John Locke

Il più enigmatico e “miracoloso” personaggio dei nostri superstiti, l’unico che sembra non essere più Lost da quando è precipitato su quest’isola che gli ha fatto riacquistare l’uso delle gambe e gli sta facendo trovare la sua strada, forse la sua ragione di vita.
Si definisce “uomo di fede” perché ha guardato in faccia l’Isola e quello che ha visto è stato qualcosa di “bellissimo”, è quello che riesce più a leggere l’animo umano, quello che riesce a vedere il buono in tutti.

A suo modo si prende cura della comunità, abile cacciatore aiuta tutti a trovare la propria strada, infondendo fiducia a Jack ed investendolo del ruolo di leader, ascolta i timori e le paure di Claire mentre costruisce una culla per il nascituro, aiuta Boone e Shanon a recidere il perverso cordone ombelicale che li legava, aiuta Charlie nella disintossicazione dantogli la fiducia e la stima che non aveva mai avuto, è il custode del vissuto traumatico di Wuolt e cerca di creare il legame tra lui e il padre ritrovando Vincent, ma facendo ricadere il merito su Michael, in seguito recluterà Sawyer per liberarsi entrambi del fantasma di “Sawyer/Cooper” per non camminare più come storpi.

Molte delle sue azioni son comprese da pochi, Sayid non capirà perché Locke l’ha bastonato sulla testa per impedirgli la recezione di qualche segnale, Charlie non capirà perché John non crederà più alla sua disintossicazione dalla droga, Jack non capirà la sua ossessione per quel pulsante e il suo conto alla rovescia, Sayid non capirà perché Locke farà esplodere la stazione Fiamma e neanche perché scaraventerà Bakunin nella defence, Jack non capirà perché causare l’esplosione del sottomarino e non comprenderà il perché dell’omicidio di Naomi.

Gli unici che crederanno alle intuizioni di Locke saranno Rose, che anche lei “sa” cosa dona l’Isola (comunione d’intenti del bianco-nero), Eko, un’altra sua metà quella che complementa la bianca (il ricongiungersi di due parti mancanti, come quelle del filmato Orientation del Cigno, per avere una visione completa e più chiara delle cose che accadono), Walt , l’altra pedina del Backgammon, che percepirà le azioni di Locke ancor prima che accadano, Boone affascinato da questo grande guru che tutto sa, anche tra quanti secondi pioverà, Desmond anche se sul momento John non seppe rispondergli al “cosa dice un pupazzo di neve ad un altro pupazzo di neve?”, e successivamente Ben suo unico interlocutore sui misteri dell’isola e i suoi poteri, per finire Jacob che rivolgerà solo a lui il suo richiamo d’aiuto.

Uomo colto, pieno di curiosità per ogni aspetto della conoscenza, in primis i suoi compagni d’avventura, anche se si terrà sempre molto ai margini del gruppo per seguire la propria missione “scoprire l’isola con tutti i suoi misteri”, non crede alla pericolosità del fumo nero, avendo avuto un incontro ravvicinato lo ha visto come una luce bellissima, si fida dell’isola, fino al punto di farsi trascinare in un burrone dal fumo cigolante.

Durante le ricerche di Claire, rapita, Locke con il fedele Boone inizia a seguire altre tracce, arrivando a scoprire la prima Stazione Dharma, il Cigno, non riuscendo ad aprirla inizia a scavarci intorno, seguendo un sogno mistico vede la propria madre indicargli un aereo arancione che precipita sull’isola, con l’aiuto di Boone riesce ad arrivare ad un beechcraft nigeriano, ma preso da momentanea paralisi alle gambe manda lì su il ragazzo, alla ricerca del mistero che cela quel luogo, ma per il peso l’aereo cade e Boone ne resta gravemente ferito dentro.

Locke se lo carica in spalla per portarlo di corsa alle cure di Jack, per il rimorso va a battere i pugni disperato sulla botola “perché l’isola gli ha fatto questo, perché non gli indica più la via?”, di colpo l’oblò della stazione s’illumina di una luce fortissima.
Scoperto che la francese aveva della dinamite si fa portare alla Black Rock per prenderne qualche candelotto, nella speranza di aprire quel portellone. Fremente dal desiderio di scoprire che risposte c’erano lì dentro ci si precipita senza remore, scoprirà che vi vive un uomo, Desmond, da 3 anni, spesi a premere un pulsante ogni 108 minuti; lo scozzese trovati i suoi sostituti, mentre il pc viene colpito da un proiettile, e sembra irreparabile, fugge nella giungla.

Riparato il pc, da Sayid, sarà la nuova missione di Locke, fino a quando non arriverà nella sua botola uno strano omino con gli occhi a palla, che si sospetta sia uno degli Others, Hanry Gale conquista la fiducia di Locke e quando ne ha la possibilità non fugge ma instilla il dubbio in John che quel pulsante non serve a nulla e che è inutile premerlo.
HG fuggirà ed Eko e Locke andranno a cercarmo, ma questa volta sarà Eko a seguire una propria visione e costringerà Locke a tornare al punto dove si trovava il beechcraft.

Scopriranno una nuova Stazione Dharma, la Perla, qui troveranno una postazione d’osservazione di altre Stazioni, l’unica visibile è il Cigno, Locke si convince sempre più che sono solo dei soggetti da esperimenti scientifici e premere quel pulsante non significa nulla, invece Eko si persuade fermamente del contrario, dopo una lotta tra i due Locke ha la meglio e con l’aiuto di Desmond, che nel frattempo era ritornato dal suo peregrinare a vuoto, si chiudono dentro la stanza dei bottoni, Desmond si rende conto che per colpa di un suo ritardo nell’immettere i numeri nel pc l’aereo 815 è precipitato sull’isola, ma Locke distrugge il pc, Desmond per salvare tutti scende nei sotterranei e gira la chiave del fail safe.

John si rende conto che aveva torto!

Risvegliatosi nella foresta dopo l’implosione della botola viene colpito dal bastone di Eko, avendo perso la voce decide di trovare risposte in un’altra visione mistica, questa volta autoprocurata, ora Locke sa cosa fare, in primis salvare Eko in imminente pericolo di vita in una tana d’orso, poi andare alla ricerca di Jack, Kate e Sawyer rapiti dagli Others.

Salvato Eko, scompare nuovamente, lo ricercano fino a ritornare alla stazione Perla, qui Locke vedrà un uomo bendato e dopo aver seppellito Eko, ucciso nel frattempo dal fumo nero, troverà un suggerimento sulla strada da seguire sul bastone di Eko.
Preparatisi per la partenza rivedono riapparire Kate e Sawyer, fuggiti dagli Others, anche Kate è determinata a salvare Jack ma chiede aiuto anche alla francese, Locke e Sayid seguiranno le due donne andando tutti a nord, come diceva l’iscrizione sul bastone, s’imbatteranno inizialmente in una nuova stazione Dharma, la Fiamma, in cui vive un militare russo, Bakunin, che dice d’essere l’ultimo superstite della D.I.

John viene affascinato dal gioco degli scacchi visualizzato sul pc della stazione, inizia a giocare e scopre che digitando il 77 s’attiva un sistema anti intrusione “Ostili”, dopo poco la stazione esplode, proseguendo il cammino verso Otherville incontrano un sistema difensivo, Bakunin gli dice che è inattivo da anni, ma Locke non fidandosi ci scaraventa il russo dentro per vedere l’effetto che fa.

Scavalcata la barriera sonica arrivano al villaggio, Jack non sembra aver bisogno d’essere salvato e John non dubiterà della buona fede del dottore nello stringere le mani dei “nemici”.

Locke va da Ben gli da del fariseo e si fa dire dove è ormeggiato il sottomarino per farlo esplodere.
Ben decide di far incontrare Locke con l’uomo di Tallahassee, è Anthony Cooper suo padre, quello che gli aveva rubato un rene, Ben gli dice che potrà accedere alla conoscenza dei misteri dell’isola solo se si libererà dei fardelli e delle paure del passato, uccidendo suo padre.

Locke non riesce ad averne il coraggio, per superare l’empasse viene aiutato da Richard Alpert che gli da il fascicolo di un uomo che odia Cooper forse più di lui, James Ford, in arte “Sawyer”, Locke con l’inganno lo va a reclutare in spiaggia per uccidere Ben, James lo segue ma con il fermo intento di non commettere un altro omicidio, ma chiuso a forza nella stiva del brigantino Black Rock da solo dopo poco si rende conto di trovarsi faccia a faccia con l’artefice di tutti i suoi incubi, quello che aveva promesso di uccidere per tutta la vita, Sawyer strangola il vero Sawyer.

Locke ringrazia James e gli da una registrazione trafugata a Ben in cui si rivelano le collusioni di Juliet con gli Others e il loro piano di rapire le donne incinte del campo.
Ritornato con cadavere in spalla da Ben ora Locke pretende le sue risposte, Ben prima lo porta da Jacob, colui che tutto sa e tutto dirige, ma Locke nella capanna non vede nessuno, sente solo Ben che parla con se stesso, solo mentre sta per andare via sente un “aiutami”, Locke crederà che è stato Ben a dirlo, invece Benjamin, contrariato del non essere più il solo a sentire la voce di Jacob, porta Locke dove tutto è cominciato, una fossa piena di cadaveri della Dharma sterminati da Ben con la complicità degli Ostili per la ripresa totale del possesso dell’isola.

Ben intima a Locke di dirgli cosa gli ha riferito Jacob e gli spara lasciandolo morire nella fossa; mentre Locke sta per porre fine alla propria agonia, sparandosi, vede Wuolt, cresciuto di un bel po’, che dal ciglio della fossa gli intima di reagire perché ha un lavoro da fare.

Locke andrà alla torre radio per fermare Jack dal telefonare a quei sedicenti soccorsi, lancia un coltello nella schiena di Naomi per impedirlo ma non ha il coraggio di sparare a Jack per fermarlo.

Quarta stagione

I gruppi si ricongiungeranno e di nuovo Locke metterà tutti in guardia che quei soccorsi non sono quello che dicono di essere, una parte del gruppo seguirà Locke, un’altra Jack.
Locke con Ben, Danielle, Alex, Karl, Sawyer, Hurley, Claire si dirigeranno ad Otherville, per strada troveranno una paracadutata, Charlotte e la porteranno come ostaggio con loro.

Arriveranno successivamente anche Sayid, Kate e un altro paracadutato, Miles, Locke farà uno scambio, darà a Sayid Charlotte e terrà con se Miles.
L’uomo non vuole collaborare, e si scopre che è andato lì per estorcere denaro a Ben, che nel frattempo per riscattarsi dalla sua condizione di prigioniero rivela a Locke chi è a capo di questi nuovi arrivati e perché vuole impossessarsi dell’isola.

Locke per ottenere delle informazioni da Miles decide di passare alle maniere forti, lasciandolo a pensare con una granata in bocca, l’uomo rivelerà a tutti perché è lì e Ben dirà chi è la sua talpa sulla nave di questi nuovi arrivati.

Il passato

Figlio di Emily Annabeth Locke e Anthony Cooper, viene abbandonato dai suoi genitori alla nascita, cresce in diverse “case famiglia”. Ci parla di una famiglia in particolare, una madre, dei fratelli, probabilmente adottivi, con uno dei quali giocava a Mouse Trap, una sorella, Jeannie, morta quando era una ragazza, e una prozia di nome Bea Jones.

La madre, ricoverata più volte al Santa Rosa Hospital per problemi mentali, ricompare all’improvviso nella vita di John mentre è a lavoro, come dirigente in un grande negozio di giocattoli, dicendogli che è “speciale” e che non ha un padre, perché è frutto dell’immacolata concezione.

Locke incuriosito ingaggia un detective per sapere di più sui suoi genitori, va a trovare il padre, Anthony Cooper, che lo accetta amichevolmente, lo porta con se a caccia e ci trascorre piacevolmente del tempo.

Il giorno e all’orario di uno degli appuntamenti tra i due Cooper si fa trovare a casa mentre fa dialisi, Locke decide di donare un rene al padre, subito dopo l’operazione Cooper sparisce e non fa più accedere alla propria casa e vita Josh. Disperato per la doppia perdita, e per esser stato raggirato, finisce in terapia di gruppo per una forte depressione e per il controllo della rabbia, qui conosce Helen, che cercherà in tutti i modi di farlo reagire e di tagliare quel tardivo cordone ombelicale con quel padre truffatore.

John inizia una relazione con lei, continuando però ad andar di notte e giorno a posteggiarsi fuori la casa di Cooper, ad un certo punto Helen gli da un out out, o lei, e la vita che hanno davanti, o Cooper, e il legame sterile e doloroso con il passato, John sceglie Helen.

In questo periodo Locke fonda una compagnia di ispezione di immobili chiamata “Welcome Home” (tra i clienti vediamo la Nadia di Sayid).

Il giorno in cui John vuole fare la proposta di matrimonio ad Helen lei legge sul giornale il necrologio di Cooper, i due vanno al funerale, successivamente Locke viene contattato da Cooper, che ha inscenato il proprio decesso per fuggire da dei detrattori, e chiede a John di ritirare in banca dei soldi per la sua fuga, gliene darà una parte.

John,di nascosto dalla sua compagna, accetta e porta a termine la missione, ma alla fine, scoperto il tutto, nulla varrà farle la proposta di matrimonio lì in ginocchio, con l’anello in mano, nel parcheggio dell’hotel di Cooper; Helen lo lascerà per sempre.

Per ritrovare il suo equilibrio John va a vivere in una comune hippy, ma l’esperienza termina quando un poliziotto infiltrato, fatto accedere inconsapevolmente nella comunità da John, mette in manette i proprietari per coltivazione e spaccio di marijuana.

Rivediamo Locke in un altro profondo periodo di depressione interrotto da un ragazzo che gli chiede aiuto, la ricchissima madre sta per sposare Anthony Cooper e lui ha il sospetto che voglia truffarla.

John all’inizio rifiuta il coinvolgimento, ma quando saprà che il ragazzo è morto andrà a parlare con il padre cercando di convincerlo a lasciare quella donna e a sparire da lì, Cooper in risposta alle accuse spinge John attraverso la vetrata del palazzo giù per 8 piani.

Locke sopravvive miracolosamente allo schianto ma la sua colonna vertebrale è irrimediabilmente compromessa, da allora in poi dovrà vivere su una sedia a rotelle.
Lo ritroviamo a Thustin a lavorare come ispettore regionale in un’azienda produttrice di scatole di cartone (probabilmente di proprietà di Hurley), il suo capo Randy Nation lo deriderà per le sue velleità avventurose, ma John non desisterà nelle sue passioni, e nelle proprie ferie andrà a Sidney per partecipare ad un safari; ma all’agenzia in loco prima della partenza verrà rifiutato poiché non aveva specificato, nell’iscrizione al viaggio, essere un disabile. Si ritroverà impotente all’aeroporto di Sidney e venendo portato a braccio sul volo Oceanic 815, posto 24D.

John Locke, proveniente da una vita in cui la sua ingenuità buona fede e il suo credere nella bontà degli Others ha ridotto paralitico e spesso manipolato, trova nell’Isola una “Tabula rasa” e un nuovo riscatto in cui nessuno può dirgli cosa può o non può fare. Si voterà alla salvaguardia di questo luogo “speciale” e di chi la popola.

Non si sentirà più uno storpio e troverà la sua strada, proprio quando aveva ormai smesso di cercarla, arrivando persino ad “uccidere” tutto ciò che il fardello riguardante il suo passato gli aveva impedito di vivere.

Curiosità

John Locke (1632-1704), filosofo inglese ipotizzò lo “Stato di Natura”, in cui le persone avrebbero potuto vivere senza leggi e senza governi, sviluppò il concetto di “Tabula rasa”. È anche citato in Bad Twin, manoscritto che vediamo leggere a Sawyer, in un passo in cui sostiene che

“Il miglior scopo per la ragione umana è la ricerca, amorevole e perenne, di una vera e durevole felicità”.

Locke bambino – Charles Henry Wyson

Locke ragazzo – Caleb Steinmeyer

A cura di: losttuttalavita
Fonte foto: lost-media.com
Scroll Up