3.04 – Ognuno pensi per se – Every man for himself (Sawyer)

Puntata: 3×04
Titolo originale: “Every Man For Himself”
Scrittore: Edward Kitsis, Adam Horowitz
Direttore: Stephen Williams
Episodio dedicato a Sawyer

Il titolo dell’episodio è chiaramente riferito a Sawyer, universalmente considerato l’uomo più egoista…ma sarà veramente così? Sawyer si dimostra un prigioniero davvero difficile ma Ben e gli “Others” trovano il modo per truffare il truffatore.

Fb – anno 2002

Conosciamo un altro pezzo della storia del “truffatore” più affascinante del mondo e scopriamo che dalla sua relazione con Cassidy (vedi l’episodio “Il lupo”) è nata Clementine, insomma Sawyer è papà.
Parlando con Cassidy la sua donna, Sawyer rinnega la sua paternità ma subito dopo apre un conto in banca ad Albuquerque intestandolo a nome della piccola Clementine e le versa dei soldi sul suo conto in banca in forma anonima.

Stazione Idra, 70 giorni dopo il crash, 30 novembre 2004

Juliet porta del cibo a Jack e la loro conversazione è piuttosto tesa perché lui vuole sapere perché è stato catturato e chi è fra loro a prendere le decisioni. Juliet dice che la loro è una sorta di comunità e che Ben non è il loro capo perché tutte le decisioni le prendono insieme. In quel momento arriva Ben che chiama Juliet, la informa che la spedizione del sottomarino è tornata e che deve subito aiutare Colleen che si trova in condizioni disperate perché le hanno sparato.
Subito dopo Ben va da Sawyer, si ferma davanti alla gabbia dove è stato rinchiuso e gli chiede la sua età e il suo peso e fa un passo per avvicinarsi ma non cade nella trappola che Sawyer aveva in precedenza preparato per lui…anzi lo mette a ko.
Sawyer riprende conoscenza e si ritrova sdraiato su un tavolo in una stanza che sembra essere simile a quella in cui viene tenuto prigioniero Jack .Ben gli mostra una gabbia con dentro un coniglietto bianco che ha il numero 8 impresso sul dorso e scuote la gabbia urlando e terrorizzando il piccolo animaletto che si accascia su un lato e muore.
A Sawyer viene fatto credere che gli sia stato inserito nel torace un microchip che potrebbe ucciderlo proprio come è successo al piccolo coniglietto. Sawyer viene poi riportato nella sua gabbia e si agita tantissimo quando vede Kate che si spoglia per poter indossare abiti puliti, lui sente il suo cuore battere furiosamente a allora per calmarsi si versa addosso un secchio d’acqua.
Nel frattempo Juliet arriva di corsa disperata a chiedere aiuto a Jack perché la vita di Colleen è in pericolo, lui viene incappucciato e portato via passando davanti alle gabbie dei suoi amici che lo chiamano invano, lui non riesce a sentirli.
Jack entra in sala operatoria e nota sulla parete delle radiografie, poi con Juliet si affanna e fa tutto il possibile per salvare la vita di Colleen che purtroppo muore per un arresto cardiaco.
Pickett il marito di Colleen è infuriato per l’accaduto, va alla gabbia di Saywer e inizia a picchiarlo selvaggiamente. Kate assiste impotente e disperata. Pickett insistentemente le chiede se lei ama Sawyer e smette di colpirlo soltanto quando Kate finalmente risponde “si!…si, lo amo! lo amo!!!!”. Quando finalmente restano soli, Sawyer dice a Kate che se lo ama davvero deve assolutamente scappare ma lei sostiene di avere detto “lo amo” soltanto perché smettessero di picchiarlo. Sawyer “l’egoista” vorrebbe tanto che Kate fuggisse anche se questo significa restare solo e allora le urla:
“Every man for himself”
Kate risponde con le parole di Jack
“Live together, die alone.”
Intanto Jack ha stabilito che le radiogradie che ha visto prima appartengono ad un uomo di circa 40 anni che ha un tumore esteso alla colonna vertebrale e quando resta solo con Juliet vuole sapere di chi sono.
Ora Jack ha capito perché è stato rapito …e vuole sapere chi deve salvare.

Lo sconforto di Sawyer

Ben porta Sawyer a camminare fino ad una scogliera dalla quale gli mostra che dall’altra parte del mare c’è un’isola…l’isola che lui conosce e dove vivono i suoi compagni. Dunque i tre prigionieri adesso si trovano su un’isola più piccola, come “Alcatraz” e Sawyer capisce di non avere nessuna possibilità di fuga.
Ben gli ricorda che l’unico modo per ottenere il rispetto di un truffatore è truffarlo: gli ha mentito, non è vero nulla del microchip che gli hanno inserito nel cuore.
Perché Ben ha fatto tutto questo?

Al Campo

Desmond cerca con un pretesto di convincere Claire ad allontanarsi dalla propria tenda perché la ritiene in pericolo.
Claire e Charlie, sono perplessi perché secondo loro va tutto bene, anzi Charlie con la consueta ironia dice: “Bisogna trovare al tizio un altro pulsante da premere”
Desmond chiede a un naufrago di nome Paulo, un ferro da golf che più tardi monterà in cima a una specie di torretta vicina alla tenda di Claire.
Poco dopo inaspettatamente si scatena un forte temporale e quel rudimentale parafulmine costruito da Desmond si rivela utile e salva la vita di Claire.
Prende sempre più consistenza l’idea che Desmond sia in grado di vedere il futuro purtroppo a quanto pare quello che vede lo preoccupa

Commenti

Ora sappiamo che Sawyer ha 35 anni.
Quando è stato in carcere ha raggirato un altro carcerato di nome Munson e ora Ben lo ha raggirato per ottenere qualche cosa da lui….insomma chi la fà l’aspetti!

Sawyer chiama Ben “The Big Kahuna” Kahuna è una parola Hawaiana per dire “mago” “stregone”

Ben dice “The Sub is back” sono arrivate delle altre persone sull’isola?
Juliet in sala operatoria dice di essere sconvolta perché lei è una dottoressa della fertilità e non è abituata a confrontarsi con la morte.
Tom dice che l’isola è tagliata fuori dal resto del mondo da pochi giorni cioè soltanto da quando “il cielo è diventato viola”.

Riferimenti culturali

Ancora Il coniglio bianco… ricorre spesso negli episodi di Lost.
Questo piccolo animaletto è il primo traghettatore che trasporta Alice verso un paese incantato, un mondo dove tutto è possibile il mondo della fantasia.
La collina dei conigli ” di (Richard Adams) è un romanzo che racconta le avventure di un gruppo di conigli selvatici che vanno alla ricerca di un luogo dove vivere e attraverso mille difficoltà scopriranno il valore della solidarietà.
E poi ancora: On writing: Autobiografia di un mestiere
Il coniglietto bianco con il numero 8 è un riferimento al libro di Stephen King : “A memoir of the craft” nel quale l’autore parla di un coniglio bianco rinchiuso in una gabbia.

Sawyer legge “Uomini e Topi” scritto da John Steinbeck e anche Ben ne cita alcune frasi.

(autrice: Katrina)

Rispondi