5.01 – L’assenza e il vuoto – Because you left

Episodio: 5×01
Titolo originale: Because you left
Titolo italiano: L’assenza e il vuoto
Sceneggiatura: Damon Lindelof, Carlton Cuse
Regia: Stephen Williams
Dedicato a: tutti

0101b1

Isola: Otherville fine anni 70

Sono le 8.15 e un neonato piange, una donna a letto dice a suo marito che è il suo turno, l’uomo si alza mette un po’ di musica (un disco “Shotgun Willie” di Willie Nelson) e da il biberon al bambino. Esce di casa e si scopre che è il Dottor Pierre Chang che interpreta il ruolo del Dottor Marvin Candle, nel girare il filmato Orientamento per la Stazione Freccia; questa è stata creata per strategie difensive e per raccogliere informazioni sugli indigeni ostili dell’isola. La ripresa viene interrotta da un ragazzo che lo informa di problemi nella costruzione della Stazione Dharma Orchidea. Il Dottor Chang, accorso sul posto, scopre che trivellando, nel punto indicato da lui nella progettazione della stazione, si è sprigionata una tale energia da fondere la trivella e far impazzire il minatore, a cui poi è uscito del sangue dal naso. Da una scansione di quel che c’è al di là del muro si vede una ruota (quella che Ben ha girato nella 4.14). Chang spiega che stanno costruendo la stazione in quel punto… per la sua vicinanza a quella che credono essere una fonte di energia quasi illimitata, e una volta che riusciranno a controllare quell’energia nel modo corretto… gli permetterà di manipolare il tempo. Ma nel farlo ci sono delle regole che non possono essere infrante. Così non si può più trivellare lì, per non rischiare di far sprigionare quell’energia, poiché se succedesse… “Che Dio ci aiuti”

Los Angeles: Fine 2007

Ben dice a Jack che devono caricare la bara sul furgoncino che ha fuori. Poi li rivediamo nella camera di hotel di Jack, si fa la barba, Ben gli prepara la valigia convincendolo a reclutare anche gli altri Oceanic six per il ritorno sull’Isola. Jack è molto scosso e rivela che Locke, quando è andato a trovarlo, gli ha detto che quelli rimasti sull’isola moriranno se tutti loro non vi fanno ritorno.

Isola: 3 Anni prima (dal 2007)

Ben gira la ruota sotto la Stazione Orchidea tutti sono invasi da una forte luce.

flash1Isola: dopo l’effetto

Locke si ritrova solo nella giungla, Richard e tutto il gruppo degli Altri sono spariti. In mare non si vede più il fumo dell’esplosione della nave, non si vede l’elicottero, il campo in spiaggia è scomparso, Daniel Faraday è riuscito a tornare con lo zodiac e tranquillizza il gruppo dicendo che il loro campo non è sparito ma solo non è stato ancora costruito, ma devono portarlo subito davanti a qualcosa di costruito dall’uomo, di fabbricato, un punto di riferimento prima che riaccada di nuovo.

Los Angeles: Fine 2007

Due avvocati bussano alla porta di casa di Kate sono dello studio Agostini and Norton hanno un’ordinanza per prelevare un campione di sangue di Kate ed Aaron per appurare il grado di parentela tra i due. L’uomo non può rivelare l’identità del suo cliente. Kate non li fa entrare, prepara la valigia e fugge con Aaron.

Isola: Fine anni 90

Sawyer, Juliet, Faraday, Charlotte e Miles si recano verso la botola, Daniel ha fretta e dice che non c’è il tempo di spiegare quel che sta accadendo, Sawyer gli da uno schiaffo (da parte di tutti noi spettatori stufi di non ottenere risposte?) “Parla!” così Faraday si decide a spiegare “Pensate all’isola come ad un disco che gira su un piatto. Solo che adesso il disco salta. Qualunque cosa Ben abbia fatto nella stazione Orchidea… Penso che possa averci sganciato….Dal tempo” Juliet “Allora e’ per questo che il campo e’ sparito? Perche’ l’isola si sta spostando nel tempo?” Faraday “O l’isola o noi. Ed e’ molto probabile che a muoverci siamo noi. Noi e la tua gente”. Locke sale su una radura e viene quasi investito dal beechcraft giallo (di Eko/Yemi), corre a vedere nel punto dove l’aveva trovato la prima volta con Boone, sospeso sul dirupo, mentre sta salendo per raggiungerlo viene sparato e colpito ad una gamba. È stato Ethan Rom a colpirlo, Locke gli rivela di conoscerlo e che Ben l’ha nominato Leader del gruppo, ma l’uomo dice che è una cosa ridicola e sta per sparargli lo stesso. Luce

flash2Isola: tra il 27 Novembre 2004 e il 2 Dicembre 2004 (notte)

Locke è vivo! Sawyer “Dunque, in che “quando” ci troviamo, secchione?” Faraday “O siamo nel passato… o siamo nel futuro”.

Londra: Fine 2007

Sun è all’aeroporto e sta partendo per Los Angeles ma viene portata in una stanza e ivi chiusa dentro, spaventata inizia a battere sulla porta per farsi liberare, ma alle sue spalle compare Widmore, la informa che stanno solo seguendo i suoi ordini. Le dice che lei non gli ha mostrato rispetto e che vuole sapere qual’è il loro “interesse” in comune, Sun gli risponde “Uccidere Benjamin Linus”.

Los Angeles: Fine 2007

Jack è pronto a seguire Ben ma cerca ancora le sue pillole, Ben già l’aveva prevenuto e gettate nel wc. Ma i piani sono cambiati, alla tv il notiziario annuncia la caccia a Hugo Reyes che ha assassinato un visitatore del Santa Rosa. Hurley e Sayid, dopo un salto vicino al locale « Reinbow » per comprare del cibo di conforto… per non avere istinti omicidi. Raggiungono un luogo « sicuro ». Ma sono stati preceduti, qualcuno ha già rotto lo scotch d’allerta messo sulla porta precedentemente da Sayid. Il primo aggressore viene scaraventato giù dalla balconata esterna da Sayid, il secondo, nonostante sia riuscito a colpire l’iracheno con dei dardi, finisce infilzato su dei coltelli nella lavastoviglie. Ma un passante, accorso a guardare il cadavere steso al suolo, fotografa Hurley, che aveva appena raccolto la pistola di Sayid. Quando uno è « fortunato »!

Isola: Isola tra il 27 Novembre 2004 e il 2 Dicembre 2004 (notte)

Miles ci rivela che Widmore cercava l’Isola da 20 anni. Il gruppo è finalmente giunto alla botola, implosa, come l’avevano lasciata l’ultima volta i Losties. Faraday rivela che non si sa quando ci sarà il prossimo flash e che non si può cambiare nulla del passato “Il tempo è come una strada. Possiamo muoverci in avanti lungo quella strada, possiamo muoverci indietro, ma non potremo mai… creare una nuova strada. Se provassimo a fare qualcosa di diverso, falliremmo ogni volta. Qualunque cosa sia successa, è successa”. Locke: l’aereo è sul suolo, John vi si trascina e prende una cinghia per bloccare un po’ l’emorragia alla gamba. Appare Richard Alpert con il kit di pronto soccorso per estrargli il proiettile. Locke gli chiede come lo sapeva dove trovarlo, ma Richard dice che non c’è tempo, che è tutto relativo, che la prossima volta che s’incontreranno lui non si ricorderà di John, e per farsi riconoscere gli dovrà dare la bussola, che gli consegna…. e che c’è un solo modo per salvarli tutti, deve riportare sull’Isola tutti quelli che l’hanno lasciata e l’unico modo per convincerli a tornare è…. morire. Luce.

flash3Isola: Tra il 2001 e il 22 Settembre 2004 (giorno)

La botola della Stazione Dharma Cigno è intatta, e Sawyer è determinato a farsi aprire da Desmond dalla porta principale, battendoci i pugni e urlando “Il cielo può flashare quanto vuole, ma io non ricomincerò da capo, Dilbert .. Apri! Sono il fantasma del Natale futuro!” ma Faraday gli dice che sta sprecando il suo tempo perchè se non è successo non può succedere, non si puoi cambiare il passato. Sawyer ha un crollo psicologico e gli risponde che sa benissimo cosa non può cambiare… la morte di tutti quelli che amava su quell’elicottero. Juliet lo convince a tornare in spiaggia e Miles li segue. A Charlotte compaiono i primi sintomi degli sbalzi temporali, le esce il sangue dal naso, dice che non le sanguinava da quando era piccola, Daniel le consiglia di avviarsi alla spiaggia da sola poichè ha dimenticato lo zaino vicino alla botola, ma dopo averlo recuperato va a battere sulla porta principale della Stazione ripetendo “Ti prego, fai che funzioni, ti prego, fai che funzioni, ti prego, fai che funzioni”. La porta del Cigno si apre e Desmond compare in tuta gialla. Desmond lo scambia per “lui” ma Faraday non è l’uomo che lo sostituirà nel premere il bottone ogni 108 minuti per salvare il mondo. Daniel gli dice che Desmond è l’unico che può aiutarli, perché per Desmond le regole non valgono, è speciale. Se l’elicottero è in qualche modo riuscito ad andar via dall’isola, se è arrivato a casa, delle persone moriranno, lui e tutti gli altri che son stati lasciati indietro sono in grave pericolo. E che per sapere cosa fare deve tornare all’Università di Oxford, dove si sono incontrati, deve andare lì e trovare sua madre, che si chiama… Luce.

Barca di Desmond: Fine 2007

Desmond si sveglia al fianco di Penny e le rivela che ha avuto un ricordo… era sull’Isola e ora devono andare ad Oxford.

Citazioni:

Sawyer cita “Groundhog Day” in italiano tradotto Ricomincio da capo in cui il protagonista si ritrova all’infinito a rivivere sempre la stessa giornata. Faraday cita Il mago di Oz in cui Dorothy per ritornare a casa deve battere per 3 volte le scarpette rosse e ripetere “Nssun posto è bello come casa mia”. Ed anche il locale il cui nome “Reinbow” richiama sia alla famosa canzone colonna sonora del film sia il messaggio filosofico “segui l’arcobaleno e troverai la felicità”

(autrice:losttuttalavita)

fonti cinematografiche: trovacinema.repubblica.it

Rispondi