3.12 – Per via aerea – Par Avion (Claire)

Puntata: 3×12
Titolo Originale: “Par Avion”
Scrittore: Jordan Rosenberg, Christina M. Kim
Regia: Paul Edwards
Episodio dedicato a Claire

Claire trova il modo di mandare un messaggio fuori dall’isola servendosi di un uccello migratore. Nel frattempo Sayid, Kate, Locke, Rousseau e Mikhail Bakunin sono in cammino verso il villaggio degli “Others” quando si trovano davanti uno strano ostacolo.

Fb inizio anno 2000

Claire, appare completamente diversa da come la conosciamo noi, ha i capelli neri e l’aria della ragazzina ribelle.
Un giorno mentre è con sua madre e sta guidando ha un grave incidente. Claire resta illesa ma sua madre entra in coma ed è ridotta come un vegetale. La polizia indaga per accertare le sue responsabilità, ma sua zia Lindsey, la considera sicuramente responsabile dell’accaduto.
Carole Littleton, la madre di Claire è ricoverata in ospedale e necessita di cure continue che per qualche strana ragione vengono pagate da uno sconosciuto.
Claire è convinta di essere orfana dall’età di due anni, invece in questa circostanza scopre che il misterioso benefattore è proprio suo padre: Christian Shephard, il padre di Jack.
Christian Shephard è molto preoccupato e vorrebbe che la vita Carole, la donna che lui ha amato, finisse in maniera dignitosa, insomma le parla di eutanasia.
Claire è assolutamente indignata per questo atteggiamento, si arrabbia e cerca di fare sentire il padre in colpa per tutti gli anni che ha passato lontano da lei.
Gli rinfaccia di non sapere neanche il suo nome e dice che non vuole mai saperlo e che puo’ ritornare dalla sua “vera famiglia” a Los Angeles.

Fine settembre 2004

Ecco di nuovo Claire così come la conosciamo noi che va a trovare la madre che è ancora attaccata alle macchine che la mantengono in vita.
Claire le si siede accanto e le parla, le “svela” di essere incinta e si sfoga dicendo che le dispiace di avere urlato contro di lei in macchina e di averle addirittura detto che sperava che lei morisse e che non la considerava sua madre.
Nel frattempo in tv c’è un documentario sugli uccelli migratori.

Al campo 10 dicembre 2004

Charlie, organizza un pic-nic in spiaggia con Claire, e tutto sembra andare alla grande fino a che non arriva Desmond che insiste perchè vuole che Charlie vada a cacciare con lui.
Claire invece è distratta da quello che sembra uno stormo di uccelli migratori.
Più tardi dice a Jin e Sun di aver visto delle linguette di ferro attaccate alle zampe degli uccelli quindi propone di cercare di prenderne uno per mandare un messaggio di aiuto all’esterno, Charlie invece segue Desmond.
Per questa ragione Claire e Charlie hanno un battibecco ma poi Desmond le spiega tutta le storia a proposito delle sue visioni premonitrici.
Claire torna da Charlie i due fanno la pace e scrivono un messaggio sperando di essere finalmente salvati.

Alla ricerca di Jack

Sayid Locke Danielle e Kate, tengono Mikhail prigioniero e intanto si dirigono verso Otherville alla ricerca di Jack.
Locke non si fida della mappa mentre Sayid è altrettanto indispettito e sostiene che andare in una certa direzione solo per seguire le indicazione del bastone di Mr.Eko è una cosa altrettanto assurda.
Mentre sono in cammino Kate chiede a Danielle perchè non ha mai cercato di parlare con sua figlia Alex e lei risponde che ha paura di non piacerle e di spaventarla.
Anche Bakunin inizia a parlare e dice che quando aveva 24 anni è stato contattato da un uomo meraviglioso, lui ha accettato di venire sull’isola e ci è arrivato con un sottomarino.
Secondo Bakunin gli “Others” possono andare e tornare dall’isola ma sono ormai due settimane che qualche cosa impedisce a chi si è allontanato di tornare.
Kate vuole sapere come mai se Ben è un uomo così meraviglioso ha bisogno di uno di loro per salvarsi.
Bakunin però sostiene che l’uomo meraviglioso di cui lui parla non è Ben e aggiunge che Kate e Sayid non possono capirlo mentre Jhon Locke ..
Si intuisce che Bakunin sa tutto dei Losties e sa che Locke era paralizzato ma Danielle per chissà quale strana ragione lo interrompe.
Nel frattempo il gruppo è arrivato di fronte a una vera e proprio barriera sonica e ora non sanno come attraversarla.
Locke inaspettatamente appoggia il suo zaino a terra e poi spinge Mikhail oltre la barriera, lui ha giusto il tempo di sussurrare “grazie” e inizia ad avere la bava alla bocca e a perdere sangue dal naso e poi resta a terra apparentemente morto.
Sayid e Locke litigano continuamente proprio non si sopportano e il nervosismo aumenta specialmente quando si rendono conto che Locke ha dell’esplosivo con se probabilmente è sua la responsabilità dell’esplosione della stazione della Fiamma.
Grazie a Kate i quattro trovano il modo per superare la barriera e si incamminano verso Otherville alla ricerca di Jack e quando finalmente arrivano a restano stupiti da quello che vedono.
La vita degli “Others” sembra trascorrere serena in un piccolo e grazioso villaggio dove ci sono persone in bicicletta e ragazzi che vanno a scuola e dove anche Jack sembra a suo agio.
Kate resta a bocca aperta…vede Jack giocare a rugby con Tom, lui sembra felice e sembra proprio uno di loro.

Commenti e curiosità

Claire si è tanto arrabbiata con sua madre per averla allevata facendole mancare la figura paterna e poi per uno strano gioco del destino anche lei si è trovata a dover crescere Aaron da sola.
Bakunin parla di un uomo meraviglioso che lo ha convinto ad andare sull’isola ma specifica che non si tratta di Ben.
Come mai Otherville deve essere protetta da una barriera sonica?

Riferimenti culturali

Sawyer legge: “The Fountainhead” di Any Rand
romanzo che narra dell’individualismo dell’animo umano, attraverso il racconto della vita di cinque personaggi principali. L’eroe, Howard Roark, ha un animo nobile per eccellenza ed è capace di non rinunciare ai propri valori e di mantenere la sua integrità.

(autrice: Katrina)

Rispondi