Regole dell’attrazione, Le

Ispirandosi all’omonimo romanzo di culto dell’americano Bret Easton Ellis, in questo film non c’è nulla di attraente o d’attrazione ma solo degli studenti di un college Americano al loro ultimo anno, tutti intrisi di un vuoto esistenziale che li porta come unica soluzione solo al suicidio, fisico, emotivo, sessuale.

Infatuazioni non ricambiate in un caos dell’anima in cui «Nessuno conosce nessuno, mai».

Un gay non corrisposto, uno spacciatore che cerca la purezza ma si accontenta di scopare chicchessia, Lauren Hynde perde la verginità ad un party non consenziente, un professore sposato che si fa fare servizietti di bocca, un belloccio che si fa un giro per l’Europa come se fosse in un videoclip, una ragazza fantasma che si suicida dopo che l’oggetto del suo desiderio non l’ha notata per l’ennesima volta.

Tutti allo sbando, ragazzi e adulti.

L’attrazione del drama? Forse l’unico pregio di questa pellicola è che disturba molto e in fondo fa riflettere.

Rating: ★★★★★¾☆☆☆☆ 

Regista: Roger Avary
Seneggiatore: Bret Easton Ellis (omonimo romanzo)

Cast

James Van Der Beek: Sean Bateman
Shannyn Sossamon: Lauren Hynde
Kip Pardue: Victor Johnson
Ian Somerhalder: Paul Denton
Jessica Biel: Lara Holleran
Clifton Collins Jr.: Rupert Guest
Thomas Ian Nicholas: Mitchell Allen
Kate Bosworth: Kelly
Anno: 2002

Rispondi