2.10 – Il salmo 23 – The 23Rd psalm (Mr. Eko)

Episodio: 2×10
Titolo Originale: The 23rd Psalm
Scritto: Carlton Cuse, Damond Lindelof
Regia: Matt Earl Beesley
Episodio dedicato a: Mr Eko

Flashback: Nigeria si suppone 1980

Nella piazza vicino alla chiesa e al mercato di un villaggio nigeriano alcuni ragazzini giocando a calcio ma la partita viene interrotta dall’arrivo di una jeep, alcuni guerriglieri scendono e puntando i mitra a tutti, obbligano uno dei bambini, il fratellino di Eko, ad impugnare una pistola e sparare ad un uomo inginocchiato. Il piccolo Yemi impugna la pistola con la mano tremante e il bandito insiste perché spari all’uomo, Eko che è più grande interviene togliendo la pistola al fratellino e sparando lui all’uomo. I guerriglieri esultano per il coraggio del ragazzo e gli dicono che è un vero killer, il bandito strappa la catenina con la croce al ragazzo dicendogli che non gli serve più e lo caricano sulla jeep con loro e se ne vanno, Yemi raccoglie la catenina con la croce da terra.

Sull’isola 10 novembre 2004

Mr Eko sulla spiaggia intaglia un bastone e Claire con il piccolo Aaron in braccio si siede accanto a lui e si presentano. Mister Eko nota che Aaron è il nome del fratello si Mosè, Claire ha scelto quel nome perché le piaceva e Eko le racconta che Aronne era un grande uomo, parlava lui al posto di Mosè. Claire dice che anche Charlie è religioso ma non lo vuole ammettere, si porta dietro una statuetta della Vergine Maria che ha trovato sull’isola, Eko si fa pensieroso chiede di vedere la statuetta, Claire gliela prende ed Eko insiste per sapere dove l’avesse trovata ma Claire non sa rispondere, Eko la poggia su un piano e la spacca col bastone mostrando a Claire l’eroina che conteneva e furioso chiede di Charlie.

Locke apre con la combinazione la porta dell’armeria alla stazione Cigno e smonta la serratura da dentro con un cacciaviti, Michael lo vede e Locke ironizza ricordando i vecchi film muti dove facevano le rapine ascoltando il suono della combinazione della cassaforte e poi scappavano con i sacchi di soldi con una $ sopra. Locke cambia la combinazione perché ci sono nuovi arrivati e non ci si possa servire da soli, Michael infatti era lì per quello.

Sulla spiaggia Charlie, che sta pescando con Jin, canta una canzone dei Kinks. Mr Eko si avvicina deciso con la testa della statuetta in mano chiedendo a Charlie dove l’avesse trovata, Charlie risponde nella giungla e Mr Eko sempre furioso si fa portare subito dicendo a Jin di farsi gli affari suoi.

Flashback: Nigeria si suppone 2001

Mr Eko arriva al bar del villaggio in auto con degli amici e incontra un uomo più losco di lui che gli propone parecchia eroina, Mr Eko propone 50 Naira per comprarla tutta perché sa che l’eroina lì non ha ne valore ne smercio, propone di aiutarlo a farla uscire dal paese ma i confini sono tutti controllati e serve un aereo, gli unici aerei che arrivano da quelle parti però sono quelli degli aiuti umanitari o dei missionari cattolici, quindi Eko ribadisce 50 Naira. L’uomo si consulta nella sua lingua con il suo amico e poi dice che è vero quel che dicono di lui, che è senza anima, Eko in un attimo tira fuori un coltello e con un colpo solo li sgozza tutti e due. Purtroppo il ragazzino inserviente del bar si fa cadere un bicchiere dopo aver visto la scena ma Mr Eko lo manda via dicendogli di raccontare agli amici che Mr Eko lo ha risparmiato.

Sull’isola: 10 novembre 2004

Sulla spiaggia Claire raccoglie i cocci della madonnina spaccata da Mr Eko che nel frattempo torna con Charlie, Claire mostra l’eroina a Charlie visto che lui è stato un tossicodipendente, Charlie dice di non sapere cosa ci fosse dentro la statuina e per dimostrarle che non gliene importa nulla spacca il sacchettino di eroina e la sparge a terra, Claire decide di andarsene dal momento che Eko lo sta aspettando.

Locke insegna a Michael nella giunga a sparare con il fucile, gli racconta che sa sparare perché suo padre lo portava a caccia di uccelli, Michael mira al barattolo di maionese Dharma e lo prende in pieno.

Charlie nella giungla si lamenta con Mr Eko per averlo messo nei guai con Claire.
Arrivano nel posto dove ha trovato la madonnina ma Eko non gli crede, lo prende per il collo e si fa portare al Beechcraft. Charlie non si spiega come faccia Eko a sapere dell’aereo dal momento che è lì nella giungla da anni. I due hanno un battibecco sul fatto che Charlie non deve spiegare a Eko perché ha mentito a Claire ma Eko viene interrotto da uno strano rumore e poi vede il fumo nero che si muove tra gli alberi, Charlie non si accorge di nulla e Eko dice impaurito di andare.

Flashback: Nigeria si suppone 2001

Mr Eko si sta recando alla chiesa del villaggio.
Davanti alla chiesa una signora con una stampella vende statuette della Vergine Maria per raccogliere i soldi per i vaccini antipolio. Chiede a Mr Eko di comprarne una per 300 Naire. Un prete gli va incontro ed è suo fratello Yemi. Mr Eko dice di essere lì per confessarsi e si stupisce che dopo tre anni che non si vedevano non lo voglia confessare, Yemi dice che non gli servirebbe perché non è pentito, Eko dice aver fatto quel che poteva per sopravvivere e quindi non è un peccato, Yemi indossa la catenina con la croce che gli ricorda il giorno che i guerriglieri lo hanno preso e quel giorno è servito a salvarlo. Yemi gli chiede allora perché sia lì ed Eko dice che è lì per aiutarli, ha della merce da portare fuori dai confini e vorrebbe usare uno dei suoi voli umanitari, Yemi capisce che si tratta di droga, Eko di solito non tratta la droga e infatti la vogliono portare fuori dal paese perché non venga usata dalla loro gente, potrebbero avere così i soldi per i vaccini. Yemi sa che è l’avidità che lo ha portato lì, gli vorrà sempre bene ma non lo aiuterà.

Sull’isola: 10 novembre 2004

Kate sulla spiaggia taglia i capelli a Sawyer che è un po diffidente ma lo rassicura che in tanti gli vogliono bene. Hurley passa e lo saluta contento di rivederlo. Michael raggiunge Kate e le chiede se può andare lui a fare il turno al bunker al suo posto, per distrarsi e Kate acconsente, anche Michael è contento che Sawyer stia bene.

Charlie nella giungla vuole fare una sosta ma Mr Eko non accetta nemmeno l’acqua che Charlie gli offre, dice che è diventato un tossico per colpa di suo fratello e che all’inizio voleva farlo smettere, dice che era una brava persona e faceva il chierichetto, chiede di non essere giudicato anche se sapeva cosa c’era nella statuetta perché non ne faceva uso. Eko viene distratto da un paracadute che vede su di un albero davanti a se e lì sotto, tra le foglie, il corpo del suo amico con il dente d’oro, con l’abito da prete, ormai quasi decomposto. Eko prega davanti al corpo dicendo che quell’uomo gli ha salvato la vita, Charlie invece polemizza sul fatto che è logico che gli abbia salvato la vita visto quell’uomo decolla dalla Nigeria e loro sono nel mezzo pacifico del sud, raccoglie il bastone e si accorge che è inciso con sacre scritture allora chiede a Mr Eko se è un prete.

Flashback: Nigeria si suppone 2001

Eko con alcuni amici entra impaziente nella chiesa di Yemi mentre sta confessando, dicendo che non può aspettare. Yemi benedice i fedeli e li saluta. Eko chiede a Yemi se ha ripensato alla proposta di trasportare la droga con l’aereo della missione e vuole che lui e il suo amico diventino preti, gli farà firmare dei documenti per l’ordinazione, così lui avrà i soldi per i vaccini. Yemi vuole che Eko esca subito dalla chiesa per quello che intende fare, Eko lo convince che è l’unico modo per evitare che i suoi amici diano fuoco alla chiesa e uccidano della gente, Yemi sotto la minaccia prende il pezzo di carta e firma, Eko si fa dare anche le 300 statuette della Vergine Maria rimaste lasciandogli un bel po di soldi e dicendogli che sono entrambi peccatori ora. Yemi però sa che lui avrà il perdono di Dio mentre Eko no.

Sull’isola: 10 novembre 2004

Continuando a camminare nella giungla Charlie ad un certo punto dice ad Eko di essersi perso perchè ci era andato con il buio, seguiva Sayid e poi si è preso dei sassi in testa. Mr Eko dice a Charlie di salire sull’albero per vedere meglio, Charlie sa che se si rifiuta forse lo picchierebbe col bastone di Gesù visto che è macchiato si sangue, Eko molto deciso lo convince a salire. Quando Charlie è sopra l’albero improvvisamente il solito rumore attira l’attenzione di Mr Eko, il fumo nero si avvicina a lui facendo saltare qualche albero, Charlie dall’albero grida di correre ma Eko resta immobile faccia a faccia con il fumo nero che sembra fargli uno scanner e si sentono dei sussurri:
“Chi sei tu e perché sei qui?”
“Rapporto, rapporto!”
“Ho visto Charlie con lui”
“C’è Charlie”
“Va all’inferno”
“Continuamente”
“Lo cerca qui”
“Ancora niente”
“Adesso provaci da qui, okay”
“Questi sono i ruoli (o le regole) da accettare”
“Va all’inferno”
“Nove”
“Dove”
“Sette”
“Sta nascondendo qualcosa”
“Si sta nascondendo da me”
poi improvvisamente il fumo nero si ritira sempre sotto gli occhi increduli di Mr Eko e Charlie. Charlie scende dall’albero e chiede a Eko come mai non sia scappato, Eko non aveva paura ma Charlie è agitato e ha visto l’aereo a circa un chilometro di distanza, Eko si mette in cammino subito e Charlie lo segue.

Alla stazione Cigno Michael, prima controlla di essere solo, poi va al computer dove spera che suo figlio Walt inizi a scrivergli per comunicare. E finalmente inizia a vedere sul monitor:
Monitor: Papà?
Michael: Stai bene?
Monitor: Si. Sei solo?
Michael: Si.
Monitor: non posso parlare troppo. Torneranno presto…
Michael: Dove sei?
Monitor: Devi veni…
Jack arriva in quel momento e saluta Michael, nota che è solo nel bunker. Si premura di rassicurarlo sul fatto che nessuno ha dimenticato Walt e appena possibile lo andranno a cercare tutti, Michael non dice nulla di aver comunicato con suo figlio ma è visibilmente turbato, Jack lo lascia al turno del pulsante e le scritte sul monitor non ci sono già più.

Eko e Charlie arrivano al Beechcraft rovesciato nella giungla.

Flashback: Nigeria si suppone 2001

Un Beechcraft con i motori accesi sta per essere caricato con delle casse, da due preti, tra cui Mr Eko e degli uomini armati, quando si avvicina un furgoncino, scende Yemi molto arrabbiato e intenzionato a fermare Eko, Yemi non vuole che Eko salga su quell’aereo dice che gli ha salvato la vita e ora lui vuole salvare la sua, vuole confessarlo, Eko non lo vuole ascoltare ma in quel momento arriva un camion con dei soldati chiamati proprio Yemi, senza fare i nomi dice, gli uomini di Mr Eko iniziano a spare contro i soldati ma vengono feriti subito, Yemi si mette ad urlare basta ai soldati ma lo colpiscono in pieno petto, Eko lo regge disperato, il suo amico vestito da prete riesce a metterlo sull’aereo ma da una spinta a Mr Eko lasciandolo a terra, i soldati continuano a sparare e il Beechcraft decolla. I soldati raggiungo Eko che vestito da prete viene subito rispettato.

Sull’isola: 10 novembre 2004

Mr Eko entra nel Beechcraft rovesciato nella giungla, vede le casse che aveva caricato con l’amico, aperte, con le statuette della Madonna tra la paglia, riconosce la sua impronta con il sangue di suo fratello Yemi vicino al portellone e poco più in la il corpo di suo fratello che riconosce solo dalla catenina con la croce che portava al collo. Eko piange stringendo a se il corpo del fratello chiedendo perdono. Charlie lo raggiunge mentre Eko mette una madonnina tra le braccia del fratello, stacca il tubo del carburante e lo cosparge di benzina. Eko esce dall’aereo e dona una statuetta anche a Charlie per quella che gli ha rotto, Charlie la prende. Eko brucia l’aereo e indossa la catenina cominciando a pregare ad alta voce recitando il Salmo 23. Nel frattempo alla spiaggia Sun e Jin raggiungono Ana Lucia e si stringono la mano, le offrono un pesce, Hurley aiuta Libby nel farsi la capanna. Sawyer si guarda allo specchio il taglio di capelli che gli ha fatto Kate e Jack arriva con gli antibiotici per la sua spalla.
Charlie torna da Claire e la trova mentre sta buttando fuori la sua chitarra dalla loro capanna, è arrabbiata perchè le ha mentito, Charlie lo ammette e se ne dispiace ma Claire non lo vuole vicino a lei e a suo figlio, Charlie rassegnato si allontana con le sue valige.
La notte nella giungla Charlie nasconde la madonnina assieme alle altre nel suo nascondiglio segreto.

(autrice mondrian)

Rispondi