3.20 – L’uomo dietro le quinte – The man behind the curtain (Ben)

Episodio: 3×20
Titolo originale: The Man Behind the Curtain
Scrittore: Elizabeth Sarnoff, Drew Goddard
Regia: Bobby Roth
Episodio dedicato a Ben

Ben è pronto a parlare a Locke dei segreti dell’isola e lo porta a conoscere Jacob.
I Flashback raccontano la sua storia e le origini della Dharma e la storia dell’isola.
Juliet finalmente svelerà ai Losies il suo segreto.

La storia di Ben

Roger Linus passeggia con sua moglie Emily in un bosco quando lei improvvisamente è colta dalle doglie e partorisce un maschio. Roger terrorizzato corre verso la strada per chiedere aiuto.
Si ferma una macchina a bordo ci sono Horace e Olivia Goodspeed che si offrono di accompagnare lui e la giovane moglie in città.
Emily chiede al marito di chiamare Benjamin il loro bambino e poi purtroppo muore.

Sull’isola

Roger è con suo figlio e insieme arrivano sull’isola dove li accoglie Horace Goodspeed.
Roger è grato a Horace per quella accoglienza e per avergli offerto quella opportunità di lavoro.
Roger e Ben vedono un video di benvenuto con il Dottor Candle , poi Roger inizia il suo nuovo lavoro come operaio. In effetti è deluso perché non era quello che si aspettava ma non avendo altra scelta accetta e decide di rimanere.
Un giorno mentre Ben è a scuola la sua insegnante Olivia Goodspeed tiene una lezione di scienze quando all’improvviso si sente una forte esplosione. La sirena suona e l’insegnante dice a tutti i suoi allievi di prendere le loro posizioni. Poi si sentono degli spari e l’insegnati prende il fucile, Ben si spaventa e la sua amica Annie gli spiega che si tratta degli “Ostili” ma che tutto andrà per il meglio. Quella sera stessa Ben rientra a casa e trova suo padre ubriaco che litiga con Horace e manifesta tutto il suo scontento a lui non importa che suo figlio stia ricevendo una ottima educazione, preferirebbe guadagnare più soldi.
Horace gli ricorda che loro gli hanno fatto un favore e Roger lo caccia di casa.
Ben intanto si affaccia alla finestra e per un momento vede sua madre lui per lo spavento cade facendo un gran rumore allora Roger entra nella sua stanza e lo sgrida e gli ordina di andare a dormire.

Un infelice compleanno

Il giorno del compleanno di Ben, la sua amica Annie gli regala due statuine in legno che rappresentano loro due “Così non staremo mai lontani uno dall’altra” dice Annie.
Ben torna a casa e trova suo padre circondato da tante bottiglie di birra, lui lo aiuta e gli toglie gli stivali.
Suo padre si sveglia lo vede con una scatola fra le mani e si rende conto di avere ancora una volta dimenticato che quello è il giorno del suo compleanno. Le sue parole sono terribili, si scusa per la dimenticanza ma aggiunge che non riesce a festeggiare il giorno in cui suo figlio per avere deciso di venire al mondo con due mesi di anticipo ha ucciso la madre.
Ora Emily è morta e loro si trovano bloccati su quell’isola, tutto questo a causa sua.
Il piccolo Ben scappa via in lacrime e corre nella direzione della barriera sonica. Dall’altra parte dei piloni vede la sua mamma, lei è là e gli parla ma gli dice di fermarsi perché se fosse passato sarebbe morto e prima di scomparire gli dice: “non è ancora tempo Benjamin”
Dopo qualche giorno Ben si allontana da casa e si trova davanti ai piloni, inserisce un codice disattiva la barriera difensiva e la attraversa.
Ben cerca sua madre e si trova davanti Richard Alpert che sembra vestito quasi come un pirata. Il piccolo Ben dice ad Alpert che sua madre è morta ma lui l’ha vista e le ha parlato e lui gli crede.
Ben vorrebbe seguire Alpert ma lui gli dice di no e che deve ritornare dalla sua gente, però aggiunge anche che se è quello che realmente vuole, deve tornare indietro e aspettare, deve solo essere paziente.

“La cacciata”

Ben è ormai adulto e lavora con suo padre, un giorno mentre sono insieme nel camioncino della Volkwagen Ben gli ricorda che è il suo compleanno e propone di festeggiare con delle birra.
Ben vuole sapere se ancora lo considera colpevole della morte di sua madre e dice che anche lui ne ha sentito tantissimo la mancanza e che la loro convivenza non è stata facile e ha dovuto avere tanta pazienza.
Ben gli dice addio, si mette una maschera anti-gas poi apre una bombola da cui fuoriesce un gas letale poi resta seduto indifferente a guardare suo padre morire.
Ben esce dal camioncino, si dirige verso le baracche dove tutto il personale della Dharma è a terra privo di vita. Alpert esce dalla giungla, raggiunge Ben e fa segno agli “Others” di uscire.

Gli “Others”: 21 dicembre 2004

Alpert chiede a Ben se deve riportare il registratore con le nuove istruzioni per Juliet alla stazione medica, ma il registratore è scomparso. Alpert esce per chiedere spiegazioni a Tom ma proprio in quel momento arriva Locke che porta un sacco con il corpo di suo padre sulle spalle.
Locke ricorda a Ben che gli aveva promesso di dirgli tutto dell’isola, una volta che avesse
superato la prova. Scarica per terra il corpo di suo padre e intima Ben di raccontargli tutto partendo dall’inizio
Ben inizia a parlare e dice che non è lui il capo degli “Others”, tutti devono rispondere a qualcuno e lui deve rispondere a Jacob.
Locke non gli crede e vuole essere portato subito da Jacob, ma Ben gli spiega che questo non è possibile perché Jacob parla soltanto con lui e nessun altro lo ha mai visto.

Jacob

Ben finalmente si decide ad accompagnare Locke da Jacob e insieme raggiungono una capanna situata nella giungla. Attorno alla capanna c’è una strana polvere per terra, non è chiaro se sia cenere vulcanica oppure sabbia.
I due entrano insieme nella capanna che sembra abbandonata e Ben dice a Locke di spegnere la luce, perché Jacob non ama la tecnologia poi accende una lanterna.
All’interno ci sono solo un tavolo ed una sedia. Ben inizia a parlare con la sedia e presenta Locke a Jacob.
Locke è confuso sembra che Ben parli da solo ma lui dice che Jacob è seduto proprio lì, sulla sedia. eppure Locke non vede nessuno ed è certo che Ben stia mentendo oppure è totalmente pazzo e sta per andarsene quando sente una voce che dice “Aiutami”.
Locke vuole sapere da Ben cosa ha detto, e lui risponde di non aver detto una parola allora accende la luce e all’improvviso tutto inizia a muoversi.
La lanterna cade e scoppia un piccolo incendio e Locke ha l’impressione di vedere qualcuno seduto sulla sedia poi esce dalla casa e fugge nella giungla, dove Ben lo raggiunge.
Locke vuole sapere che cosa fosse tutto quel trambusto e Ben risponde che si trattava di Jacob.

I Losties: 21 dicembre 2004

Sawyer ritorna al campo e incontra Sayid che gli domanda che fine avesse fatto, lui allora gli consegna il registratore che è la prova che Juliet è una traditrice quindi decidono di andare subito da lei per un confronto ma non la trovano.
Kate racconta che lei e Jack sono andati via insieme subito dopo che lei gli ha raccontato di Naomi. Sayid è contrariato e le fa ascoltare la registrazione con la voce di Juliet.
Intanto tutti si sono riuniti attorno Naomi e iniziano a fare domande, vogliono sapere perché la notizia del suo arrivo fosse stata tenuta nascosta.
Sayid spiega che Naomi rappresenta la loro possibilità di lasciare l’isola e la vogliono tenere al sicuro da Jack. Lui non si fida più di Jack e Sawyer fa partire la cassetta con la voce di Juliet così tutti ascoltano l’ultimo messaggio che lei ha lasciato a Ben.
Proprio in quel momento arrivano Jack e Juliet e lei risponde alle accuse che le sono rivolte dicendo a Sawyer di ascoltare anche l’altro lato della cassetta.
Si tratta della risposta di Ben, dove spiega il suo piano che è quello di invadere il campo e rapire le donne che aspettano un bambino.
Juliet spiega di aver raccontato a Jack del piano di Ben la sera stessa in cui ha visitato Sun alla stazione medica. Jack
spiega a tutti che non ha ancora definito un piano, ma che ci sono alcune cose da sistemare ed organizzare.

Sulla via del ritorno: 22 dicembre 2004

Locke esprime il suo scetticismo in merito a quanto accaduto e Ben, confessa un segreto a John: in realtà lui non è nato sull’isola gli promette di accompagnarlo sul luogo dove lui è nato.
I due si fermano davanti ad una fossa piena di scheletri, si tratta dei cadaveri degli uomini della Dharma e Ben dice a Locke che quella era la sua gente.
Loro erano venuti sull’isola in cerca di pace, ma non avevo neppure saputo convivere con gli abitanti dell’isola. Ben confessa la sua colpa e ammette di averli uccisi e si giustifica dicendo che
doveva farlo per un questione di sopravvivenza. Lui era abbastanza furbo per non finire in quella fossa. Dopo aver detto questo spara a Locke, che cade nella fossa. Ben ha il viso alterato e vuole sapere che cosa gli ha detto Jacob.
Locke ripete le parole che ha udito “aiutami..!” e Ben gli volta le spalle e va via, dicendo che se Jacob vorrà probabilmente lo salverà.

Commenti

Ben è nato il 21 dicembre del 1960 e non è nato sull’isola ma
a 32 miglia da Portland. Il paese si chiama Gale’s Creek

Ben e suo padre arrivano sull’isola negli anni 70.
Ben è un bambino molto chiuso ed ha un pessimo rapporto con suo padre che non lo ama perché non riesce a dimenticare che la sua amatissima moglie è morta nel darlo alla luce.

Dalla puntata si possono dedurre le date relative a avvenimenti importanti.
I flashback di Benjamin da bambino si possono collocare tra il 1970-1975
Secondo il gioco di Lost Eperience la Dharma Iniziativa cessa ufficialmente di esistere nel 1987.
Nel 1988 nasce Alex da Danielle Rousseau che viene cresciuta da Ben fino all’età di 16 anni.

Curiosità

Il tempo per Richard Alpert sembra essersi fermato, infatti dal suo primo incontro con Ben il suo aspetto non è cambiato.
Alpert non invecchia!
Il dottor Marvin Candle nel video di presentazione della Dharma Iniziative nella puntata
dice che il codice per sbloccare il sistema difensivo viene cambiato ogni giorno.

E’ incredibile ma vero! Mikhail Bakunin non è morto…forse quando Locke lo spinse oltre la barriera sonica , quel il dispositivo degli ultrasuoni non era stato impostato ad alta frequenza.

C’è anche un’altra curiosa coincidenza la madre di Ben si chiama Emily come la madre di Locke.

(autrice: Katrina)

Rispondi