1.11 – Inseguimento – All the best cowboys have daddy issues (Jack)

Episodio: 1×11
Titolo originale: All best cowboys have daddy issues
Sceneggiatura: Javier Grillo, Marxuach
Regia: Stephen Williams
Episodio dedicato a Jack

7 ottobre 2004

Hurley alle grotte chiede a tutti se hanno visto Ethan perché non è nella lista passeggeri, Michael dice di averlo visto fare la legna sul sentiero che porta alla spiaggia e Jack si preoccupa subito pensando a Charlie, Locke dice che Charlie è a cercare Claire. Jack e Locke corrono nella giungla lungo il sentiero e trovano le cose di Claire abbandonate, Locke capisce dalle impronte che sono stati rapiti e trascinati, Jack urla più volte il nome di Claire ma Locke gli fa segno di tacere. Locke propone di tornare alle grotta e armarsi perché da come diceva Sayid non sono soli sull’isola ma Jack non sa cosa sia successo veramente a Sayid perché quando è tornato delirava e insiste per sapere in che direzione sono andati e si mette a correre da solo.

Flashback: luglio 2004

Jack viene chiamato da un infermiera in sala operatoria perché a suo padre, che stava operando, gli tremano le mani e recide l’arteria epatica di una paziente che ha avuto un grave incidente. Jack fa di tutto per salvarla ma la perde sotto i ferri, cerca di rianimarla ma suo padre gli dice di dichiarare il decesso e rinunciare ad insistere. Fuori dalla sala operatoria Jack e il padre discutono sul fatto che suo padre ha fatto un errore recidendo quell’arteria e probabilmente per il fatto che aveva bevuto. Il giorno dopo Jack viene convocato nello studio del padre che sta firmando una relazione, ha messo per il scritto che la paziente è arrivata in seguito ad incidente stradale, operata d’urgenza per emorragia interna con l’aiuto di Jack ma nonostante gli sforzi la paziente è deceduta per le ferite riportate. Jack non è d’accordo sul sistemare le cose così e insiste che non doveva essere in sala operatoria perché non era in grado di operare, il dottor Christian Shephard insiste che lui è in grado di prendere decisioni e conosce i suoi limiti ma Jack si rifiuta di firmare, il padre insiste che è anche responsabilità sua visto che faceva parte di un équipe e sono cose che capitano ma se fa riferimento all’alcool lo radieranno, Jack lo sa ed è determinato, il padre dice che è stato duro con lui da bambino ma è così che ha potuto farlo diventare un bravo chirurgo e lo lusinga dicendo quanto è stato bravo a salvare tutti quei pazienti, Jack si commuove ma il padre trattiene l’abbraccio battendogli solo la spalla, sa che doveva dirgliele prima quelle belle cose. Christian promette che non accadrà più, consegna la penna a Jack ricordandogli che non si tratta solo della sua carriera, Jack firma.
Qualche giorno dopo Jack vede il padre, nel corridoio dell’ospedale, parlare con un uomo che è il marito della donna che è morta per l’arteria recisa, l’infermiera Andrea, alla quale Jack chiede con chi parla suo padre, dice che l’uomo è deciso a fare causa per la morte della moglie. L’uomo piange davanti al dottor Shephard e questi lo consola.
Davanti alla commissione il Dott Shephard espone a voce i fatti dicendo che la paziente era arrivata già molto grave, la commissione chiede se sapeva che la donna fosse incinta e Jack guarda con stupore il padre che risponde che sapeva che la gravidanza era agli inizi e hanno optato per salvare comunque la donna. La commissione sta per chiudersi ma Jack dice che vuole rivedere la sua posizione e comincia raccontare che suo padre era sotto l’effetto dell’alcool in sala operatoria e per questo è stato chiamato da un infermiera, il padre cerca di non farlo parlare ma Jack continua e dice che purtroppo l’arteria epatica della donna era già stata recisa per errore di suo padre causando il decesso quando lui è arrivato in sala operatoria.

Alle grotte: 7 ottobre 2004

Locke si prepara per raggiungere Jack con Kate, Boone si unisce alla squadra di ricerca, Michael con Walt e Vincent chiedono di partecipare e Locke dice che non ce n’è bisogno, Michael propone di essere un’altra squadra e allora Locke lo consiglia, ironicamente, di andare dalla parte opposta cioè a sud. Si mettono in cammino. Jack senza rendersene conto girava in tondo senza allontanarsi troppo pensando a suo padre, Locke Kate e Boone lo raggiungono, Locke vorrebbe che Jack tornasse alle grotte per vedere la gamba di Sayid e perché si sente in colpa per non aver percepito nulla su Ethan quando andavano a caccia assieme, sa che potrebbe essere pericoloso per quel che sa di caccia e il dottore dell’isola deve stare al sicuro ma Jack è deciso a proseguire.
Michael parla ad Hurley, mentre riempiono bottiglie d’acqua alla fonte, del fatto di sentirsi d’impaccio o di serie B per Locke, Hurley pensa che è per lo stress e Walt difende il signor Locke dicendo che è un guerriero, caccia, segue le tracce ed è l’unico ad vere dei coltelli, insomma Walt al posto suo gli darebbe retta, Michael non vuole che lui lo faccia e lo lascia con Hurley perché è deciso ad andare a sud.
Intanto Locke per non perdersi segna gli alberi con dei pezzi di stoffa rossa e poi impone di fare una pausa, Jack comincia ad innervosirsi ma Kate gli chiede prontamente di parlargli portandoselo in disparte. Kate chiede a Jack di smetterla di comportarsi così ma Jack dice di sentirsi in colpa perché non ha creduto all’aggressione di Claire dandole un sedativo. Boone li chiama perché hanno trovato uno dei cerotti che aveva Charlie sulle dita dove si scriveva LATE col pennarello, Jack capisce che Charlie ha voluto lasciargli una traccia. Riprendono le ricerche e Jack trova un altro cerotto trovando la direzione, Locke invece non è convinto e trova un’altra pista di impronte, Kate pensa che potrebbero averlo fatto apposta di lasciare i cerotti per depistare ricalcando le impronte, Boone nota che anche Kate è esperta di tracce e Jack propone di dividersi e seguire tutte e due le piste, Kate va con Jack e Boone va con Locke.
Sawyer torna alle grotte per prendere gli antibiotici per la sua ferita e incontra Walt nelle vicinanze che gli racconta che Charlie e Claire sono stati rapiti da Ethan ma Sawyer non sa nemmeno chi sia Ethan, infatti, dice Walt, non era sulla lista passeggeri, probabilmente era già sull’isola, forse con altri, Sawyer la prende come una cosa ridicola dal momento che glielo dice un bambino ma Walt insiste dicendo di chiedere a Sayid, Sawyer non sapeva nemmeno che Sayid fosse tornato.
Boone continua a segnare il loro passaggio con dei pezzi di maglia rossa che gli ricorda l’uniforme di Star Trek, la indossavano tutti dice, e venivano sempre uccisi, Locke non seguiva Star Trek ma deduce che quel capitano era un incapace. Boone chiede a Locke, che si fa chiamare John, che cosa fa nella vita, immaginava o l’impagliatore o il killer, John è divertito e gli dice che lavorava come ispettore regionale per una fabbrica di scatole ma Boone pensa si… come no!
Jack, che segue le altre tracce, va di corsa e Kate gli chiede di andare più piano, non riescono però a proseguire perché Kate non sa indicare la direzione, Jack le chiede se sa seguire le tracce da prima o dopo essere una fuggitiva, Kate vuole solo aiutare ma Jack le chiede di essere sincera allora Kate racconta che suo padre era nei Ranger a Fort Lewis nello stato di Washinghton, faceva molte escursioni con lui, andavano a caccia di cervi e suo padre conosceva e amava i boschi, Kate si rattrista e chiede a Jack, in maniera sarcastica, di confessare anche lui qualcosa.
Sawyer raggiunge Sayid nella grotta che riposa ferito e gli dice che l’isola gli ha dato la giusta punizione, se fosse meno magnanimo si vendicherebbe, Sayid lo invita a divertirsi pure ma si è vergognato molto di quello che ha fatto e pensava di non tornare, però è stato prigioniero della francese che invia il segnale da 16 anni, Sawyer è molto interessato al discorso e Sayid gli racconta tutto anche dei sussurri, entrambi non sanno che pensare e nemmeno se credere che ci siano altri.
Walt e Hurley giocano a backgammon sopra una valigia sulla spiaggia, Walt deve fare 4 e 3 con i dadi e dopo qualche soffio sui dadi esce il 4 e il 3, Hurley non è molto fortunato e ricorda che ad un torneo è arrivato 17°. Walt deve fare un doppio 6 e non si smentisce, Hurley non può crederci, Walt dice che anche suo padre Brian, l’altro padre, dice che è fortunatissimo e infatti vince la partita e 20.000 dollari che si erano giocati, Hurley dice che li avrà e se ne va, dice, ad una riunione.
Boone e Locke camminano per la giungla non seguendo più le tracce ma seguendo l’istinto di Locke. Boone racconta che nella vita gestisce un’agenzia matrimoniale, la madre ha un impero e lui dirige una filiale, Locke gli chiede chi gestisce ora la filiale e Boone risponde che non ha più importanza, Locke sa che qualcuno si occuperà momentaneamente della sua filiale e che fra un minuto pioverà, invita Boone a tornare indietro ma Boone è deciso a restare e comincia a piovere, Boone è sbalordito e Locke si gode la pioggia.
Kate e Jack sotto la pioggia continuano a camminare nella giungla e Jack trova un altro cerotto di Charlie, hanno seguito le tracce giuste ma un rumore stranissimo simile ad un urlo li spaventa, Jack comincia a correre e ad arrampicarsi su una parete di radici bagnate e scivolose, Kate lo segue ma Jack ad un certo punto scivola cadendo a terra nel fango. Jack riapre gli occhi e vede in piedi davanti a se Ethan che minaccia di uccidere o Charlie o Claire se continuano a seguirlo, Jack cerca di difendersi dal piede di Ethan che ha sul petto, si divincola e si prendono a pugni ma Ethan colpisce in faccia Jack buttandolo nel fango. Kate lo raggiunge, è svenuto ma si riprende presto e vuole andare a cercarlo. Si rimettono in cammino e ad un cero punto vedono Charlie impiccato e bendato che penzola come morto da un albero, Jack lo sostiene e Kate taglia le liane con non poche difficoltà, Jack si accorge che non respira e gli pratica la respirazione bocca a bocca e il massaggio cardiaco, Kate gli tiene la mano e si rende conto che non c’è più nulla da fare e ferma Jack che insiste allo stremo, non si dà per vinto e lo colpisce sul petto fortissimo, Charlie da un colpo di tosse e ricomincia a respirare di nuovo. Lo riportano alle grotte ma Charlie non parla e resta con lo sguardo nel vuoto, Jack gli promette di tornare a cercare Claire all’alba ma ha bisogno del suo aiuto, che gli racconti qualcosa di quello che è successo ma Charlie risponde freddamente che non ha visto e non ha sentito niente e non ricorda niente, dice che “loro” voleva solo Claire.
Shannon è preoccupata e dice a Kate che Boone e Locke non sono ancora tornati, Kate la tranquillizza che si saranno accampati per la notte e con Locke suo fratello è al sicuro.
Boone chiede a Locke se si sono persi visto che camminano ancora nel buio e non seguono le tracce, Locke dice di sentire qualcosa molto vicino ma Boone non ha voglia di ascoltarlo e vuole tornare indietro, Locke gli lancia la torcia che Boone non prende al volo facendola cadere, un rumore metallico attira la loro attenzione e Boone raccogliendola scopre sotto le foglie di essere sopra ad un pannello d’acciaio, pensano che potrebbe trattarsi di parte dell’aereo ma Locke vuole scoprire di cosa si tratta.

(autrice: mondrian)

Rispondi