2.02 – Alla deriva – Adrift (Michael)

Episodio: 2×02
Titolo originale: Adrift
Scrittore: Leonard Dick & Steven Maeda
Regia: Stephan Williams
Episodio dedicato a: Michael

02042

Nel secondo episodio della seconda stagione, incentrata sul personaggio di Michael, vengono riproposti gli stessi eventi accaduti nella botola nel primo episodio, ma dal punto di vista di Locke e Kate e viene ripresa la situazione in alto mare sulla zattera, dove Walt è appena stato rapito da alcuni uomini arrivati con un barcone.

Sull’isola

Alla botola, Locke, non ricevendo alcuna risposta da Kate che è appena precipitata, assicura nuovamente il cavo e scende anche lui.

In mare, la zattera è distrutta e Sawyer recupera Michael, svenuto in acqua, riuscendo dopo alcuni tentativi a rianimarlo, ma rimanendo senza parole quando l’uomo chiede che fine abbia fatto il figlio. Jin invece sembra disperso in mare.

Di fronte alla ferma volontà del padre di cercare immediatamente suo figlio, Sawyer cerca di farlo desistere, visto che al momento non possono proprio fare nulla, anche se è convinto che la barca di quelle persone doveva essere partita dall’isola, e che quindi erano stati gli Altri a rapire Walt La Russeau aveva ragione dunque , ma avevano frainteso e protetto il bambino sbagliato…

Sawyer, sentendosi ingiustamente attaccato da Michael, visto che si è preso una pallottola nella spalla per proteggere Walt, scarica a sua volta la colpa su Michael e suo figlio per quanto successo. I due iniziano a litigare, finché l’arrivo di uno squalo che li attacca li costringere a riunire le forze. Sawyer consegna la pistola a Michael che deve proteggerlo mentre lui tenta di recuperare a nuoto un pezzo di zattera più solida, su cui poi si trasferiscono entrambi.

A questo punto i due continueranno a discutere sulla situazione, finché Michael zittisce Sawyer dicendogli che lui non può sapere cosa significa voler davvero bene a qualcuno.

FB

Michael, non ancora del tutto ristabilito dal suo incidente, riceve tramite il suo avvocato la richiesta di Susan di rinunciare alla paternità di Walt, così che il suo compagno possa adottarlo e insieme possano trasferirsi a Roma.

Michel decide di opporsi per vie legali anche se viene avvertito che questo gli costerà molto denaro e le possibilità di vittoria saranno scarse.

Sull’isola Alla botola Locke si è calato, dopodiché si leva le scarpe e chiama Kate a bassa voce per paura di essere localizzato. Proseguendo lungo il tunnel passa davanti a dei murales e uno strano logo, finché non trova Kate tramortita in una stanza piena di computer, ma non fa in tempo a soccorrerla che dietro di loro Desmond gli sta già puntando una pistola contro chiedendo a Locke se fosse lui…

Alla domanda, Locke risponde di si, anche se non ha idea di chi stia parlando Desmond, ma quando Locke non risponde ad una domanda password che Desmond gli pone, l’uomo si rimette sulla difensiva ed anche se Locke prova a raccontargli chi sono loro, l’uomo non gli crede ed intima a Kate di legare Locke. Questi, dicendo a Desmond che la donna è molto più pericolosa di lui, essendo una fuggitiva, lo convince a far legare lei, approfittando poi dell’occasione di nascondere un coltellino nei pantaloni di Kate, che poi viene rinchiusa in una stanza al buio.

FB

Susan incontra Michael senza la presenza degli avvocati e gli dice che è convinta che Michael possa vincere la causa, ma cerca di convincerlo che questo non rappresenterà il bene per loro figlio. Quindi gli porge i documenti di rinuncia alla paternità e gli chiede di rinunciare al figlio se davvero vuole il meglio per lui e per se stesso, visto che così potrà dedicarsi alla propria salute e recuperare la propria carriera.

Sull’isola

Alla botola, quando Kate riesce a liberarsi con l’aiuto del coltellino, capisce di essere bloccata dentro una stanza, ma subito si consola quando, con suo grande stupore, scopre che si tratta di una dispensa piena di cibo in scatola. Poco dopo trova una grata che conduce in un condotto di aerazione in cui si infila alla ricerca di una via di fuga.

Nel frattempo Locke spiega a Desmond come sono arrivati sull’isola, mentre Desmond rimane inizialmente stupito del solo fatto che il mondo sia ancora la fuori. Poi Desmond chiede a Locke in quanti sono e in quanti si sono ammalati, ma non crede a Locke quando questi gli risponde che stanno tutti bene e non c’è nessuna malattia. Quando anche Locke cerca di fare delle domande a Desmond parte uno strano beep e Des dice a Locke di avvicinarsi al computer e lo costringe ad inserire i numeri 4 8 15 16 23 42 e premere Execute; subito dopo un timer si riassesta sul numero 108.

Subito dopo si sente la voce di Jack che chiama Kate, Desmond controlla nel sistema di specchi e vuole sapere da Locke chi sia quest’uomo. Mente Locke gli risponde che è un dottore, Desmond si accorge però che Jack ha una pistola, così accende la musica a tutto volume e si prepara ad attenderlo. Kate nel frattempo vede dalla grata Jack, ma non può avvertirlo, a causa del volume altissimo della musica, che si sta avvicinando a Desmond.

FB

Michael incontra in un parco per l’ultima volta Walt, prima che sua madre lo porti via con sé a Roma. L’uomo non dice al bambino (di circa 2 anni) che lui è suo padre, ma gli regala un orsetto polare di peluche, dicendogli che anche se non si vedranno per molto tempo lui gli vorrà sempre bene e poco dopo guarda il figlio mentre si allontana con la madre.

Sull’isola

All’alba del giorno dopo, Sawyer e Micahel si svegliano ancora sulla zattera, ma si accorgano di essere nuovamente vicini all’isola. Appena arrivano a nuoto sulla riva, dalla vegetazione vedono arrivare correndo , legato con le mani dietro la schiena, e terrorizzato Jin che col poco inglese che sa grida loro “the others!!!!”

(autrice: Isi78)

Rispondi