Rose Henderson in Nadler

Donna di colore sulla cinquantina, nata il 21 novembre, proveniente dal Bronx, New York City.
Le note caratteristiche di questa donna sono la semplicità e il buon senso degli interventi in aiuto dei suoi amici, la fede e la positività incrollabili, la profonda dignità anche verso un destino di morte, e la protezione amorevole verso il marito nel nascondergli la mancata guarigione in Australia.
In una scena tagliata, della 2°, si saprà che aveva una figlia che però è morta.
Incontrerà in tarda età il futuro marito, Bernard un dentista; si conosceranno a New York, l’auto di Rose è impantanata nella neve, lui l’aiuterà a sbloccarla ma nella manovra lei urterà l’auto di lui, per farsi perdonare gli offrirà un caffè. Dopo solo 5 mesi, Bernard la porterà in un ristorante con vista su delle cascate e le dirà:

Bernard: “ci siamo trovati subito in sintonia, come se ci conoscessimo da una vita, ho sempre sognato di trovare qualcuno come te, ma avevo perso la speranza ormai, 5 mesi sono abbastanza, perché io l’ho capito dopo 5 minuti, Rose ti amo, vuoi sposarmi?”
Rose: “Bernard sto morendo…la malattia era regredita in questi ultimi 2 anni, ma adesso è tornata e questa volta non se ne andrà più via, il mio medico dice che mi resta un anno o poco più, forse”
B: “non hai risposto alla mia domanda”
R: “ne sei davvero sicuro?”
B: “ne sono sicuro”
R: “si”

Ma Bernard non accetterà passivamente l’ineluttabile notizia, con uno stratagemma porterà Rose in viaggio di nozze in Australia a Urulu, per farle incontrare il dottor Isaac nella speranza che la possa guarire miracolosamente, ma Issac le dirà che non può fare nulla per lei, le spiegherà che vi sono vari luoghi sulla terra in cui è concentrata una forte energia, uno di questi luoghi era lì dove si trovano, ma non era quello giusto per Rose.
Rose, accettando placidamente il suo destino, non vorrà dire a Bernard di non esser stata guarita, poiché vuole vivere il tempo che le resta il più tranquillamente possibile.
All’aeroporto di Sidney, per tornare a casa, Rose in sala d’attesa maneggerà nella propria borsa, le cadranno le sue pillole per il cancro, le raccoglierà e gliele porgerà Locke sulla sedia a rotelle. (2.19 – S.O.S.)

Sull’aereo Oceanic 815 Rose sederà nel posto 23D, sulla stessa fila di Jack, però nei sedili centrali a sinistra, vicino al corridoio; inizia la turbolenza, in ansia lei toccherà la fede che porta al collo dicendo che è del marito andato un attimo in bagno, nei voli la toglieva perché gli si gonfiavano le dita, Jack tenterà di rassicurarla. (1.01-02 – Pilot)

Sull’isola

Dopo lo schianto Rose si troverà distesa vicino al relitto dell’aereo, Jack correrà in suo soccorso rianimandola con una respirazione bocca a bocca, ci riuscirà.
Successivamente sarà distante dal gruppo silenziosa in meditazione dopo lo shock, Jack cercherà di parlarle per farla bere a sufficienza, invitandola all’esequie dei non sopravvissuti ma Rose sa che il marito non è morto, la sua fede incrollabile le darà ragione. (1.04 – La caccia – Walkabout)

Dirà che i rumori del “mostro” provenienti dalla giungla per lei hanno un suono familiare, nel Bronx se ne sentono di rumori del genere.
Donna attiva e pratica cercherà di rianimare Charlie dopo l’impiccagione e il rapimento di Claire, gli dirà “C’è una linea sottile tra la disperazione e la fede. È molto meglio stare dalla mia parte.” (1.12 – Il mistero della valigetta – Whatever the case may be)

Farà desistere Hurley dall’intento di far saltare la stazione Cigno, aiutandolo poi nel compito di catalogazione del cibo Dharma ivi contenuto, prenderà per se una barretta Apollo per Bernard, perché è un uomo goloso. (2.04 – Tutti odiano Hugo – Everybody Hates Hugo)

Finalmente potrà riabbracciarlo quando quelli della sezione di coda raggiungeranno i nostri sulla spiaggia. (2.08 – Ritrovarsi – Collision)

Bernard, uomo altrettanto pratico, tenterà di scrivere sulla sabbia un segnale d’aiuto per facilitare la loro locazione per gli eventuali soccorsi, ma Rose boicotterà l’azione, alla fine dovrà rivelare al marito che in Australia non era stata guarita ma da quando era sull’isola s’era resa conto che quello era il posto per lei, sentendo sparire il cancro dentro di se. Bernard desisterà nell’intento d’essere salvati.
Rose darà conforto anche a Locke quando sembrerà aver Lost la fede, perché loro due sanno cos’è quel luogo e quello che ha regalato ad entrambi. (2.19 – S.O.S.)

Sarà molto risentita che Bernard abbia dimenticato il suo compleanno, e il marito per rimediare cercherà ostriche per regalarle una perla.
Ma quando si tratterà di attivarsi per salvare la vita di tutti, Rose si metterà in salvo con il gruppo guidato da Jack e Bernard si offrirà come cecchino per distrarre gli Others in agguato alla spiaggia, non prima d’aver fatto ripetere più volte al marito che è solo un dentista e non Rambo. (3.21 – Greatest hits)

Ma la missione di depistaggio non va come secondo i piani e Rose inizia a preoccuparsi per le sorti del marito e alla frase fatta di Jack in tento a rassicurarli gli risponderà, da donna pratica e concreta qual è, che se gli sviolinerà il “Live together, die alone” gli darà un pugno sul naso; ma Hurley salverà la situazione con un’entrata in scena prorompente. (3.22-23 – Attraverso lo specchio – Through the looking glass)

4° Stagione

Sollevata dalla telefonata di Hurley, che avverte il gruppo alla torre radio che Sayid, Jin e Bernard stanno bene, Rose scherza con Claire che dovrà premiare degnamente e fisicamente Charlie per il suo eroismo e per aver permesso a Jack di fare quella telefonata che li salverà tutti.
Quando i due gruppi si riuniranno Rose e Bernard seguiranno Jack in spiaggia. (4.01 – L’inizio della fine – The beginning of the end).

Una settimana dopo Rose e Bernard stanchi dello strano comportamento di Charlotte e Daniel Faraday cercheranno di estorcergli delle chiare informazioni sulla loro strana missione di salvataggio ma la conversazione sarà interrotta dall’emergenza appendicite di Jack.
Rose preparerà il tavolo operatorio chiedendosi come mai Jack si sia ammalato visto che l’Isola di solito “guarisce” e non fa ammalare i suoi ospiti. (4.10 – Intervento imprevisto – Something nice back home)

Il giorno dopo Rose discute con altri sopravvissuti del telefono satellitare lanciatogli dall’elicottero. Il giorno successivo Rose assiste alla partenza del primo gruppo verso la nave sul gommone portato da lì a riva da Sayid. (4.12 – There’s no place like home (Part 1)).

Ma Rose non si distrae più e farà una ramanzina ad un maleducato Miles che mangia noccioline Dharma senza aver chiesto il permesso a nessuno, lo strano e arrogante individuo le risponderà con dichiarato ironico menefreghismo, ma la concreta donna le risponderà “ti terrò d’occhio tappetto!”. (4.13 – 4.14 – Casa dolce casa – There’s no place like home, parts 2 & 3)

Stagione 6

Rose lavora come responsabile di un’agenzia di collocamento.

Rose “Buongiorno, signor… Locke?” Locke “Si” Rose “Sono Rose Nadler, la responsabile. Cosa posso fare per lei?” Locke “Quello che può fare, signora Nadler, è risparmiarmi le domande su che tipo di animale sono e di trovarmi un lavoro, si spera” Rose “Certamente. Che tipo di impiego sta cercando?” Locke “Vedo che avete un posto vacante come coordinatore. Coordinatore di cantiere” Rose “Non credo sia una buona scelta…” Locke “Se il problema è l’esperienza, io…” Rose “Il problema non è l’esperienza” Locke “Senta, il signor Reyes mi ha detto che se fossi venuto qui, vi sareste occupati di me” Rose “E il signor Reyes è il mio capo e quindi, se ha detto così posso fare in modo che succeda. Se vuole lavorare nel settore edile sarà fatto” Locke “La ringrazio” Rose “Non ho finito. Io la manderò laggiù domani stesso e poi, dopodomani, lei sarà di nuovo nel mio ufficio. Senta, signor Locke. Proviamo ad essere un pò più realisti” Locke “E cosa ne sa lei dell’essere realisti?” Rose “Ho un cancro. Un cancro terminale” Locke “Mi dispiace” Rose “Quando i dottori me lo hanno comunicato… mi è stato davvero difficile accettarlo. Ma alla fine ho superato la fase di negazione, e sono tornata a vivere quello che mi restava. Quindi… che ne dice se le troviamo un lavoro… che può fare?” (6.04 – Il sostituto – The substitute)

Curiosità

Episodio 2.19 – S.O.S.: Rose parlando con Bernard indossa un anello, sembra raffigurare il Dharmacakra.

Siddharta fu un uomo che con le sue proprie forze, compì un’ascesi che lo condusse fino al divino, divenendo Buddha, e decise d’Insegnare la propria Dottrina (Dharma) agli uomini, monaci o laici che siano, la Via e il modo per giungere laddove lui stesso è giunto. Iniziò a predicare la sua dottrina, facendo girare la Ruota del Dharma, o Ruota della Dottrina o della Legge, in sanscrito DHARMACAKRA. La ruota è costituita dal mozzo, i raggi e il cerchio: il mozzo è “il motore immobile”, l’essenza primordiale della mente; i raggi sono l’Ottuplice Sentiero della pratica per il raggiungimento di essa; il cerchio simboleggia il mondo fenomenico e il suo eterno perpetuarsi sino a quando verrà sconfitta l’ignoranza considerata la radice della sofferenza.

La storia di Rose e Bernard è per certi versi autobiografica, durante le riprese l’attrice, che la interpreta, perde il marito affetto da tumore, gli autori in suo onore scriveranno la puntata S.O.S., e per la dignità e amore che l’attrice ha messo nel suo lavoro continuando a vivere e a regalarci questa profonda, vera e intensa storia d’amore.

(autrice: losttuttalavita)

Scroll Up