Marigold Hotel

Adattamento cinematografico del romanzo These Foolish Things di Deborah Moggach.

Sette persone ormai in pensione, per motivi diversi decidono di fare un viaggio in India. Fidandosi di un annuncio trovato in rete prenotano il loro soggiorno presso un lussuoso Hotel a Jaipur e finiranno a dover affrontare qualche cosa di completamente inaspettato che cambierà le loro vite.

Il cast è formato da attori inglesi tutti bravissimi e naturalmente dotati di un grande senso
dell’umorismo e dell’ironia, cosa che contribuisce notevolmente a rendere la storia leggera e gradevole.
Brillano fra gli altri la bravissima Judi Dench, attrice di teatro e di cinema (famosa per il ruolo di “M” della saga di James Bond) e Maggie Smith, anche lei attrice amatissima (formidabile nel ruolo della professoressa McGranitt, della saga Harry Potter, o in Downton Abbey), il Tom Wilkinson di Full Monty, il Bill Nighy di Wild Target ecc

Dunque i sette arrivano al Best Exotic “Marigold Hotel” convinti di trovare un albergo di lusso e un ottimo servizio, in realtà scoprono molto presto di essere stati raggirati da Sonny, un’intraprendente giovane indiano, che in modo molto simpatico si affanna a svolgere tutte le mansioni possibili e immaginabili. Lui non solo è il proprietario del Marigold Hotel ma all’occorrenza è anche taxista, receptionist, cuoco e qualsiasi altra cosa possa servire…Tutte le energie di Sonny sono rivolte al disperato tentativo di dare prestigio all’albergo che è ormai in condizione di totale decadenza, lui ha progetti ambiziosi.

Sonny ha tanti sogni spera di vedere il suo Hotel affollato, di diventare ricco e di riuscire a sfuggire a un matrimonio imposto, visto che lui ama riamato una ragazza che sua madre non gradisce.

Per i nostri protagonisti nascono diverse difficoltà, per di più si ritrovano totalmente immersi in una realtà che nessuno di loro aveva mai neanche lontanamente immaginato.

Il mondo che li circonda è del tutto incompatibile con la loro vecchia cara e disciplinata Inghilterra a Jaipur regna il caos e i contrasti sono molto evidenti.

In un carosello di colori e profumi diversi, infatti convivono antico e moderno, miseria e ricchezza bellezza e decadenza, eppure tutto è pervaso da una grande energia e vitalità.

In maniera del tutto inevitabile questa situazione diventa una grande occasione di rinascita, questa esperienza finisce per offrire loro la possibilità di vivere una seconda giovinezza.

I protagonisti dimostreranno di avere una grande capacità di cambiamento e di adattamento, torneranno a guardare al futuro con l’anima piena degli slanci tipici della gioventù.

In fondo “…Tutto quello che sappiamo sul futuro è che sarà diverso”.

“Marigold Hotel” è una favola moderna dove dei personaggi un pochino tristi e rassegnati riescono a trasformare una disavventura in una occasione di sfida alla vecchiaia, che non è altro che una nuova fase della vita.

Il cast davvero eccezionale, la giusta fusione fra i paesaggi, le tradizioni e i colori del Rajasthan e la piacevole ironia inglese regalano 120 minuti di relax e divertimento.

Rating: ★★★★★★★☆☆☆ 

Regia: John Madden

Cast:

Judi Dench: Evelyn
Maggie Smith: Muriel
Bill Nighy: Douglas
Dev Patel: Sonny
Tom Wilkinson: Graham
Celia Imrie: Madge
Penelope Wilton: Jean (ora conosciuta per il ruolo di Isobel Crawley in Downton Abbey)
Ronald Pickup: Norman
Tena Desae: Sunaina
Lillete Dubey: Mrs. Kapoor
Ramona Marquez: nipote
Diana Hardcastle: Carol
Liza Tarbuck: capo infermiera Karen
Bhuvnesh Shetty: Ajit
Anno: 2011

(Autrice: Katrina)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *