1.12 – Il mistero della valigetta – Whatever the case may be (Kate)

Episodio: 1×12
Titolo originale: Whatever the case may be
Sceneggiatura: Damon Lindelof, Jennifer Johnson
Regia: Jack Bender
Episodio dedicato a Kate

1203

12 ottobre 2004

Kate nella giungla da sola raccoglie dei frutti sopra un grosso albero, scende e sente dei rumori, prende una pietra e la lancia, da dietro i cespugli, prima si sente imprecare e poi spunta Sawyer che si arrabbia perchè gli ha colpito il ginocchio, Kate chiede come mai la stava inseguendo e Sawyer risponde che la stava proteggendo, Kate ironizza ma poi sentono un rumore e oltre gli alberi da frutto scorgono una bella cascata con il suo laghetto. Sawyer si spoglia per buttarsi in acqua e contagia anche Kate che si lascia andare ad una nuotata, raggiungono a nuoto la cascata e da lì si tuffano. Sott’acqua Kate intravede sul fondo un corpo, anche Sawyer se ne accorge e con stupore si rendono conto che un uomo e una donna sono seduti su sedili dell’aereo con ancora le cinture di sicurezza allacciate sott’acqua.

Kate e Sawyer riemergono dall’acqua per respirare ma Sawyer torna subito sotto a vedere se c’è qualche oggetto da recuperare e Kate lo segue, Sawyer trova un portafoglio nalla tasca dell’uomo e Kate vede una valigetta che l’uomo ha ancora sotto il sedile ma riemergono per respirare. Kate ritiene Sawyer disgustoso per aver preso il portafoglio al cadavere e si immerge di nuovo per andare a prendere la sua valigetta, Sawyer la segue ed è lui che riesce a toglierla da sotto il sedile e riemergono. Kate non ha la chiave per aprirla e Sawyer sospetta che non sia veramente sua e propone di tenersela lui, a Kate sembra non interessare e dice di tenersela.
Sulla spiaggia una mareggiata porta via alcune valige, Sayd e Jack devono far portar via dalla spiaggia tutto entro il tramonto perchè presto il mare allagherà anche la fusoliera. Jack propone le grotte come posto sicuro ma la gente non ha voglia di addentrarsi nella giungla dopo quello che è successo a Claire per non parlare del mostro. Jack chiede a Sayid di portarlo dalla francese perchè Claire non si trova, se ci sono degli “altri” come aveva detto lui… ma Sayid dice che è stato il vento a fargli un brutto scherzo, Jack chiede delle mappe e delle carte che ha preso alla francese ma Sayid non ha mai visto quelle equazioni degli appunti e lui non sa leggerli, inoltre ci sono annotazioni in francese che lui non conosce e pensa che certe cose è meglio non tradurle, Jack allora dice di andarlo a spiegare a Charlie che è sotto shock per il rapimento e per Claire.
Shannon legge tranquilla mentre tutti si danno da fare a spostare tutto dalla spiaggia, Boone torna e lei gli chiede dove va ogni giorno con Locke e se per caso è il suo nuovo fidanzato, Boone si arrabbia e dice che stanno cercando Claire e cerca di fare qualcosa al contrario di lei che è inutile, Shannon ci rimane male se ne rende conto.
Al tramonto Kate davanti al fuocherello sulla spiaggia vede passare Sawyer con la valigetta e lo segue con lo sguardo.

Flashback: ?

Kate in New Mexico sotto il falso nome di Mrs Ryan è in una banca e chiede informazioni ad un impiegato per un prestito, le viene chiesto un documento di identità per poter inoltrare la pratica e Kate glielo porge, dice di fare la fotografa e di essere lì per lavoro, sta lavorando per un libro illustrato e fotografa vecchi teatri, ad un certo punto dei rapinatori armati e incappucciati fanno irruzione nella banca sparando in aria e fanno mettere tutti a terra, anche a Kate viene ordinato di mettersi a terra, prendono in ostaggio l’impiegato che serviva Kate che si fa passare per il direttore, vogliono farsi aprire la cassaforte, chiedono insistentemente la chiave della cassaforte puntandogli la pistola. Un uomo vicino a Kate le dice che ha intenzione di disarmare uno dei rapinatori, lei dice di lasciare perdere, ma lui si alza e si getta contro un rapinatore di spalle, gli sottrae la pistola, la lancia a Kate e inizia ad urlare di prenderla e sparare, Kate la impugna ma non sa sparare e un rapinatore la prende per il collo, la porta in un ufficio e chiude la porta, il rapinatore si toglie la maschera e bacia appassionatamente la sua Maggie. Subito dopo per tornare nel gioco del rapinatore e rapita le da uno schiaffo e la riporta, gettandola a terra, tra gli altri ostaggi. La sceneggiata continua e Kate viene presa come ostaggio con una pistola puntata in faccia per fare in modo che l’impiegato consegni la chiave, infatti l’impiegato cede e si dirigono verso la cassaforte. Kate è ancora in ostaggio, l’impiegato apre un cancello nel cavò e i rapinatori iniziano a prendere i soldi, poi chiede di liberare almeno la ragazza ma il rapinatore, puntandogli la pistola, gli racconta che la ragazza lo ha fregato, ha scelto lei la banca e ha architettato tutto, si toglie il passamontagna e chiama Maggie per nome dicendo che si vuole liberare del testimone ma Kate/Maggie dice che non voleva vittime e recupera la pistola da un rapinatore di spalle e gliela punta contro e se lui spara lei spara, Jason sta per sparare all’impiegato ma Kate lo colpisce ad una gamba, gli altri rapinatori sentono gli spari ma Kate abilissima riesce a recuperare anche la pistola di Jason e spara a tutti. Kate ordina all’impiegato di darle subito la chiave della cassetta di sicurezza 815, l’impiegato dice che ci vanno due chiavi e Kate fa vedere la chiave ma non essendo firmataria non poteva accedere all’altra chiave, Jason capisce che li ha usati solo per quella cassetta e non per i soldi, Maggie gli dice che non si chiama Maggie, estrae la cassetta di sicurezza, la apre e dentro c’è una busta.

Sull’isola: 12 ottobre 2004

Nella notte Kate entra nella tenda di Sawyer che sta dormendo con la valigetta tra le gambe, cerca di sfilarla piano ma Sawyer con uno scatto stringe Kate con le gambe afferrandola e inizia a ironizzare sulle posizioni che potrebbero tenere, Kate gli da una testata e riesce a divincolarsi ma la valigetta la prende Sawyer, lei la chiede decisa ma lui dice no, Kate se ne va.

13 ottobre 2004

Shannon sulla spiaggia prende il sole in costume, Sayid si avvicina a fatica per via della ferita alla gamba e le chiede se può aiutarlo a tradurre le carte prese alla Rousseau, Shannon chiede se è stato suo fratello a spingerlo a chiedere di lei, Sayid dice di no ma Shannon non vorrebbe aiutarlo perchè non sa bene il francese, Sayid insiste che lei è l’unica a saperlo e si fa convincere.
Sawyer cerca di aprire la valigetta con un filo di ferro ma impreca non riuscendoci, Michael Hurley e Walt che trasportano le valige si fanno grasse risate per il fatto che Sawyer stia cercando di scassinare una Halliburton, Michael dice che l’unico modo per aprire quella valigetta è colpirla con una mazza di ferro o un accetta.
Locke aspetta Boone nella giungla che arriva con un accetta, si assicura che nessuno lo abbia visto prenderla e si mettono in cammino.
Rose sulla spiaggia dice a Charlie di reagire senza fare il maleducato, che tutti stanno aiutando a spostare il campo dalla spiaggia, non è l’unico ad avere dei momenti tristi, Rose lo invita ad aiutarla e Charlie, con un po’ di fatica, reagisce e si alza e la aiuta.
Sawyer cerca in tutti modi di aprire la valigetta e nella giungla si arrampica su un altissimo albero per buttarla contro le rocce, ma una volta gettata Kate, che probabilmente seguiva i suoi movimenti, si riprende la valigetta e inizia a correre, Sawyer la insegue, poco dopo la raggiunge buttandola a terra, Kate gli da una testata me Sawyer riesce ad alzarsi con la valigia, a questo punto è curioso di sapere cosa c’è dentro e perchè Kate ci tenga così tanto, le fa la proposta di aprirla davanti a lui.
Shannon e Sayid cercano di tradurre le mappe ma di matematica lei non ne capisce nulla, quel poco che sa di francese lo ha imparato da un ragazzo con il quale è stata a St Tropez, Shannon è meno tesa del solito.
Alle grotte Sun cura le sue piante mediche e Jack a gesti chiede a cosa servono, Sun strizzando gli occhi e tenendosi la testa fa capire che serve all’emicrania. Kate arriva affannata e parla con Jack del fatto che lo sceriffo aveva imbarcato una valigetta contenente parecchi soldi pistole e munizioni, la valigetta la tiene Sawyer e riuscirà ad aprirla, Kate sostiene di sapere dove si trovi la chiave per aprirla, vuole sapere da Jack dove è sepolto lo sceriffo perchè la teneva nel portafogli nella tasca dei pantaloni, Jack ha dei dubbi sul contenuto della valigia e propone a Kate di aprire la valigetta assieme, Kate accetta.
Rose sorride mentre trasporta pezzi di aereo con Charlie sulla spiaggia, Charlie le chiede cosa ci sia da sorridere visto che sono dispersi su un’isola e nessuno li cerca, che nella giungla c’è qualcosa che divora uomini e ci sono persone che vogliono fare del male come a Claire, Rose lo interrompe dicendogli che non è colpa sua per quel che è successo a Claire e che ha bisogno di farsi aiutare da qualcuno.
Jack conduce Kate nel luogo dove ha sepolto lo sceriffo e Kate gli chiede come mai non lo abbia bruciato con gli altri corpi nella fusoliera, Jack risponde che lui lo doveva seppellire. Iniziano a scavare e l’odore è tremendo, Kate riesce a recuperare dalla tasca dei pantaloni il portafogli e si allontana, da il portafogli a Jack che lo apre ma non c’è nessuna chiave, Kate sembra delusa ma Jack le prende la mano che stinge a pugno e le chiede di aprirla, nella mano stringeva la chiave, Kate è imbarazzata ma Jack prende la chiave, le dice stare zitta e se ne va.
Shannon continua tradurre frasi che non sembrano avere senso e Sayid dice che ripete sempre le stesse cose, Shannon dice che la francese forse dopo 16 anni non ci sta più con la testa ma qualcosa le suona familiare, Sayid pensa di aver commesso un errore e di perder tempo, raccoglie le sue mappe ma Shannon si alza ritenendosi inutile e se ne va.
Jack raggiunge Sawyer sulla spiaggia e gli propone uno scambio con gli antibiotici che gli sta dando per la ferita del braccio, se non gli da la valigetta lui gli interrompe la terapia facendogli andare il braccio in cancrena, Sawyer ha capito che Kate fa fare a Jack il lavoro sporco, non si lascia spaventare perchè sa che Jack non lo farebbe mai ma Jack dice che si sbaglia, Sawyer da la valigetta a Jack e gli ricorda che qualsiasi spiegazione abbia dato Kate lo ha imbrogliato. Jack va da Kate che è seduta su un rottame e le dice che la apriranno assieme come erano i patti, Jack apre la valigetta che contiene una mazzetta di dollari, due pistole, due scatole di proiettili, una busta arancione con scritto EFFETTI PERSONALI che contiene un’altra piccola busta celeste ripiegata, Kate è lì silenziosa e Jack capisce voleva l’ultima busta che ha trovato e la consegna a Kate, Kate ci tira fuori un piccolo aeroplano di plastica e lo guarda con molta tristezza, Jack le chiede che cos’è ma Kate dice niente che tanto non capirebbe, Jack vuole la verità e Kate dice che apparteneva all’uomo che amava ma Jack non ci crede ed insiste, Kate ammette che apparteneva all’uomo che lei ha ucciso e scoppia a piangere, Jack rimette tutto nella valigetta, la chiude e se ne va lasciando Kate tra i singhiozzi.
I sopravvissuti che si stanno spostando dalla spiaggia con tutti i bagagli si sistemano per la notte su una spiaggia, Rose e Charlie davanti al fuoco parlano del marito di Rose, lei crede che tornerà perchè ha fede, Charlie scoppia piangere e chiede aiuto a Rose ma lei dice di non essere quella che lo può aiutare e inizia pregare per lui che trovi la strada.
Shannon si avvicina Sayid e le racconta del tipo con cui stava a St Tropez che aveva un figlio di nome Laurent, era una peste e non si sopportavano, guardava sempre lo stesso film cartone su un pesce, come fanno i bambini, era doppiato in francese e alla fine c’era una canzone, la stessa che la donna francese ha scritto e riscritto su un foglio, Shannon canta la canzone in francese di Charles Trenet e Boone nel buio la ascolta. Jack non bada a Kate che è da sola davanti al fuoco e piange con l’aereoplanino in mano.

La mer
Qu’on voit danser le long des golfes clairs
A des reflets d’argent
La mer
Des reflets changeant sous la pluie

La mer
Au ciel d’été confond ses blancs moutons
Avec les anges si purs
La mer
Bergère d’azur infinie

Voyez
Prés des étangs ces grands roseaux mouillés
Voyez
Ces oiseaux blancs et ces maisons rouillées

La mer Les a bercés le long des golfes clairs
Et d’une chanson d’amour
La mer
A bercé mon cœur pour la vie

Et d’une chanson d’amour
La mer
A bercé mon cœur pour la vie

La mer, la mer
La mer, la mer
La mer, la mer
La mer, la mer
La mer, la mer
La mer…

(autrice mondrian)

Fonte testo canzone: angolotesti.leonardo.it

Rispondi