6.06 – Tramonto – Sundown

1.16 (fs) Sayid si specchia nel vetro della porta

1.25 (fs) Los Angeles. Nadia è sposata con Omer, il fratello di Sayid e ha due bambini. Sayid “Ero a Sydney….Tradurre contratti per una compagnia petrolifera non è granchè esotico. Omer ha appena aperto un’altra lavanderia a secco

3.45 Sayid “Voglio delle risposte” Dogen “Risposte a cosa?” Sayid “Cominciamo con quel macchinario. Mi hai legato a questa… cosa. Mi hai infilzato con degli aghi. E hai detto che era un test.

Per ogni uomo, c’è una bilancia. Da un lato della bilancia c’è il bene…

dall’altro il male.

Questo macchinario ci dice da che parte pende la bilancia. E la tua… pende dal lato sbagliato” Sayid “è per questo che hai tentato di avvelenarmi” Dogen “Si. Secondo noi sarebbe meglio se fossi morto” Sayid “Pensi di conoscermi, ma non è così. Sono una brava persona. E se provate a uccidermi…” Dogen “Vai. Lascia questo luogo. E non tornare mai più”. Combattono ma Dogen non lo uccide, una palla da baseball che cade per terra dal tavolo lo fa dissuadere dall’omicidio.

6.48 Davanti al Tempio, Flocke “Sei pronta?” Claire “Perchè proprio io? Voglio dire, non potevi mandare Sawyer, o Jin, o… farlo tu stesso” Flocke “Se avessi potuto farlo da solo, non avrei chiesto il tuo aiuto, Claire” Claire “Se entrerò lì… ho bisogno di sapere che manterrai le promesse. Rivoglio mio figlio” Flocke “Mantengo sempre le promesse” Claire “Farai loro del male?” Flocke “Solo a coloro che non ascolteranno”

8.12 (fs) Omer “Sayid, sono nei guai” Sayid “Che genere di guai?” Omer “Ho preso in prestito del denaro per aprire il secondo negozio. Ma… non ho chiesto un prestito in banca. Ho ripagato il prestito, ma la persona che mi ha prestato il denaro dice… che ogni mese dovrò pagargli gli interessi… fino a quando avrò la mia attività” Sayid “Se hai bisogno di soldi te li presto io” Omer “Non mi servono soldi, Sayid. Ho bisogno che tu convinca queste persone a lasciarmi in pace” Sayid “”Convincerle”?” Omer “Sayid, non ti dimenticare con chi stai parlando. So cos’hai fatto durante la guerra. Facevi gli interrogatori per la Guardia Repubblicana. So che tipo di persona sei” Sayid “Se pensi che farò del male a qualcuno solo perchè hai fatto una scelta lavorativa sbagliata…” Omer “Senti, non si tratta di me! I risparmi di una vita… sono spariti, Sayid. Tutti. Potremmo perdere la nostra casa. Ti prego. Senti… io so che tieni a Nadia. Se tieni a noi… a lei… lo farai, Sayid” Sayid “Mi dispiace. Non sono più quel tipo di persona”.

10.00 Miles “Cosa stai facendo?” Sayid “Me ne vado. Sono stato cacciato” Miles “Cacciato? Per cosa?” Sayid “A quanto pare sarei malvagio. Queste persone sostengono che sarebbe meglio che morissi… il che mi sorprende, considerando che sono stati loro a salvarmi la vita” Miles “Beh, in realtà non è così. Loro… hanno cercato di salvarti, ma… tu eri morto, bello. Per due ore. Fidati, quando… quando ti sei rialzato erano sorpresi quanto noi altri. Quindi, qualsiasi cosa ti abbia riportato in vita… non sono stati loro”.

10.44 Lennon “Ferma lì! Fermi! Non sparatele!” Dogen a Claire “Cosa ci fai qui?” Claire “Vuole vederti” Dogen “Chi vuole vedermi?” Claire “Lo sai” Dogen “Se vuole vedermi… digli di entrare” Claire “No, vuole che tu vada da lui. Ti aspetta fuori, oltre le mura esterne” Dogen “Non sono uno stolto. Se metto piede fuori dal Tempio… mi ucciderà” Claire “Beh, allora forse dovresti mandare qualcuno che non ucciderà” Dogen “Fermatela! Mettete la ragazza nella fossa finchè non risolveremo la situazione. Poi porta immediatamente Shephard e Reyes nella mia stanza” Lennon “Ah, sarà piuttosto difficile. Non riusciamo a trovarli” Dogen “Cercateli meglio! Forza! Vieni con me” Sayid “Pensavo che volessi cacciarmi” Dogen “Le cose sono cambiate. I tuoi amici… Shephard e Reyes… sai dove sono andati?” Sayid “No. Perchè Claire è qui? E di cosa stava parlando?” Dogen “è una ragazza confusa, influenzata da un uomo furioso” Sayid “Che uomo?” Dogen “Per anni… è rimasto imprigionato. Ma ora Jacob è morto. E lui è libero. Quest’uomo non si fermerà finchè non avrà distrutto… tutti gli esseri viventi di quest’isola, è l’incarnazione del male” Sayid “E tu vuoi che io parli con lui?” Dogen “No. Voglio che tu lo uccida. Ti si presenterà nei panni di una persona che conosci, di una persona che è morta. Non appena lo vedrai… conficcalo nel suo petto, fino in fondo. Se gli permetterai di parlare… sarà già troppo tardi” Sayid “Da quando sono qui… sono stato annegato, picchiato e torturato dalle tue mani. Perchè mai dovrei fare qualcosa per te?” Dogen “Hai detto che c’è ancora del bene nella tua anima. Allora dimostralo”.

14.03 (fs) Nipote “Quanto rimarrai, zio Sayid?” Sayid “Solo qualche altro giorno. Devo andare a Toronto. Per lavoro”

14.54 (fs) In Ospedale Sayid incrocia Jack

17.02 Miles “Oh, è tornata quella tipa australiana. Sai, la bionda. Quella che ha avuto il bambino..è entrata qui come se niente fosse un paio d’ore fa, comportandosi in modo strano”.

18.10 Si muove il fogliame, si sente il rumore del fumo e da dietro un cespuglio appare Flocke. Sayid gli conficca subito il pugnale nel petto, Flocke se lo toglie “Perchè mai hai fatto una cosa del genere? Lo rivuoi? Prendilo pure, non mordo” Sayid “Che cosa sei tu?” Flocke “Beh, Sayid, sembra che tu abbia già la tua idea a riguardo, considerato che mi hai pugnalato al petto senza nemmeno salutare. Che ti hanno raccontato?” Sayid “Hanno detto che sei l’incarnazione del male” Flocke “Mi dispiace per te” Sayid “Perchè?” Flocke “Dogen, l’uomo che ti ha mandato quaggiù, sapeva che non avevi alcuna possibilità di uccidermi. E pensava che ti avrei ucciso, se tu ci avessi provato. E questa non era la prima volta che cercava di farlo fare a qualcun altro, giusto?” Sayid “No” Flocke “Allora vergognati di esserti fatto convincere così facilmente” Sayid “E invece tu cosa cercherai di convincermi a fare?” Flocke “Chiedo scusa?” Sayid “Non mi hai ucciso è chiaro che vuoi qualcosa” Flocke “Voglio solo che tu riferisca un messaggio. Tutto qui” Sayid “E perchè non l’hai fatto riferire a Claire?” Flocke “Perchè sarà molto più significativo detto da te. Sayid, se farai questo per me… E se ti dicessi che potresti avere qualsiasi cosa desideri? Se ti dicessi che potresti avere qualsiasi cosa in questo mondo?” Sayid “Ti direi che l’unica cosa che io abbia mai desiderato… è morta tra le mie braccia. E non la rivedrò mai più” Flocke “E se invece potessi?”

21.21 (fs) Sulla parete della cucina di Nadia. Nadia “Perchè non hai voluto stare con me? Porti sempre con te la mia foto, Sayid. Se tieni a me, perchè mi hai spinto tra le braccia di tuo fratello?” Sayid “Durante gli ultimi dodici anni ho cercato di lavarmi le mani da tutte le cose terribili che ho fatto. Non posso stare con te. Perchè non ti merito”.

23.07 Sayid “C’è un uomo nella giungla. A circa un chilometro a mezzo a sud di qui, vicino alle mura esterne. Mi ha mandato qui per riferirvi un messaggio. Vuole che sappiate che Jacob è morto. E dato che è morto, nessuno di voi deve rimanere qui. Siete liberi. L’uomo che ho incontrato sta per lasciare l’Isola per sempre. E quelli di voi che vogliono andare con lui devono lasciare il Tempio e unirsi a lui. Avete tempo fino al tramonto per decidere” Cindy “E cosa succede al tramonto, se decidiamo di rimanere?” Sayid “Morirete.

24.22 Claire canta “Afferra una stella cadente e mettitela in tasca, mettila da parte per un giorno di pioggia. Perchè l’Amor potrebbe arrivare e sfiorarti la spalla in una notte senza stelle…” Kate “Claire? Claire, sono io” Claire “Kate?” Kate “Stai bene?” Claire “Non riesco a credere che tu sia qui. Hanno catturato anche te?” Kate “No. No, loro… Perchè ti hanno messa quaggiù? Cos’è successo?” Claire “Hanno mio figlio, Kate. Hanno Aaron. Me l’hanno preso” Kate “No. No, Claire… Aaron non è con loro. L’ho preso io” Claire “Che cosa?” Kate “L’ho portato via dall’Isola. Tu eri sparita e non riuscivamo a trovarti, quindi… l’ho cresciuto io. E… è davvero un bambino bellissimo. Ma sono tornata a salvarti così potrai tornare da lui, così potrete tornare insieme” Claire “Non sono io quella che ha bisogno di essere salvata, Kate…Sta per arrivare, Kate. Sta per arrivare, e loro non possono fermarlo!”

26.12 Lennon “Ehi, hai scatenato il panico. La nostra gente se ne sta andando” Sayid “Mi è stato chiesto di riferire un messaggio, ed è quello che ho fatto. Quello che sta facendo la tua gente è una loro scelta” Lennon “Cindy, aspetta. Qui siete al sicuro. Finchè rimaniamo nel Tempio, lui non può toccarci” Cindy “L’hai sentito, Jacob è morto. E se qui non siamo più al sicuro, non possiamo correre il rischio” Lennon “Ascoltatemi, è tutto un bluff! Non può entrare!”

26.56 (fs) Targa

27.06 (fs) Omar

28.10 (fs) Keamy. Il fratello di Sayid gli doveva dei soldi. Sayid lo uccide, anche ad Omar e l’altro scagnozzo

31.31 (fs) Sayid trova in una stanza/frigo della cucina di Keamy Jin legato e imbavagliato.

31.45 Palla da baseball

31.48 Dogen “Hai lasciato che ti parlasse” Sayid “L’ho pugnalato al petto come mi hai detto di fare. Poi ho lasciato che mi parlasse. È la seconda volta che tenti di farmi uccidere da qualcun altro. Hai avuto l’occasione di uccidermi tu stesso. Perchè non l’hai fatto?” Dogen “Un tempo ero un uomo d’affari… a Osaka. Lavoravo in banca. Ero bravo nel mio lavoro. Ero un uomo di successo. Poi un venerdì… ho ricevuto una promozione. I miei colleghi… mi hanno portato fuori a festeggiare. Ho alzato il gomito. Tutti i venerdì… mio figlio giocava a baseball e io lo andavo a prendere. Aveva 12 anni. L’incidente è stato terribile. Io sono sopravvissuto. Ma mio figlio… E poi… all’ospedale… è venuto da me un uomo. Un uomo che non avevo mai incontrato. E mi ha detto che… avrebbe potuto salvare la vita di mio figlio ma io sarei dovuto venire qui, su quest’isola. Dove avrei avuto un nuovo lavoro… ma non avrei potuto vedere mai più mio figlio” Sayid “Chi era quest’uomo?” Dogen “Si chiamava Jacob” Sayid “Jacob sa come fare affari” Dogen “L’uomo là fuori…suppongo ti abbia proposto un affare simile” Sayid “Sì” Dogen “è il tramonto. Deciderai di rimanere… o di andartene?” Sayid “Preferirei rimanere”. Sayid uccide affogando Dogen nella fonte.

35.24 Lennon “Oddio! Cos’hai fatto? Ti rendi conto di cos’hai fatto? Lui era l’unica cosa che lo teneva lontano! Idiota! Così l’hai fatto entrare!” Sayid taglia la gola a lennon che cande anche lui nella fonte. Sayid “Lo so”.

36.21 Il fumo entra nel Tempio e uccide tutti quelli che trova sulla sua strada. Ilana Lapidus Sun e Ben raggiungono all’interno Miles, Kate va a prendere Claire, Ben Sayid. Ben “Sayid? Andiamo. So come uscire da qui. C’è ancora tempo” Sayid “Non per me”. Ben scappa. Ilana usa il passaggio che Jacob aveva fatto vedere a Hurley, entrano Ilana, Lapidus, Miles e Sun. Kate e Claire seguono Sayid che incontra fuori alle mura del Tempio Flocke e il gruppo che era scappato fuori in precedenza. Di sottofondo si sente la ninna nanna che cantava Claire. Flocke guarda Kate

Domande/considerazioni

3.45 Quando Dogen spiega il bene e il male a Sayid, alza la mano nuda per indicare il bene e la mano con il guanto per indicare il male.

24.22 La canzoncina che canta Claire (Catch a Falling Star) è quella che lei chiede venga cantata al bambino quando decide di darlo in adozione, perché suo padre (Christian) gliela cantava sempre.
Kate canta la stessa canzoncina ad Aaron quando va a fare visita a Cassidy

26.56 L’auto di Sayid e di Jack hanno la stessa targa 2SAQ321 … riciclo?

31.45 La palla da baseball è fatta da 108 cuciture

Rispondi