5.12 – Ciò che è morto è morto – Dead is dead

1.12 Widmore “Cos’hai fatto, Richard?” Alpert “Calmati, calmati. Non ha niente a che vedere con te” W “Quindi è vero? Hai portato davvero uno di loro al nostro tempio?” Richard “È solo un ragazzino e stava morendo” W “Allora avresti dovuto lasciarlo morire” Richard “È stato Jacob a volerlo. L’isola sceglie chi sceglie. Questo lo sai”

1226

1.58 Widmore “Ciao, Benjamin” Ben “Cos’è successo?” W “Eri rimasto ferito” B “Come?” W “Non te lo ricordi?” B “Dove mi trovo?” W “Sei tra amici. Ci prenderemo cura noi di te” B “Mio padre… è qui?” W “Tornerai da lui molto presto” B “No. No, non voglio tornare indietro” W “Ok, stai calmo. Stai calmo…” B “Non voglio tornare indietro. Voglio restare. Voglio essere uno di voi” W “Solo perché vivrai con loro, non significa che tu non possa essere uno di noi. Dovresti essere morto, Benjamin. Ma quest’isola… ti ha salvato la vita” B “Chi sei?” W “Mi chiamo Charles. Charles Widmore”.

3.18 Locke “Ciao, Ben. Bentornato nel mondo dei vivi” Ben “Dio mio. Sei vivo” L “Proprio così” B “Lo sapevo. Lo sapevo che sarebbe successo” L “Allora perché sei così sorpreso di vedermi?” B “Perché una cosa è crederci, John, e un’altra cosa è vederlo” L “Allora perché stavi cercando di fuggire sull’isola principale?” B “Ho infranto le regole, John. Sono tornato sull’isola. Volevo rispondere di ciò che avevo fatto. Volevo tornare… per essere giudicato” L “Giudicato? Da chi?” B “Beh, John, Non abbiamo una parola per definirlo, ma credo che tu lo chiami “il mostro””

5.02 Ben “Cosa c’è nella cassa?” Ilana “Solo alcune cose che ci servono per spostarci”

1201

5. Caesar “Che ne dici di lui?” Ben “Non ne sono sicuro. Lui che ti ha detto?” C “Quando eri privo di sensi, ha passato il tempo a vegliare su di te. E ha detto che lo hai ucciso” B “L’ho ucciso? Davvero? Perché a me sembra che stia benissimo. Sai, non mi ricordo davvero di averlo visto sull’aereo. E tu?” C “No, per niente” B “E se… si fosse trovato già qui, prima che noi precipitassimo? Se pensa che io lo abbia ucciso, allora è pazzo. Potremmo avere a che fare con un uomo pericolosamente squilibrato. Quindi la domanda è: che ne facciamo di lui?” C “Non preoccuparti, amico mio. Ti guardo io le spalle”

6.59 (fb – 1988) Ethan “Vuoi che lo faccia io? Posso farlo se vuoi, Ben” Ben “Chiudi il becco! E rimani qui, Ethan” Danielle “No! Non lo fare. Sei tu quello che ci ha infettati, vero? ” Ben “Va tutto bene, va tutto bene, piccola” Danielle “Ti prego, non prenderti la mia Alex! ” Ben “Vuoi che la tua bambina resti viva?” Danielle “Perché la stai portando via? ” Ben “Ringrazia di essere ancora viva. Adesso ascoltami. Se proverai a seguirmi… o se mai verrai a cercarmi, ti ucciderò. E se vuoi che la tua bambina resti viva, ogni volta che sentirai dei sussurri, corri nella direzione opposta”

7.24 Campo francesi in spiaggia

1202

9.10 Ben prende da un cassetto questa foto

1227

9.20 Mappa sul muro

1203

9.12 Locke “Che cos’è?” Ben “Solo una cosa a cui sono legato” Locke “Quindi questo è il tuo vecchio ufficio, eh? Non ti ho mai immaginato guidare la tua gente da dietro una scrivania. Fa molto… azienda” Ben “Ti serviva qualcosa, John?” Locke “Beh, Ben, speravo potessimo parlare di ciò che stiamo deliberatamente ignorando” Ben “Presumo ti riferisca al fatto che ti ho ucciso” Locke “Già” Ben “Era l’unico modo per riportarti sull’isola, insieme a più persone possibili tra quelle che se ne erano andate. Te lo ricordi, John… che è il motivo per cui sei partito, per convincerli a tornare? Ma hai fallito. E l’unico modo per riunirli era la tua morte, e tu lo avevi capito. È per questo che stavi per ucciderti quando ti ho fermato” Locke “Se tutto ciò che dovevo fare era morire, Ben, allora perché mi hai fermato?” Ben “Avevi delle informazioni di fondamentale importanza che sarebbero morte con te. E dopo che me le hai date… Beh, non avevo mica il tempo di convincerti di nuovo a impiccarti. Quindi ho preso una scorciatoia. E guardati, John. Avevo ragione. Tu sei qui. Sei tornato. Così come il resto di loro. Non so dove siano esattamente, ma sono tornati. Ha funzionato. Ed è per questo che l’ho fatto, perché era la cosa migliore per l’isola” Locke “Io speravo semplicemente mi facessi delle scuse. Ho deciso… di aiutarti, Ben” Ben “Aiutarmi a fare cosa?” Locke “A fare quello che dici che sei in procinto di fare. Essere giudicato” Ben “Non è una cosa che vorresti vedere, John” Locke “Se tutto quello che hai fatto era la cosa migliore per l’isola… Allora sono sicuro che il mostro capirà”

12.02 Caesar “Che stai facendo?” Locke “Stiamo prendendo una barca” Caesar “Per andare dove?” Locke “Sull’isola principale” Caesar “Non credo proprio, amico mio” Locke “Sono tue queste barche?” Caesar “Sono tue?” Locke “Caesar, giusto? Avevo l’impressione che le aveste trovate qui, quindi ne prenderò una in prestito. Sarò felice di lasciare l’altra barca a voi in caso voleste seguirci” Caesar “”Ci”? Vai con lui?” Ben “Non mi ha lasciato molta scelta” Caesar “Mi dispiace, ma sono io che decido qui, e dico che non prenderete proprio niente. Quello che farete è sedervi e spiegarci come sapete così tante cose su quest’isola, amico mio” Locke “Hai l’abitudine di chiamare la gente “amico”. Ma non credo tu lo intenda davvero” Caesar “Allontanati dalla barca” Locke “No. Non mi allontanerò dalla barca. La prenderò, e tu me lo lascerai fare, amico mio” Locke “Tu non prenderai niente” Ben “Stai cercando questo?” – Ben spara a Caesar – “Questo gentiluomo e io prenderemo una barca. Qualcun altro ha qualcosa in contrario? Fai conto che questo valga come le mie scuse”.
Altri superstiti volo 316

1205

14.01 Il molo, due lampioni sono per terra, uno all’altezza di Locke e l’altro più avanti di Ben, vi è attraccata un’altra canoa

1204

14.04 Locke “Sembra che non siamo i primi ad aver deciso di attraccare qui” Ben “Probabilmente sono Sun e Lapidus. Gli ho mostrato dove erano le barche, e Sun mi ha ringraziato colpendomi in testa con un remo” Locke “È stata lei a ferirti al braccio? Ho notato che hai cercato di usarlo il meno possibile venendo in qua” Ben “No… È stato qualcun altro” Locke “Continui a farti nuovi amici… dovunque tu vada, non è così?” Ben “Beh, ho notato che a volte gli amici possono essere molto più pericolosi dei nemici, John” Locke “È per questo che hai sparato al petto a un uomo disarmato?” Ben “Quell’uomo era disarmato perché gli avevo rubato il fucile, il fucile che aveva intenzione di usare per ucciderti. Non potevo permetterlo” Locke “Non aveva senso che morissi due volte, eh?” Ben “Non c’è di che” Locke “Andiamo alla tua vecchia casa, vero?” Ben “Si. È l’unico posto dove posso evocarlo… Il mostro. E quando arriverà, sarò perdonato… oppure no” Locke “Secondo me stai mentendo” Ben “Riguardo a cosa? ” Locke “Riguardo all’essere giudicato per essere tornato sull’isola dopo averla abbandonata, perché è contro le regole… Non credo che ti importi delle regole” Ben “E allora per cosa vorrei essere giudicato, John?” Locke “Per aver ucciso tua figlia”

15.50 (fb – 1988) Widmore “Beh… Ce l’avete fatta?” Ben “Abbiamo avuto un… imprevisto” Widmore “Scusa, ma quello è… un bambino? Avevate ordine di uccidere la donna” Ben “Per quale motivo? Non è una minaccia per noi, è pazza, Charles. E poi, non mi avevi detto che aveva una figlia. Cosa avrei dovuto farne?” Widmore “Liberartene” Ben “Liberarmene? Ma è una bambina” Widmore “Potresti trovarlo difficile da capire, Benjamin… ma ogni decisione che ho preso, l’ho presa per proteggere quest’isola” Ben “Quello che Jacob vuole era che uccidessi la bambina? Beh, ecco, prendila. Fallo tu”

1210

17.38 Locke “Allora, di chi è stata l’idea di trasferirsi in queste case?” Ben “Scusa?” Locke “Beh, la tua gente viveva nella giungla, ma dopo che… hai ucciso tutti quelli della Dharma, vi siete trasferiti qui, mi chiedevo solo se fosse stata una tua idea” Ben “Disapprovi, John?” Locke “È che non sembra una cosa che l’isola avrebbe voluto” Ben “Non hai la minima idea di cosa voglia quest’isola” Locke “Ne sei così sicuro?”

18.39 Il Risiko lasciato nel salotto di casa di Ben

1209

19.08 Ben “Sun?” Lapidus “E tu che ci fai qui?” Ben “Questa era casa mia. Ho visto la luce accesa… che ci fate voi due, qui?” Lapidus porge la foto delle nuove reclute Dharma a Ben, Sun “È stata scattata nel 1977” Ben “Mi stai dicendo che i vostri amici erano nella Dharma Initiative?” Sun “Non lo sapevi?” Ben “Certo che no. Dove l’avete presa? Chi ve l’ha data?” Lapidus “Abbiamo incontrato un vecchio pazzo…” Sun “Ha detto di chiamarsi Christian. E ci ha detto di venire qui e di aspettare” Ben “Aspettare cosa?” Sun “Ha detto che se voglio rivedere di nuovo mio marito, avrei dovuto aspettare qui John Locke” Lapidus “Ma visto che è morto, forse è meglio non trattenere il respiro, nell’attesa” Ben “Forse è il caso che guardiate fuori dalla finestra.

20.23 Sun “Quello che stai dicendo è… Impossibile” Locke “Eppure eccomi qua. Non so come, non so perché, ma… sono sicuro che ci sia una buona ragione” Lapidus “Fino a che il tizio morto dice che c’è una buona ragione, direi che è tutto a posto. E non teniamo conto del fatto che i vostri amici, a quanto pare, sono finiti indietro nel tempo di 30 anni. Ora gli unici che sono qui per aiutarci… sono un assassino e uno che pare non ricordi come diavolo è uscito dalla propria bara. Sun, ti prego… torniamo all’aereo, vediamo se riesco a riparare la radio e chiamare i soccorsi” Locke “Se vai via con lui non rivedrai mai più tuo marito. Ti serve solo il mio aiuto, nient’altro” Sun “Mi stai dicendo che sai come trovarlo? Come trovare Jin?” Locke “Ho qualche idea” Lapidus “Mi spiace dirlo, ma io me ne vado con o senza di te” Sun “Se c’è anche la minima possibilità di trovare mio marito, allora devo rimanere. Come troviamo Jin?” Locke “Prima Ben deve fare una cosa. Giusto, Ben?” Ben “Sì, John, è così” Locke “Allora è meglio procedere”

22.00 Bem sposta la libreria, entra nella stanza armadio, sposta le camicie e giacche appese sulle grucce, apre una porta scorrevole che faceva da parete, dietro vi compare una parete di riccia su cui vi sono dei geroglifici, Ben la spinge con tutta la forza, si apre, al di là vi è un cunicolo con delle scale. Ben accende una lampada ad olio, scese le scale Ben procede a carponi, arriva in un luogo dove si può alzare in piedi, c’è una pozza d’acqua marrone, Ben mette la mano nella pozza e sembra giri qualcosa, l’acqua viene risucchiata in un buco. Ben dice verso il buco “Sarò qui fuori”

1206

1207

1208

23.46 (fb) Alex “Ancora, papà! Ancora!”

1211

23.57 Richard “Il sottomarino sta per partire. Non devi salutarlo per forza, Ben” Ben “Invece devo, Richard”

24.18 Ben “Charles! Sono venuto a salutare” Widmore “Non è vero. Sei venuto a gongolare” Ben “No, non comportarti come se fossi stato io a volerlo. Hai fatto tutto da solo” Widmore “Sei proprio sicuro di volerlo fare, Benjamin?” Ben “Te ne andavi in continuazione dall’isola. Hai avuto una figlia con una di fuori. Hai infranto le regole, Charles” Widmore “E cosa ti fa pensare di meritare di poter prendere ciò che è mio?” Ben “Perché io non sarò egoista. Perché io sacrificherò ogni cosa per proteggere quest’isola” Widmore “Non hai voluto sacrificare Alex” Ben “Sei tu quello che voleva che morisse, Charles. Non l’isola” Widmore “Spero che tu abbia ragione, Benjamin. Perché se ti sbagli, ed è davvero l’isola a volere che muoia, lei morirà. E un giorno ti troverai esattamente dove mi trovo io ora. Sarai tu quello che verrà esiliato. E finalmente capirai che non puoi opporti all’inevitabile. Ti tengo d’occhio, ragazzino”. Sul sottomarino c’è scritto B26. stemmi sui giubbini degli uomini addetti al sottomarino.

1212

1228

1213

25.46 Ben “Dov’è andato John?” Sun “Ha detto che doveva fare una cosa” Ben “E ha detto cosa?” Sun “No, non gliel’ho chiesto. Jack deve aver mentito” Ben “Come, scusa?” Sun “Sulla morte di Locke. Non so perché l’abbia fatto, ma è l’unica spiegazione” Ben “Jack non ha mentito. John era davvero morto” Sun “Solo perché era in una bara non significa che non possa aver fatto finta di…” Ben “Fidati. Ne sono certo” Sun “Quindi tu sapevi che sarebbe successo questo a Locke se l’avessimo riportato qui?” Ben “Sun, non avevo idea che sarebbe successo. Ho visto quest’isola compiere miracoli. L’ho vista… curare le malattie, ma non aveva mai fatto nulla del genere prima d’ora. La morte è la morte. E da quella non si torna indietro, nemmeno qui. Quindi il fatto che John Locke possa andarsene in giro per l’isola… mi fa una paura fottuta. È meglio se torni dentro” Sun “Perché?” Ben “Perché ciò che sta per uscire dalla giungla… è una cosa che non posso controllare” John esce dalla boscaglia “Novità?” Ben “Non si è ancora fatto vedere” Locke “L’ultima volta non abbiamo dovuto aspettare tanto” Ben “Non è un treno, John. Non ha un orario preciso” Locke “Beh, se non verrà lui da noi, allora… immagino che saremo noi a dover andare da lui” Ben “Non funziona così. Io so solo come evocarlo. Non so dove si trovi realmente” Locke “Io si”

27.58 “È strano anche per me” Sun “Scusa?” Locke “Capisco… quanto sia strano tutto questo. Il fatto che io sia qui… Ma ti assicuro Sun che io sono lo stesso uomo di sempre. Sei pronto?” Ben “Facci strada”

28.32 (fb) Widmore a Londra “Pronto?” Ben al porto di Los Angeles “Charles… Sono Benjamin!” Widmore “Come hai avuto questo numero?” Ben “Non importa. Quello che importa è che oggi tornerò sull’isola” Widmore “L’isola non ti lascerà tornare, fidati. Io ho passato quasi vent’anni cercando di tornare” Ben “Beh, Charles, io riuscirò dove tu hai fallito. Non appena avrò fatto una cosa…” Widmore “Che cosa, Benjamin?” Ben “Uccidere tua figlia. Infatti sto guardando “La nostra comune amica” proprio ora” Widmore “Non so di cosa stai parlando” Ben “È il nome della barca su cui sta Penny” Widmore “Non osare” Ben “Addio, Charles”

29.24 Ben “Posso farti una domanda, John?” Locke “Spara” Ben “Come fai a sapere dove stai andando?” Locke “Lo so e basta” Ben “Sì, ma come funziona, esattamente?” Locke “Che cosa?” Ben “Il sapere, insomma… è stata una cosa graduale o ti sei svegliato una mattina comprendendo improvvisamente i misteri dell’universo?” Locke “Non ti piace, vero?” Ben “Cosa?” Locke “Dover fare domande di cui non sai la risposta. Seguire ciecamente qualcuno nella speranza che ti conduca verso qualsiasi cosa tu stia cercando” Ben “No, John, non mi piace per niente” Locke “Beh… Ora sai come mi sentivo io”

30.19 Ben “Ora penso di sapere dove stiamo andando, John” Locke “Davvero?” Ben “Nello stesso posto in cui mi hanno portato da bambino. È dove l’isola mi ha curato” Locke “Beh… speriamo che sia così generosa anche questa volta” Sun “Che cos’è?” Ben “È il muro che circonda il nostro tempio” Sun “Quale tempio?” Ben “È a circa un chilometro da qui. Hanno costruito questo muro per impedire a persone come voi due anche solo di vederlo” Locke “Non stiamo andando dentro il vostro tempio, Ben. Stiamo andando sotto di esso” Locke “Dopo di te” Ben “Devo chiederti un favore, Sun. Se mai riuscirai a lasciare l’isola, trova Desmond Hume per me digli che mi dispiace” Sun “Che ti dispiace per cosa?” Ben “Lui lo saprà”. Ben scende nel buco dove era stato trascinato dal Fumo Nero Montand

1214

32.29 fb – Porto di Los Angeles)Ben spara a Desmond

1215

32.47 (fb – Porto di Los Angeles)Ben “Salve, Penelope. Mi chiamo Benjamin Linus. Mi dispiace che tu sia finita in mezzo a questa storia, ma tuo padre…” Penny “Io e mio padre non abbiamo assolutamente nessun rapporto e…” Ben “Tuo padre è davvero un essere umano orribile. È il responsabile dell’assassinio di mia figlia, è per questo che sono qui” Charlie “Mammina!” Penny “Charlie, torna dentro, piccolo. Torna dentro. Ti prego. Ti prego, qualsiasi cosa farai, non fare del male a mio figlio, ti prego, non fargli del male” Ben viene attaccato alle spalle da Desmond che lo colpisce ripetutamente in viso e lo getta in mare.

33.54 Jed, supersite volo 316, “Capitano Lapidus! È tornato, grazie a Dio. Hanno trovato delle armi” Lapidus “Di che parli? Chi ha trovato delle armi?” Jed “Ilana e altri tre. Hanno detto che ora comandano loro” Lapidus “Dove sono?”

1216

34.14 Numeri sulla cassa. AA823

1217

Lapidus “Ilana! Che succede?” Ilana “Cosa giace all’ombra della statua?” Lapidus “Come?” Bram “Rispondi alla domanda!” Ilana “Cosa giace all’ombra della statua?” Lapidus “Non so di cosa diavo…” Ilana lo copisce in faccia con il calcio del fucile ed ordina a Bram “Raduna tutti gli altri, dì loro che è il momento. E legalo. Lui viene con noi”.

1218

35.26 Ben “Sai, avevi ragione” Locke “Riguardo a cosa?” Ben “Sul perché ho bisogno di essere giudicato. Quando sono arrivati gli uomini di Widmore, mi hanno messo di fronte ad una scelta. Abbandonare l’isola o lasciare che mia figlia morisse. Dovevo solo uscire da quella casa e andare con loro. Ma non l’ho fatto. Quindi avevi ragione. John… sono stato proprio io a uccidere Alex. E adesso dovrò risponderne. Ti ringrazio per avermi mostrato la strada, ma da qui posso continuare da solo” Locke “D’accordo” Ben “Ci vediamo fuori, se sopravvivo…” il pavimento cede e Ben precipita in una zona del Tempio sottostante.

36.50 Il Tempio. Geroglifici sulle colonne, nicchi laterali al corridoio. Frontalmente un immagine di Anubi e il Fumo, ai piedi del muro obliquamente una specie di grata con dei fori circolari, da lì esce il Fumo con il suo caratteristico rumore. La fiamma della torcia si spegne. Il fumo circonda Ben, si avvicina al suo viso con una sembianza di muso da cane (come accadde ad Eko), avviluppa Ben, vi si ritrova dentro, ci sono dei flesh, sente la propria voce:

1220

1221

1222

1223

1224

38.27 Ben “Non mi avevi detto che aveva una figlia. Cosa avrei dovuto farne?” Widmore “Liberartene” Ben “Liberarmene? Ma è una bambina!” immagine di Alex bambina piccola sull’altalena “Più in alto! Ancora papà, ancora! Più in alto! Più in alto, papà!” Alex adolescente “Ti odio! Ti odio con tutta me stessa. Vorrei che fossi morto” altra immagine di Alex adolescente “Queste persone… che dici essere pericolose… Sono più pericolose di te?” Alex attraverso la trasmittente in ginocchio ai piedi di Keamy “Papà, fanno sul serio. Hanno ucciso Karl e mia madre. Ti prego, papà… Aiutami…” Ben “Lei non è mia figlia. Non significa nulla per me. Quindi se vuoi ucciderla, fallo pure…” immagine dello sparo di Keamy. Il fumo rientra nei fori della grata, si riaccende la fiamma della torcia.

39.37 Alex “Papà?” Ben “Alex” Alex “Ciao, papà” Ben “Oh, Alex… Mi dispiace così tanto… È stata tutta colpa mia” Alex “Lo so” lo afferra per il collo della camicia e lo sbatte contro una colonna “Stammi a sentire, bastardo! So che intenzione di uccidere di nuovo John, e voglio che tu sappia che se lo sfiori soltanto, ti scoverò e ti distruggerò. Ascolterai ogni singola parola che John Locke dirà, e obbedirai a ogni suo ordine. Intesi? Dillo! Dì che gli obbedirai” Ben “Sì, lo farò. Gli obbedirò. Lo giuro”. Alex è sparita.

1225

41.22 Locke, che ha preparato nel frattempo una corda per tirar su dal foro tra un piano e l’altro Ben, “Ben? Cosa è successo?” Ben “Mi ha lasciato vivere”

Domande e considerazioni:

18.39 A Risiko ci stavano giocando Locke, Sawyer e Hurley nella 4.09 – Cambio delle regole – The shape of things to come (Ben), prima che arrivassero i mercenari di Widmore ad Otherville, Keamy interrompe la partita minacciando Ben tenendo in ostaggio Alex. Il 27.12.04

28.32 “La nostra comune amica” è il nome della barca su cui sta Penny, ed è anche il titolo del libro di Dikens che Desmond conservava gelosamente e che avrebbe letto solo prima di morire. Sull’isola, in un momento di disperazione nella Stazione Dharma il Cigno, vi troverà conservata una lettera di Penny per dargli speranza.

Rispondi