “Quando l’aereo non ci sarà più, quella cosa non potrà più lasciare l’Isola” Hugo “Sì, ma nemmeno noi. E saremo bloccati qui con lui, che sarà piuttosto arrabbiato” Ilana “Jacob mi ha detto che Richard avrebbe saputo cosa fare. E Richard ha detto di far saltare in aria l’aereo, giusto?” Hugo “Sì. Beh… Jacob non ha mai parlato di niente del genere con me. Insomma, e se Richard si sbagliasse?” Ilana “Hugo, io sto agendo nel vostro interesse. Nell’interesse di ognuno di voi! Non c’è nulla di più importante. Quella cosa è malvagia. E Dio ce ne scampi se dovesse mai lasciare l’Isola, perchè se…” la dinamite esplode e Ilana con lei.

10.39 Sawyer “Quei bastardi dell’altra isola hanno preso Jin e stiamo qui seduti a girarci i pollici, senza fare niente” Mib/Flocke “C’è differenza tra… il non fare niente e l’aspettare” Kate “Allora cosa stiamo aspettando?” Mib/Flocke “Siete riusciti a tornare su quest’Isola solo perchè l’avete fatto tutti insieme. Se vogliamo prendere quell’aereo per andarcene, deve succedere la stessa cosa. Stiamo aspettando che arrivino i vostri amici, Kate. Hugo, Sun, Jack. è l’unico modo per poter lasciare questo… scoglio dimenticato da Dio”.

12.32 Hugo trova tra le cose di Ilana un libro e un sacchetto, lo prende

12.55 Richard “Ci serve altra dinamite, altrimenti sarà morta per niente” Jack “Magari è morta per farci capire che dobbiamo stare lontani dalla dinamite” Richard “Beh, Jack, è un rischio che sono disposto a correre” Jack “Richard, ho promesso a Sun che l’avrei portata via da quest’Isola” Richard “Beh, Jack, vorrei che non l’avessi fatto. Se ti fa sentire meglio, puoi dare la colpa a me” Hugo “Penso che Richard abbia ragione è l’unica possibilità che abbiamo. Fidati di me, Jack”

14.07 (fs) Desmond “Chiedo scusa. Ci siamo già visti prima?” Hugo “Questo posto è mio. Forse ha visto il mio spot. Vuole un portachiavi di Mr. Cluck?” Desmond “No, non si tratta di questo. Lei era sul volo Oceanic 815? Una settimana fa, da Sydney?” Hugo “Sì” Desmond “Anch’io!” Hugo “Oh, che coincidenza” Desmond “Senta, le dispiace se mi unisco a lei mentre aspetto la mia ordinazione?” Hugo “Si accomodi” Desmond “Oh, quanto pollo!” Hugo “Io mangio quando sono depresso” Desmond “Allora, lei come si chiama?” Hugo “L’altra sera ho conosciuto una ragazza a un appuntamento al buio” Desmond “E non… non è andata come speravi” Hugo “è assolutamente fantastica, tranne che per un dettaglio, è pazza” Desmond “Molte donne sono un pò pazze, fratello!” Hugo “No, questa vive davvero in un manicomio. Voglio dire, ho visto il furgoncino, è completamente svitata. Cioè, all’inizio sembrava normale, ma poi mi ha detto che noi due ci conoscevamo già. E di quello me ne sarei ricordato” Desmond “Dimmi una cosa. Le hai creduto quando ha detto di conoscerti?” Hugo “Sì. Più o meno” Desmond “Sai, io ti dico di fidarti del tuo istinto. Sai, forse dovresti… dovresti provare a scoprire dove pensa di averti conosciuto… prima di lasciarla perdere” impiegato “Quarantadue! Ordine numero quarantadue!” Desmond “è il mio, fratello, è stato un piacere imbattermi in te”.

16.04 Mib/Flocke “Scusa se Sayid ti ha legato, ma temeva che scappassi prima che riuscissimo a parlare” Desmond “Non lo biasimo. Anche se, come gli ho spiegato prima che se ne andasse, non ho nessun luogo in cui scappare, fratello” Mib/Flocke “Se questa non è la migliore argomentazione contro la prigionia che abbia mai sentito… non so cos’altro sia. (lo slega) Ti spiace se ti faccio un paio di domande, Desmond?” Desmond “No, affatto” Mib/Flocke “Perchè Charles Widmore ti ha riportato sull’isola?” Desmond “Considerando il fatto che sono stato rapito… dovresti chiederlo a lui” Sayid “Degli uomini armati lo guardavano a vista” Desmond “Mi ha portato in una baracca di legno e mi ha esposto a un quantitativo massiccio di elettromagnetismo” Mib/Flocke “Se non è una domanda indiscreta, Desmond, come puoi essere sicuro di quali fossero le radiazioni alle quali ti ha esposto?” Desmond “Esperienza” Mib/Flocke “Sai chi sono io?” Desmond “Certo. Sei John Locke.”… Mib/Flocke “Io e Desmond dobbiamo fare una passeggiata. C’è una cosa che devo farti vedere”.

17.51 Ben “Ti fa riflettere, vero?” Jack “Che cosa?” Ben “Ilana. Era lì, scelta da Jacob, addestrata per venire a proteggere voi candidati, non fa in tempo a dirvi chi siete… e salta in aria. I suoi compiti sull’Isola erano finiti. Chissà cosa succederà quando saranno finiti anche i nostri”. Hugo fa esplodere la Black Rock

19.18 Richard “Perchè diavolo l’hai fatto?” Hugo “Per proteggerci” Richard “A che diavolo stavi pensando?.. E ora che si fa?… Siamo morti. Siamo tutti morti” Miles “Sarebbe stato carino se ci avessi avvisati, Hugo” Hugo “Ho detto “Correte”” Miles “Perchè l’hai fatto?” Hugo “Me l’ha chiesto Michael” Miles “Chi?” Hugo “Michael, è una di quelle persone che tornano a urlarmi contro dopo la loro morte. Mi ha detto che avrei dovuto fermarvi dal far esplodere l’aereo. Quindi… finita la dinamite, finite le esplosioni” Miles “Ti succede spesso? Che i morti ti urlino contro?” Hugo “Succede abbastanza spesso” Miles “E tu… ti limiti ad ascoltare quello che dicono?” Hugo “I morti sono più affidabili dei vivi”.

20.23 (fs) Quadro nella stanza del Dottor Brooks, di Libby dice “Ha dei problemi con la percezione della realtà”

21.27 (fs) Forza 4. Libby “Te ne sei ricordato?” Hugo “No… mi dispiace” Libby “E allora cosa ci fai qui?” Hugo “Dove pensi di avermi conosciuto?” Libby “Non ne sono sicura… so che non ha molto senso” Hugo “Mettimi alla prova” Libby “Qualche giorno fa stavo guardando la televisione e c’era… una delle tue pubblicità, e quando… ti ho visto, è stato come se avessi battuto la testa… mi sono… tornati alla mente un sacco di ricordi… della mia vita, però… era… un’altra vita” Hugo “Che tipo di ricordi?” Libby “Un aereo precipitava. E poi… ero su un’isola…” Hugo “E c’ero anch’io?” Libby “Penso di sì… sì. Ci conoscevamo… ci piacevamo. E poi, quando sono arrivata qui, mi sembrava quasi di… di essere già stata qui, e… non so perchè, Hugo, ma mi ricordavo che anche tu eri stato qui” Hugo “è la prima volta che vengo in un istituto di igiene mentale” Libby “Sì, lo so. E non riesco a togliermi questi pensieri dalla testa, per questo che l’altra sera, quando ti ho visto, dovevo parlarti, perchè… se tu ti fossi ricordato di me…” Hugo “Mi piacerebbe, Libby, ma… non mi ricordo. Mi dispiace” Libby “Non fa niente. Non importa. Sono matta” Hugo “Sì, forse, ma… abbiamo tutti qualcosa che non va, no? Cioè, ci vuole un bel coraggio ad andare da uno sconosciuto e… dirgli che lo conosci perchè… vi siete incontrati in uno strano universo alternativo. Io ho paura… anche solo di salutare una ragazza” Libby “Stai andando benone” Hugo “Ehi, ma tu potresti… uscire di qui? Chiedere un permesso giornaliero, o…” Libby “Sì, sono qui in ricovero volontario” Hugo “Beh… Ti piacerebbe… fare qualcosa?” Libby “Intendi… un appuntamento?” Hugo “Sì” Libby “Mi piacerebbe tantissimo”

25.06 Mib/Flocke “Rinfrescami la memoria, Desmond… quanto tempo hai passato in quella botola a premere il bottone?” Desmond “Tre anni” Mib/Flocke “Ed eccoti di nuovo qua. Se non sapessi cosa c’è dietro, direi che l’Isola ce l’ha con te” Desmond “Perchè, sai cosa c’è dietro?” Mib/Flocke “Come, scusa?” Desmond “Beh, io non sono affatto speciale, fratello. Quest’Isola ce l’ha con tutti noi” Mib/Flocke “è vero” Desmond “Cosa c’è? Chi è quello?” Mib/Flocke “Ignoralo” Desmond “Conosci quel ragazzo?” Mib/Flocke “Ti ho detto di ignorarlo!” il bambino va via

25.57 Jack “Dove vai?” Richard “Ben, agli alloggi della Dharma… ci sono ancora delle granate?” Ben “Degli esplosivi? Sì, credo di sì” Richard “E allora andiamo lì” Jack “Forse dovremmo parlarne” Richard “Parlarne? Non c’è tempo per parlarne. Ma se sai cosa fare, se sai come impedire a quella cosa di andarsene dall’Isola senza far esplodere l’aereo, ti ascolto” Hugo “Io lo so cosa dobbiamo fare” Richard “Davvero? E cosa?” Hugo “Dobbiamo parlare con Locke” Ben “Vuoi farci uccidere?” Hugo “Non è un’idea mia è sua. Jacob dice che dobbiamo parlare con Locke” Richard “Jacob è qui… adesso?” Hugo “Sì” Richard “Chiedigli che cos’è l’Isola” Hugo “Cosa?” Richard “Tempo fa Jacob mi ha detto che cos’è l’Isola. Se ora è davvero qui vicino a me, chiediglielo” Hugo “Non devo dimostrarti niente, Richard. Puoi venire con me… o puoi continuare a cercare di far saltare in aria tutto. A te la scelta, coso” Richard “Sta mentendo. Jacob non gli sta dicendo cosa dobbiamo fare, perchè Jacob non dice mai cosa va fatto. La farò breve… se quella cosa se ne va dall’Isola, sarà la fine. Game over” Miles “Di cosa sarà la fine?” Richard “Di tutto quanto. Distruggerò quell’aereo. E ho bisogno di tutto l’aiuto possibile. Chi viene con me?” Ben “Io” Miles “Ho visto quella cosa in azione, amico. Non ha nessuna intenzione di parlare. Mi dispiace” Richard “Qualcun altro?” Jack “Scusami, Richard. Se Jacob dice che dobbiamo parlare con Locke, parleremo con Locke. Vado con Hugo” Richard “Non intralciateci” Jack “Ok, Hurley. Andiamo a parlare con Locke” Sun scrive “Abbiamo fatto un errore?” Lapidus “è probabile”. Hugo “Secondo te cosa dovremmo… dire a Locke quando arriveremo? Voglio dire… come si rompe il ghiaccio con un mostro di fumo?” Jack “Non preoccuparti. Qualcosa mi dice che sarà soprattutto lui a parlare.
Oppure potrebbe ucciderci tutti e basta” Jack “Sì, potrebbe” Hugo “Prima non ho visto Jacob. L’ho detto solo perchè volevo che tutti mi dessero ascolto” Jack “Lo so” Hugo “Perchè sei venuto con me?” Jack “Da quando Juliet è morta… Da quando è morta per colpa mia… il mio unico scopo è stato rimediare. Ma non posso. Non potrò mai rimediare. Non hai idea di quanto sia difficile per me farmi da parte e stare a sentire gli altri che mi dicono cosa fare. Ma forse è questo il punto. Forse… Forse devo lasciare perdere” Hugo “A meno che il tuo lasciar perdere non ci faccia uccidere tutti. Andare da Locke è stata una mia idea. Non di Jacob” Jack “Hurley, mi hai chiesto di fidarmi di te. E io mi fido di te” Hugo “è un bene che tu ti fidi, coso, perchè… non ho idea di dove sto andando” sussurri “Aspettate. è tutto a posto, credo di sapere cosa sia” Lapidus “Ah, sì? Che diavolo è?” Hugo “Aspettate qui. Ehi, ci sei? Michael? Sei bloccato sull’Isola, vero?” Michael “A causa di ciò che ho fatto.” Hugo “E… ci sono altri qui… come te, vero? I sussurri sono questo?” Michael “Sì. Siamo quelli che non possono proseguire” Hugo “Sai dov’è Locke?” Michael “Laggiù” Hugo “Grazie. Posso… Posso fare qualcosa per… aiutarti?” Michael “Non farti ammazzare” Hugo “Va bene” Michael “Hurley… Se dovessi rivedere Libby… dille che mi dispiace molto” Hugo “Lo farò sicuramente, coso.

32.55 (fs) Hugo e Libby fanno un pic nic sulla spiaggia. Libby “No, va bene, è solo… strano” Hugo “Sei già stata qui?” Libby “No, è solo che stare qui con te mi sembra molto… familiare, è come se fosse un appuntamento che non abbiamo mai avuto. Cavolo, sembro completamente pazza, vero?” Hugo “No. Non completamente. Perchè mai vuoi stare con me?” Libby “Perchè tu vuoi stare con me? Che cosa?” Hugo “Dai, guardami” Libby “Voglio stare con te… perchè tu mi piaci” Hugo “Sì, ma… ti piaccio perchè… beh, perchè soffri di allucinazioni” Libby lo bacia e Hugo ha dei flesh, Libby “Che c’è che non va?” Hugo “Cavolo… Coso” Libby “ Che c’è?” Hugo “Credo… credo di ricordare alcune cose” Libby “Davvero? Vuoi dire che non sono pazza?” Hugo “No, non credo tu lo sia”. Desmond li osserva da lontano. Targa di Desmond

35.08 Mib/Flocke “Siamo arrivati” Desmond “Che cos’è?” Mib/Flocke “è un pozzo. Lasciami indovinare… ti stai chiedendo quanto sia profondo” Desmond “Mi hai letto nel pensiero” Mib/Flocke “Hai la minima idea di quanto sia vecchio questo pozzo, Desmond?” Desmond “Molto vecchio?” Mib/Flocke “Precisamente, molto vecchio, è così vecchio che… le persone che scavarono questo pozzo lo fecero a mani nude. Dio solo sa quanto tempo impiegarono” Desmond “Sembra davvero un lavoraccio per un pò d’acqua” Mib/Flocke “Oh, non era l’acqua che cercavano. Cercavano risposte. Molto tempo fa, posti come quello in cui ci troviamo adesso… facevano girare all’impazzata gli aghi delle bussole. E le persone che avevano in mano quelle bussole volevano sapere il perchè. Così scavarono” Desmond “Trovarono ciò che stavano cercando?” Mib/Flocke “No. Non lo trovarono. Il motivo per il quale volevo mostrartelo, Desmond… è che a Charles Widmore… non interessano le risposte. A lui interessa solo il potere. Ti ha riportato su quest’isola solo per aiutarlo a trovare ciò che sta cercando. Dopotutto, questo non è l’unico pozzo” Desmond “Ed è per questo… che volevi mostrarmelo?” Mib/Flocke “Perchè non hai paura?” Desmond “Come, scusa?” Mib/Flocke “Sei qua fuori… nel cuore della giungla… con me… e nessuno sa che sei qui. Perchè non hai paura?” Desmond “E per quale motivo dovrei aver paura?” Mib/Flocke getta Desmond nel pozzo

38.15 Hugo, Jack, Sun e Lapidus raggiungono il gruppo di Flocke, Sayid, Kate, James. Flocke promette che non gli farà del male

40.33 (fs) Desmond osserva John Locke, Ben bussa al vetro della sua auto “Prego?” Ben “Beh, ho notato che è un po’ che osserva i ragazzi, e… beh, questa è una scuola… Suo figlio viene qui?” Desmond “No, no, ecco… mi sono appena trasferito in questo quartiere, e… sto cercando una scuola per mio figlio” Ben “Come si chiama suo figlio?” Desmond “Charlie” Ben “Beh, io insegno qui, e posso consigliargliela assolutamente, è una scuola meravigliosa”. Targa di Desmond. Desmond investe Locke


Rispondi