5.03 – La bomba – Jughead (Desmond)

Episodio: 5×03
Titolo originale: Jughead
Titolo italiano: La bomba
Sceneggiatura: Elizabeth Sarnoff & Paul Zbyszewski
Regia: Rod Holcomb
Dedicato a: Desmond

0317

Mabuhay, Filippine 2005

Desmond è a Mabuhay scende di corsa dalla sua barca in cerca di un medico, Penny sta per partorire. Il figlio di Desmond e Penelope Widmore nasce.

In mare vicino alla Gran Bretagna 2008

Desmond racconta a suo figlio, Charlie, che non avrebbe mai creduto di rivedere la sua amata Isola, l’Inghilterra, e la Scozia luogo di cui è originario, dove lui e Penny si sono innamorati.

Isola: 1954 (mattino, 101° giorno sull’Isola)

Miles, Faraday, Charlotte e due Losties si stanno dirigendo al fiume per ricongiungersi con il resto del gruppo. Charlotte ha le vertigini e ci vede doppio: sintomi degli sbalzi temporali. Miles avvista una trappola, urla ai due Losties di allontanarsi ma fanno scattare l’ordigno e saltano entrambi per aria. Subito Miles, Daniel e Charlotte vengono circondati da 6 uomini armati di arco e frecce, una ragazza con un fucile. La ragazza, Ellie, rivolgendosi a Daniel gli dice “Non riuscivi proprio a stare alla larga, vero?”.

Londra 2008

Desmond attracca la barca a Londra, rassicura Penny dicendole che va solo a parlare con la madre di Faraday per riferirle che Daniel è ancora sull’isola ma poi ha chiuso con tutto quello per sempre. Penny cerca di farsi spiegare come mai solo ora Desmond ha il ricordo della conversazione con Faraday, ma lo scozzese non sa risponderle perché nemmeno lui capisce quel che gli accade. Desmond promette che andrà tutto bene ma Penny gli chiede “Se vuoi promettermi qualcosa, Des, promettimi che non tornerai mai più su quell’isola” e Des le risponde “Perché mai in nome di Dio dovrei tornare laggiù?”

Isola: 1954 (mattino, 101°)

Ellie chiede a Faraday dov’è il resto del gruppo, Miles sarcasticamente risponde che forse son saltati in arie per colpa delle loro mine, ma la ragazza ribatte che non le hanno piazzate loro ma “voi”. E decide di portare i tre al loro campo.

Nel frattempo Juliet, Sawyer e Locke hanno preso in ostaggio i due ragazzi che avevano attaccato James e Juliet. Hanno entrambi una tuta con su scritti dei nomi, Cunninghum e Jones. Locke esamina il loro fucile è un M1 Garand calibro 30, e sembra nuovo. Cunninghum chiede in latino all’amico come mai i tre non abbiano le tute, Jones gli risponde di star zitto. Juliet li capisce perché è la lingua usata dagli Others, gli “illuminati”.

Durante il tragitto verso il campo Faraday nota che un uomo del gruppo ha una mano fasciata, Miles percepisce qualcosa e dice a Daniel che sono appena passati vicino a quattro tombe scavate di recente di quattro soldati americani morti meno di un mese fa: tre di loro son morti per colpi di arma da fuoco, un altro per avvelenamento da radiazioni. Arrivati al campo la ragazza chiama il loro capo, Richard Alpert, rivolgendosi a Faraday gli chiede se sono tornati indietro per la loro bomba.

Oxford 2008

Desmond cerca la madre di Faraday ma l’impiegata cercando sul computer gli dice che lì non c’è mai stato nessun Daniel Faraday, Desmond le risponde che è stato già lì nel suo studio, la donna gli chiede in che anno ma lo scozzese dice di non esserne sicuro. Ma Desmond non si arrende e va a cercare lo studio in cui era stato, la porta è sigillata, nella stanza tutti i macchinari usati da Faraday per i suoi esperimenti son coperti da teli, c’è la foto di lui con una donna. Entra un inserviente e gli intima di non toccare nulla, gli dice che già altri prima di Desmond eran andati lì a curiosare sul lavoro del fisico. L’università l’ha cancellato dai registri dopo quello che ha fatto a quella povera ragazza.

Isola: 1954 (giorno, 101°)

Daniel, Miles e Charlotte, con le mani legati vengono portati in una tenda. Faraday cerca di rassicurare i suoi amici, devono solo restare uniti fino al prossimo flash. Miles chiede se sa quando succederà, Daniel risponde che potrebbe succedere fra 5 minuti o fra 5 mila anni, ma gli spiega che l’unico modo per restar vivi è di far credere che loro siano con l’Esercito Americano.

Richard spiega ai tre che non sono stati loro a cominciare il conflitto ma l’esercito è arrivato sull’isola per fare degli esperimenti sparando su di loro. Daniel risponde che loro non ne sanno nulla perché son solo degli scienziati mandati a rendere inerte la bomba all’idrogeno, che è arrivata sull’isola e il cui alloggiamento è stato compromesso, viste le ustioni sulle mani dell’uomo di Alpert. Ma Richard non si fida e gli chiede per quale ragione dovrebbe credergli, potrebbero anche esser stati mandati lì per una missione suicida a scopo di far saltare l’intera Isola per aria. Daniel gli risponde che ama Charlotte e non le farebbe mai nulla di male. Alpert gli crede.

Locke cerca di convincere i due prigionieri a parlare, Cunningham lo informa che il resto del gruppo di Locke è stato catturato o è morto, perché Sawyer in spiaggia, durante l’attacco con frecce infuocate, ha urlato a tutti di rifugiarsi al torrente quindi loro sapevamo esattamente dove erano diretti e dove cercarli. Juliet lo rassicura che non sono li per attaccarli e che vogliono solo parlare con il loro capo. Cunningham si convince e gli dice che devono andare verso Est per un altro paio di kilometri ed arriveranno su un altopiano…ma non riesce a dir altro perché il suo amico gli spezza il collo e scappa. Locke lo tiene sotto tiro ma non gli spara, Sawyer infuriato gli strappa il fucile dalle mani e cerca di colpirlo, dopo chiede a John perché non abbia sparato al ragazzo, Locke gli risponde “perché… è uno dei miei”

Oxford: 2008

Desmond si reca a casa di Theresa Spencer, la donna che ha visto con Daniel sulla foto nello studio. Abigail, la sorella, lo accoglie in casa e gli fa vedere Theresa, in un letto in stato quasi vegetativo, gli spiega che Theresa è “altrove”, si sveglia pensando di avere 3 anni, oppure parla al loro padre, anche se è morto da 5 anni. Daniel l’ha abbandonata in quello stato ed è partito per gli States, non facendo più saper nulla di se. L’unico che si è interessato ed occupato di Theresa è stato il signor Widmore, il mecenate di Daniel, quello che ha finanziato la sua ricerca, ed è stato l’unico ad assumersi la responsabilità dei risultati, prendendosi cura di Theresa fin da quando è cominciato: tutto quello che hanno lì è grazie al signor Widmore.

Isola: 1954 (giorno, 101°)

Daniel spiega a Miles come mai c’è una bomba all’idrogeno sull’isola. Negli anni ’50, gli Stati Uniti stavano testando le bombe H… nel sud del Pacifico. Richard ci tiene a chiarire ancora una volta che loro non sono stati i primi ad iniziare il conflitto; infatti un mese fa hanno scoperto 18 membri di un battaglione dell’esercito nella loro giungla, mentre allestivano quel campo. Gli hanno dato l’opportunità di andarsene pacificamente, ma non hanno voluto, quindi è stato costretto ad ucciderli tutti. Faraday è stupito dal termine usato da Richard “Costretto?” e Alpert spiega che ha seguito gli ordini di un suo superiore.

Arriva di corsa Jones (è il nome scritto sulla sua tuta), il ragazzo scappato da Locke, e informa Richard che erano stati catturati, ma lui è riuscito a fuggire. Dice ad Alpert che non può fidarsi di quell’uomo, Faraday, ma Richard ordina ad Ellie di accompagnare lo scienziato a disarmare l’ordigno.

Richard chiede al ragazzo se nella sua fuga è stato accorto, visto che potrebbe essere seguito, ma il giovane ribatte infuriato “Seguirmi? Il loro capo è un vecchio tutto coperto di fango. Pensi che possa seguire le mie tracce? Pensi che conosca quest’isola meglio di me?”

Ma il vecchio ricoperto di fango ha già avvistato il campo di Richard, chiede a Juliet come facesse a sapere che il capo di quei due ragazzi potesse essere Alpert e Juliet rivela che Richard è sempre stato lì, e che ha “tanti” anni. Juliet chiede come mai Locke sia così interessato a Richard, John le dice che quell’uomo stava per dirgli come fare per salvarli, e che quindi deve terminare quella conversazione. Ma Sawyer è molto più preoccupato per Faraday, visto che è convinto che sia lui l’unico capace di salvarli veramente. Così John dà loro un vantaggio di dieci minuti e poi si recherà al campo.

Nel frattempo Ellie scorta Daniel puntandogli un fucile, gli chiede il perché lui continui a fissarla, Faraday le risponde che lei assomiglia tantissimo a una persona che conosceva. Ed ecco arrivati davanti a Jughead, una bomba sospesa su un’impalcatura che la sorregge tutta intorno.

Faraday va ad esaminarla e si rende conto che esternamente c’è una crepa nell’alloggiamento, chiede alla ragazza se hanno piombo o cemento, perché l’unica soluzione è riempirla con il piombo e sotterrare l’ordigno.

Ma Ellie non si fida così alla fine per rassicurarla Daniel le rivela che loro vengono dal futuro e che tra 50 anni, l’isola sarà ancora lì.

Londra 2008

Desmond irrompe nell’ufficio di Charles Widmore e, con un fare deciso e sicuro di se, chiede al suocero dov’è la madre di Daniel Faraday, Widmore tergiversa e ribatte “Cosa ti fa pensare che io ti sappia rispondere?” ma Desmond incalza risoluto “Il fatto che, prima ancora di mettere Faraday sulla tua barchetta e spedirlo sull’isola, hai passato 10 anni a finanziare le sue ricerche. Così ho pensato che dovessi sapere qualcosa riguardo i suoi parenti più prossimi” ma Widmore cerca di ottenere qualcosa che gl’interessa da quel confronto “Desmond, non vedo e non ho notizie di mia figlia da 3 anni. Rispondimi solo a questo. è al sicuro?” ma Desmond non si fa distrarre dal suo obiettivo “Dov’è la madre di Faraday?” così il suocero cede “A Los Angeles. Questo è il suo indirizzo. Sospetto che non sarà felice di vederti. è una persona molto riservata. Consegna il tuo messaggio. Ma dopo tirati fuori da questa storia. Non mettere in pericolo la vita di Penny”, qui Desmond si spaventa e chiede delucidazioni “Pericolo?” così Widmore gli da questo monito “Ti stai immischiando in una faccenda che risale a molti anni fa. Non ha nulla a che vedere con te o con mia figlia. Ovunque vi foste nascosti… tornateci”.

Isola: 1954 (giorno, 101°)

Locke con le braccia alzate arriva al Campo urlando il nome di Richard. Jones, il ragazzo appena sfuggitogli, gli intima di star zitto, ma Alpert chiede “Tu chi sei?” Locke “Mi chiamo John Locke” Richard “Dovrebbe dirmi qualcosa?” Locke “Mi ha mandato Jacob” a questa affermazione Richard resta molto colpito ed intima al ragazzo di abbassare il fucile, che teneva puntato su Locke. Ma il giovane insiste sul non potersi fidare di quell’uomo, ma Richard ripete l’ordine “Ho detto abbassa il fucile, Widmore”; a questo punto quello stupito è Locke che con un sorriso sarcastico chiede al ragazzo “Ti chiami Widmore? Charles Widmore?” Widmore “Che ti importa?” Locke “Nulla. è un piacere conoscerti”

Londra 2008

Desmond ritorna a bordo e dice a Penny che la madre di Faraday è morta, e che quindi quella storia finisce lì, ma Penelope conosce bene suo marito e subito capisce che le sta mentendo. Desmond le dice che le uniche cose importanti per lui sono lei e il piccolo Charlie, e che bisogna dimenticare, ma Penny sa che è impossibile, così decide che andranno anche loro con lui a Los Angeles.

Isola: 1954 (giorno, 101°)

Locke e Richard si trovano seduti nella tenda di Alpert a discutere. John mostra la bussola che Richard gli aveva consegnato nel flash temporale precedente, spuntando dalla giungla per curargli la ferita alla gamba procuratagli da Ethan, Alpert non riesce a capire come mai non si ricordi di nulla, ma giustamente Locke gli spiega “perché non è ancora successo”.

Richard disorientato chiede a John cosa si aspetta da lui… “Mi aspetto che tu mi dica come fare a lasciare l’isola” Richard “è un’informazione molto preziosa. perché dovrei dartela?” Locke “perché tu mi hai detto che dovevo fare una cosa molto importante, dopo. E perché sono il tuo capo” Richard “Sei il mio capo?” Locke “è quello che mi hai detto tu” Richard “Ascolta, di certo non voglio contraddirmi da solo, ma abbiamo un procedimento specifico per selezionare i nostri capi, che ha inizio in età molto, molto giovane” Locke “Va bene. In che anno siamo, ora?” Richard “Nel 1954” Locke “Ok. 30 Maggio 1956, fra 2 anni, è la mia data di nascita. A Tustin, in California. Se non mi credi, ti suggerisco di andare a trovarmi”.

Ma Richard non riesce a dargli l’informazione in tempo, perché un altro flash fa sparire il campo e tutti i suoi abitanti.

Flash – Isola: 2 Novembre 2004 (giorno, 101°)

Restano sul prato vuoto solo Locke, Sawyer, Juliet, Miles Faraday e Charlotte, Daniel subito va in contro alla donna che ama per slegarle i polsi, ma Charlotte subito dopo ha un mancamento, le esce molto sangue da entrambe le narici e cade a terra. Tutti accorrono spaventati.

(autrice: lostuttalavita)

Rispondi