6.12 – Tutti amano Hugo – Everybody Loves Hugo

Titolo originale: Everybody loves Hugo
Titolo italiano: Tutti amano Hugo
Sceneggiatura: Edward Kitsis & Adam Horowitz
Regia: Dan Attias
Dedicato a: Hurley

Dodicesimo episodio della sesta ed ultima stagione, dedicato a Hugo, che nella realtà parallela è molto amato, del resto come si fa a non amare questo personaggio?

Anche se questo episodio è Hugo-centrico l’interesse è totalmente rivolto alla spietata lotta senza esclusione di colpi che si sta svolgendo tra Jacob e Mib che continuano a usare le persone come pedine. Desmond grazie a Charlie ha preso consapevolezza dell’esistenza di due diverse realtà e sta cercando di fare in modo che questo avvenga anche per gli altri passeggeri del volo Oceanic 815 atterrato a Los Angeles.

Realtà parallela

Desmond nella realtà parallela si è assunto un compito non da poco, lui intende rendere tutti consapevoli della loro vita precedente (linea temporale originale). Lui riesce a fare in modo che Libby e Hugo si incontrino e con Locke invece usa un metodo davvero scioccante per fargli tornare la memoria: Desmond ha fatto a Locke quello che Charlie ha fatto a lui, ovvero lo costringe a vivere una esperienza molto forte che lo porta vicino alla morte. Questa scena suscita in noi dei “déjà-vu” e probabilmente anche Locke ricorda la sua “vita precedente” (l’isola).

Sull’isola Mib è all’opera

Quando Hurley porta un fiore alla tomba di Libby, lui è dispiaciuto di avere avuto visioni di altre persone mentre lei non si è mai manifestata. Subito dopo gli appare Michael che gli dice di non fare saltare l’aereo altrimenti molte persone morirebbero. In questo modo va a fare leva su un suo punto debole (Hurley è convinto di portare sfortuna) e non accetta l’idea che molte persone possano morire per colpa della sua “maledizione”. Per questa ragione suppongo che la visione di Michael sia in realtà una “apparizione” ad opera di Mib che cerca di manipolare Hugo.

I Sussurri: ecco una risposta che non mi convince

Michael dice che i “sussurri” altro non sono che “l’eco” degli spiriti di persone che, essendosi “macchiate” di qualche colpa, rimangono bloccate sull’Isola e per questo non possono “proseguire”. Ma noi abbiamo cominciato a capire che i sussurri che abbiamo udito prima di ogni attacco degli “Others” (e non solo) altro non sono che “una combinazione di miti, storie di fantasmi e rumori notturni della giungla” (come dice Charles Widmore episodio 6.10).
Per questo mi concedo il beneficio di mettere in dubbio le parole di Michael.

Ilana muore

Ilana voleva distruggere l’aereo usando la dinamite, opzione terribilmente sgradita a Mib! Anche in questo caso non mi sento di escludere che dietro la sua morte (che ricorda tantissimo quella del dottor Leslie Arzt) ci sia l’intervento di Mib.
Ilana aveva ricevuto un incarico importante, lei doveva proteggere i candidati. E’ lei che ha riportato Sayid sull’isola e vederla morire così sconcerta tutti i presenti che vedono vacillare sempre di più la fede nei confronti di Jacob.

Hugo raccoglie il sacchetto con le ceneri di Jacob e il gruppo comincia a discutere sul da farsi. Richard è deciso a dirigersi verso la “Black Rock” per procurarsi altra dinamite per distruggere l’aereo.

La Black Rock viene distrutta

Hugo non vuole fare saltare l’aereo con la dinamite perché se F-Locke non riesce a lasciare l’isola le loro vite potrebbero essere in pericolo. Improvvisamente però cambia idea e convince tutti a seguire Richard poi prendendo tutti di sorpresa fa saltare il magnifico veliero con la dinamite dentro sostenendo di averlo fatto perché glielo ha ordinato Jacob. Richard Alpert intuisce che Hurley li sta ingannando e lo spiega con una frase molto significativa: “Jacob non dice mai cosa si deve fare” alludendo implicitamente che Jacob lascia liberi di scegliere. Questo oramai sappiamo benissimo che non è così. Richard cerca alleati per distruggere l’aereo, Ben Richard e Miles si dirigono al villaggio Dharma e Hugo, Jack, Sun e Frank vanno dal gruppo di F-Locke.

“I trust you Hugo”

Jack per la prima volta dice apertamente che si fida di Hurley ed è felice di seguirlo, in questo modo si sente sollevato dalle responsabilità in quanto non si considera una persona capace di fare le cose giuste (si sente in colpa per la morte di Juliet)

Ben riprenditi ti prego!

Ben sceglie di restare con Alpert, ha perso la fede e non è più la stessa persona. Si preoccupa di cosa farà l’isola con loro quando tutto sarà finito e sembra molto spaventato. Dove è finita tutta la sua esperienza? Perché non torna ad essere il solito inimitabile manipolatore? Noi lo aspettiamo, speriamo che torni ad essere il “mago di Oz” e torni in gioco.

Hugo si rivela un grande diplomatico

Chissà se le decisioni di Hugo sono previste (supposed to..) o se lui di fatto spiazza i due contendenti, certo è che per definire la questione lui ricorre alla diplomazia e decide di andare a cercare F-Locke: in fondo parlarsi chiaro è sempre il modo migliore per affrontare i problemi.

Ricreare le stesse condizioni

Kate vorrebbe sapere da F-Locke perché sono fermi nella giungla, lui le risponde che se loro sono riusciti a tornare sull’isola è solo perché lo hanno fatto tutti insieme. Ora se vogliono andarsene deve succedere la stessa cosa. Ecco perché sono li seduti ad aspettare che arrivino Hugo Sun e Jack.

Blackman: “Hello Jack!”

Locke e Jack si sono visti l’ultima volta fuori dall’isola, all’ospedale, quando Locke voleva reclutare tutti perché li voleva riportare indietro. Jack non volle dargli ascolto ed è convinto che Locke sia morto suicida, per questo si sente molto in colpa nei suoi confronti. Adesso abbiamo un nuovo faccia a faccia ma questa volta è tra F-Locke e Jack e ora entrambi vogliono la stessa cosa: andarsene dall’isola.

Il bambino

Non si capisce se il bambino che vediamo in questo episodio è lo stesso che abbiamo già visto in precedenza. Sicuramente c’è una forte somiglianza però non si può neanche affermare con certezza che sia sempre lui. Difficile fare teorie ma non sembra si tratti di una “apparizione” in quanto lo vede Desmond così come lo vide Sawyer. La volta scorsa il bambino fece molto arrabbiare F-Locke, questa volta invece appare sorridente e F-Locke lo ha ignorato.

Due realtà allo specchio

F-Locke butta Desmond nel pozzo. Desmond investe Locke. Gli eventi sembrano sempre speculari e in qualche modo quello che succede in una realtà si riflette nell’altra. Staremo a vedere cosa succederà. Mi sembra comunque di notare che le persone che hanno amato e che sono morte sull’isola sono quelle che nella realtà parallela ricordano con maggior immediatezza, come Faraday, Charlie e Libby.

Il Dottor Chang

Chang consegna un premio ad Hurley e lo si vede molto bene non ha problemi alle braccia. Questo fatto sembrerebbe avvalorare l’ipotesi che la realtà alternativa si sia sdoppiata e non deviata nel 1977.

Teoria

In realtà Mib e Jacob usano metodi molto simili… “manipolano” le persone per ottenere i loro scopi. C’è una differenza di fondo che ora ci permettere di capire (il più delle volte) quale dei due avversari vediamo all’opera. Spesso i due contendenti per convincere una persona (guadagnare una pedina) utilizzano il baratto.

Il patto con Mib è decisamente più affascinante, a lui si può chiedere qualsiasi cosa… in cambio non si deve offrire sofferenza ma occorre essere sempre pronti ad ubbidire ai suoi ordini (Mib ruba l’anima, come il diavolo).
Il patto con Jacob richiede il “sacrificio” ovvero per ottenere qualche cosa da lui bisogna essere pronti a soffrire per un “bene superiore” (ascesi)

Per analogia ecco che si può associare Widmore a Jacob e quindi alla fede, mentre Eloise può essere associata a Mib e quindi alla scienza. È possibile che una linea temporale debba sparire e Widmore ed Eloise si servono di Jacob e Mib per manipolare le persone presenti sull’isola al fine di mantenere la propria realtà a scapito di quella dell’avversario.

Verosimilmente, perché una delle due linee temporali abbia il sopravvento sull’altra, occorre rimettere insieme le stesse persone e “Ricreare determinate condizioni” forse è necessario ritornare a una certa data per evitare che la nuova linea temporale venga creata. Questo potrebbe spiegare perché F-Locke vuole lasciare l’isola solo con certe persone.

Widmore da parte sua difende la linea temporale originaria e vuole che nessuno lasci l’isola altrimenti secondo lui alcune persone come il piccolo Charlie e o la piccola Ji Yeon Kwon cesserebbero di esistere.

Riferimenti Culturali

Lo scontro fra Mib e Jacob in senso metaforico richiama per analogia il Simbolo del Tao Yin Raffigurato In Nero E’ Il Principio Negativo, La Notte, Il Femminile, Yang Raffigurato In Bianco E’ Il Principio Positivo, Il Cielo, Il Giorno, Il Maschile. Uno Non Può Esistere Senza L’altro E Nessuno Dei Due Predomina Sull’altro.

Hurley trova un libro fra le cose che appartenevano a Ilana, si tratta di “Notes from Underground” In italiano: “Memorie dal sottosuolo”, un altro libro di Dostoevskij che è una critica contro la scienza.

Burning Questions

Sapremo cosa è veramente l’isola? (sembra che almeno questo segreto Jacob lo abbia rivelato a Richard)
Con chi intende lasciare l’isola F-Locke?
A Claire, Sawyer, Jin e Miles cosa succederà dal momento che non sono tornati sull’isola con il volo 316?
Chi è quel ragazzo misterioso?

Autrice: Angelina

Rispondi