1.13 – Ragione e sentimento – Hearts and Minds (Boone)

Episodio: 1×13
Titolo originale: Hearts and Minds
Sceneggiatura: Javier Grillo, Marxuach, Carlton Cuse
Regia: Rod Holcomb
Episodio dedicato a: Boone

1301

Sull’isola: 15 ottobre 2004

Boone seduto sotto un albero guarda Shannon in malo modo che legge sulla spiaggia, vede che le si avvicina Sayid e le porta in regalo un paio di ciabattine del suo numero, le ha trovate nell’aereo, Shannon è contenta del regalo anche perché i piedi le si gonfiano da quando è sull’isola. Hurley distrae Boone chiedendogli come mai lui e Locke non portano più cinghiali se vanno sempre a caccia e da una settimana non c’è da mangiare, Boone risponde che i cinghiali non sono domestici quindi è difficile prenderli ma è più interessato a guardare cosa fanno Shannon e Sayid.

Flashback: 18 settembre 2004

Boone al tennis club, dopo una partita, cammina abbracciato con una ragazza e risponde al cellulare, è Shannon che gli dice che le cose non vanno bene, Boone chiede dove si trova ma la sente gridare e piangere con il fidanzato, Boone vuole andarla a prendere, Shannon dice di essere a Sydney.

Sydney 19 settembre 2004

Boone arriva a casa del fidanzato di Shannon che le apre la porta, Shannon si sta preparando per uscire e si stupisce che Boone sia lì, ha un livido sulla fronte nascosto dai capelli e dice che non è il momento, che la può chiamare domani, glielo chiede per favore e Boone toglie il disturbo.

Sull’isola: 15 ottobre 2004

Boone va da Sayid, lo guarda fisso negli occhi e gli dice di stare lontano da sua sorella e che è un consiglio prezioso, Sayid non sembra intenzionato ad ascoltarlo, Locke chiama Boone dicendogli che al ruscello ha trovato delle tracce di cinghiale e Boone lo segue lasciando perdere per il momento Sayid. Locke camminando nella giungla consiglia a Boone di non farsi nemico uno come Sayid, è meglio averlo dalla propria parte. Arrivano alla botola nascosta sotto foglie e terra e la scoprono.

Hurley incontra Jack nella giungla e gli chiede se può mantenere la riservatezza su quello che gli dirà perché non si sente molto bene, ha dei grossi problemi digestivi, ha mangiato tutti i tipi di frutta dell’isola, Jack dice che dovrebbe aggiungere delle proteine alla dieta mangiando il pesce che pesca Jin ma Hurley pensa ai cinghiali perché Jin ce l’ha con lui da quando ha rifiutato un riccio che gli aveva offerto e per Jin è stato come oltraggiare il valore della sua famiglia, Hurley in mano ha delle foglie e si scusa con Jack per doverle utilizzare e sparisce dietro un cespuglio.
Kate raccoglie della frutta nella giungla e Jack che passava di là si ferma ad osservarla, Kate si accorge che Jack la guarda e lo informa di averlo visto, Jack dice che non si sta nascondendo ma non voleva interromperla, Kate raccoglie un frutto della passione e poi porta Jack a vedere a cosa serve. Raggiungono Sun che ha preparato un piccolo orticello dove ha piantato delle erbe e pure degli alberi da frutto, Jack dice che è una buona idea vista la penuria di cinghiali, Kate dice che forse non scarseggiano i cinghiali ma Locke non li caccia perché ci sono troppe bocche da sfamare.
Boone dice che la botola è murata e per quello non riescono ad aprirla o a rompere il vetro, Locke prepara un intruglio in una noce di cocco, dice che è per dopo e racconta la storia di Ludovico Buonarroti, il padre di Michelangelo era un uomo ricco che non si rendeva conto quanto era grande suo figlio e lo picchiava perché usava le mani per lavorare, Michelangelo imparò a non usarle. Qualche anno dopo il principe andò nel suo studio e trovò il maestro intento a fissare un gigantesco blocco di marmo, il principe capì che le voci erano vere, che il maestro era andato lì tutti i giorni per 4 mesi a fissare il blocco di marmo, il principe chiese cosa stesse facendo e Michelangelo rispose sto lavorando non vedete? Dopo tre anni quel blocco di marmo era la statua del David. Boone ironizza sul fissare la botola per 4 mesi, Locke si chiede come aprire una botola che non ha una maniglia o una serratura, apparentemente non è possibile ma sono lì per questo.
Hurley con una lancia auto costruita rincorre Jin che con la sua rete sulle spalle sta andando a pescare, Hurley vuole sapere dove sono i pesci facendo dei segni con le mani e con la lancia, Jin sorride e fa no con la testa indicando verso la giungla e se ne va.
Nella giungla Boone parla con Locke del fatto che Shannon gli fa un sacco di domande e quindi vuole dirglielo dove vanno perché si fida di lei, Locke dice che non sono pronti per sapere e gli chiede se ha valutato le conseguenze, Boone risponde sicuro di si ma appena si gira Locke lo colpisce alla testa col manico del coltello facendolo svenire. Quando si risveglia è legato e stordito, Locke seduto su un masso impasta qualcosa dentro una noce di cocco e Boone chiede spiegazioni, promette di non dire nulla della botola basta che lo sleghi, Locke ritiene di fare una cosa importante per lui e lo ringrazierà, gli mette l’impasto sulla ferita dietro la nuca per non fargli infettare la ferita, poi gli lancia un coltello che si pianta vicino, il campo è a 4 miglia ad ovest, “dov’è l’ovest?” grida Boone, “ti libererai da solo quando avrai la giusta motivazione” e se ne va. Boone rimane solo, in ginocchio, legato con un braccio davanti e uno dietro e non riesce a prendere il coltello per liberarsi.

Flashback: Sydney 19 settembre 2004

Boone al commissariato vuole denunciare il compagno di Shannon per violenze ma il poliziotto non accetta la denuncia almeno che non sia sua sorella a farla. Nel frattempo vediamo arrivare Sawyer appena arrestato, Boone si distrae e lo guarda, ma il poliziotto gli domanda come mai hanno due cognomi diversi allora racconta che Shannon è stata anche sposata e separata non a causa sua… e i loro genitori si sono sposati quando lui aveva 10 anni e Shannon 8 e non hanno un legame di sangue, Boone insiste ma non ottiene nulla.
Boone raggiunge Bryan, il compagno si Shannon, su un molo, gli chiede di non vederla più, lo informa che è disposto a pagarlo 25000 dollari e che è il terzo che fa allontanare così, Bryan dice che la ama e che il suo amore vale 50000 dollari, Boone firma l’assegno.

Sull’isola: 15 ottobre 2004

Kate e Sun si occupano dell’orto e Kate parla del fatto che avrebbe voluto prendere un volo per Bali ma poi ha scelto Los Angeles… doveva avere solo le idee più chiare… ma Sun la guarda e sorride e Kate capisce che Sun ha capito perché conosce la lingua, Sun la prega di non dire niente a nessuno.
Jin pesca con la sua rete e prende tre pesci mentre Hurley che ci prova con una sua maglia tenuta da due bastoncini ci rinuncia non pescando nulla, mentre cerca di uscire dall’acqua pesta un riccio, Jin lo aiuta reggendolo fino a riva dove inizia gridargli di fargli la pipì sul piede per evitare la cancrena, Jin si rifiuta ma cerca di mordergli il ditone del piede per estrarre le spine.
Sayid nella foresta prepara una bussola mettendo un ago calamitato su un sughero posandolo dentro un contenitore d’acqua per orientarsi con delle mappe, quando sente un rumore alle sue spalle, si alza con la gamba dolorante e il coltello, è John. Scherza sul fatto che Boone gli ha offerto un giorno di riposo dalla caccia, Sayid cerca di capire le cartine della Rousseau e John dice che non c’è nulla da capire ma non vedeva una bussola così da quando era un rover che è a metà strada tra un lupetto e capo scout, faceva collezione di distintivi, eseguiva nodi, identificava uccelli ma non era tra i più popolari. Lascia la sua bussola a Sayid dicendo che non gli serve più e lo lascia lavorare.
Boone solo nella foresta, addormentato legato in ginocchio si sveglia sentendo le urla di Shannon che chiede aiuto, dice che è legata, sente anche un rumore mostruoso, le urla di Shannon gli danno la forza per riuscire a prendere il coltello e tagliarsi la corda. Corre nella foresta verso Shannon che la trova legata e la libera ed assieme scappano dal rumore mostruoso e si rifugiano dentro le radici di un grosso albero, vengono spaventati da qualcosa che si scaglia ripetutamente contro il rifugio.
Sayid insegue Jack che va di fretta nella foresta per chiedergli dove secondo lui è il nord, Jack si ferma e vedendo dove tramonta il sole a ovest gli indica davanti a se il nord, ma Sayid tira fuori la bussola che indica un nord molto più spostato verso est, di parecchi gradi, Sayid pensa che una piccola anomalia magnetica può spiegare variazioni di due o tre gradi ma non di tanto e pensa che la bussola sia difettosa, Jack chiede da dove arrivi e Sayid dice gliel’ha data Locke e che lo ha visto un miglio ad est e chissà se era est.
Boone e Shannon non sentono più nessun rumore, Boone molto cauto esce e Shannon comincia ha chiedergli cosa ha fatto a Locke per fargli fare quello scherzetto.

Flashback: Sydney 20 settembre 2004

Boone entra a casa di Shannon che le apre la porta, lei lo aspettava più tardi, lui è determinato a lasciare il paese e le dice di prendere quello deve portarsi ma arriva Bryan e Shannon è intimorita, Bryan fa capire a Boone che Shannon fingeva, si è presa quello che era suo, dopo la morte del padre di Shannon la madre di Boone l’ha truffata tenendosi tutti i soldi. Boone dice che non è la prima volta che fa questi giochetti e la insulta pesantemente, a quel punto Bryan lo prende per un braccio, si azzuffano e Bryan lo riempie di pugni ma Shannon lo fa smettere. Boone esce e se ne va.

Sull’isola: 15 ottobre 2004

Locke guarda il mare e l’orizzonte. Gli si siede vicino Jack, non parlano da tempo, Locke dice che Jack è un uomo impegnato e Jack ritiene che anche lui lo sia, chiede di Boone ma Locke dice che non lo ha visto e i cinghiali probabilmente stanno migrando dall’altra parte della valle per sfuggire alla caccia ma meglio che rimanga tra loro.
Kate e Sun di ritorno dall’orto, passeggiando nella foresta parlano del fatto che nemmeno Jin sa che Sun parla inglese, lo sa solo Michael e Kate la tranquillizza che non rivelerà nulla. Sun ha fatto dei corsi in Corea, Kate non capisce perché non lo dice a suo marito e Sun dice che non può farlo perché lo ama e chiede a Kate se non ha mai mentito all’uomo che amava.
Hurley sulla spiaggia ha il piede dolente, Jin gli offre un crostaceo da mangiare crudo, questa volta accetta vomitando subito dopo dallo schifo. Jack porta a Charlie un’aspirina per l’astinenza e poi lo aiuta con la legna. Parlano un po’ di Charlie e dell’astinenza ma poi Jack gli chiede che idea si sia fatto di Locke e Charlie dice che secondo lui è un po’ disturbato e capace di uccidere un collega per poco però gli ha salvato la vita e quindi si fida del fatto che potrebbe essere l’unico sull’isola in grado di salvarli tutti.
Alle grotte Michael apre un cofanetto di legno preso dalla sua borsa ritrovata, lo nasconde quando arriva Walt che gioca con Vincent ma resta a guardarli. Hurley con il suo bastone gli si siede vicino, sta per sbucciarsi una papaia ma la offre a Michael. In quel momento arriva Jin porgendo un pesce già pulito ad Hurley.
Kate si rinfresca vicino all’acqua delle grotte, Jack la raggiunge mettendole in mano dei semi di guava per il frutteto.
Boone e Shannon camminano nella foresta verso le grotte ma Boone sembra non sapere che direzione prendere, Shannon se ne accorge e lo incolpa di essere amico del pazzo fanatico che li ha legati ed è sicura che non cacciava con Locke ma facevano qualcos’altro, Boone sostiene che Locke non è un pazzo ma è l’unico che ha capito la situazione e che è in gamba, Shannon non capisce e vuole sapere perché li ha legati, Boone risponde che cercando Claire hanno trovato una botola di metallo sepolta nella giungla e stanno scavando ma quando Locke ha capito che voleva dirlo a lei Locke li ha legati. Improvvisamente di nuovo quel rumore mostruoso e qualcosa tra gli alberi gli si scaglia contro e loro fuggono spaventati. Corrono nella giungla fino a quando Shannon viene presa e alzata tra i rami sparendo alla vista di Boone che la cerca disperato chiamandola.

Flashback: Sydney 20 settembre 2004

Boone si tiene del ghiaccio sulla guancia nella camera d’albergo, apre la porta e Shannon con le scarpe in mano gli dice che Bryan si è preso i soldi. Boone non la considera e dice che è ubriaca, Shannon sapeva che lui avrebbe offerto dei soldi a Bryan perché Boone è innamorato di lei, Boone cerca di farle resistenza mentre lei lo bacia ma poi si lascia trasportare e finiscono sul letto. Quando riaccendono la luce Shannon dice a Boone che tornati a Los Angeles lui deve dire a sua madre che l’ha salvata come sempre e ricominceranno tutto come prima di quel giorno poi gli ordina di rivestirsi.

Sull’isola: 15 ottobre 2004

Boone cerca Shannon vicino al fiume, sulle pietre vede delle tracce di sangue e poi sempre di più, tra i sassi c’è Shannon stesa priva di sensi con molte ferite sull’addome, Boone la stringe a se e piange.
Nel buio Boone trova Locke che aveva acceso un fuoco per la notte, gli si scaglia contro puntandole il coltello dicendo che aveva fatto uccidere sua sorella, Locke cerca di immobilizzarlo e gli chiede come mai non ha sangue addosso, lo respinge e Boone si accorge che Shannon chiacchiera tranquillamente con Sayid e di essere alle grotte. Locke vuole sapere se è questo che voleva vedere, che sua sorella era morta… Boone capisce che è stato drogato con quella cosa che gli aveva messo sulla ferita in testa e Locke ritiene di avergli regalato un’esperienza vitale per la sua sopravvivenza sull’isola, Boone dice piangendo che ha provato sollievo per la morte della morte di Shannon e Locke capisce che può andare oltre. Locke si mette lo zaino in spalla e chiede a Boone di seguirlo.

(autrice mondrian)

Rispondi