Beecham house

L’india ha sempre il suo fascino, poi se ci aggiungiamo un misterioso ex soldato della Compagnia delle indie, una spettacolare villa del 19° secolo a Delhi, un neonato e delle discrete balie indiane, un passato avventuroso e oscuro, una madre inglese che non vede da più di 10 anni con accompagnatrice/pretendente inclusa, un’istitutrice inglese di una ricca indiana abbandonata li dal fratello, un fratello sciupafemmine soldato per la Compagnia delle indie, l’Imperatore Shah Alam, i francesi e il monopolio dei traffici commerciali, shakerate bene il tutto e servite con ghiaccio.

1795, John Beecham arriva a Delhi nella sua nuova villa principesca con il piccolo August, già i nuovi servitori si chiedono chi sia la madre, sicuramente indiana, John è li per un nuovo inizio e un porto sicuro per la sua famiglia.

Dopo aver abbandonato la Compagnia delle indie, avendo assistito all’ennesimo atto di violenza contro la popolazione indiana inerme, John ora è diventato un commerciante per lo più d’arte che aspira a una sua licenza indipendente di commercio, concesse dall’Imperatore che ovviamente non si fida dell’inglese ancor più sobillato dal Generale Castillon, mercenario Francese che lavora per l’Imperatore Shah Alam ma con un occhio agli interessi della Francia.

Tutte se lo vogliono maledettamente fare svenendogli addirittura tra le braccia… giudicate voi.

Miniserie in sei parti da 45 minuti ognuna.

Avvincente e in una splendida cornice.

Rating: ★★★★★★★☆☆☆ 

Ideatore: Gurinder Chadha
Sceneggiatore: Gurinder Chadha, Paul Mayeda Berges, Shahrukh Husain, Victor Levin
Regista: Gurinder Chadha

Cast

Tom Bateman: John Beecham
Lesley Nicol: Henrietta Beecham
Lara Dutta: Begum Samru
Leo Suter: Daniel Beecham
Dakota Blue Richards: Margaret Osborne
Gregory Fitoussi: General Castillon
Pallavi Sharda: Chandrika
Bessie Carter: Violet Woodhouse
Adil Ray: Murad Beg
Viveik Kalra: Baadal
Kulvinder Ghir: Mool Chand
Goldy Notay: Bindu
Shriya Pilgaonkar: Chancal
Amer Chadhal-Patel: Ram Lal
Trupti Khamkar: Maya
Roshan Seth: Shah Alam
Marc Warren: Samuel Parker
Anno: 2019

un assaggio

Rispondi