Tidelands

Ne avevamo veramente bisogno di questa serie australiana sui discendenti delle sirene? Secondo me no, ma a voi l’ardua sentenza.

Una ex criminale di nome Cal uscita appena di prigione torna a casa nel piccolo villaggio di pescatori di Orphelin Bay.
Qui il fratello con la sua barca trasporta nella notte gli affari loschi della malavita locale, perchè con la sola pesca tutti non riescono più a sbarcare il lunario. La madre si è comprata un locale e lei il padre ha lasciato una busta di soldi ma Cal decide che l’unico modo per avere successo è unirsi all’attività losca del fratello.

Quando il corpo di un pescatore locale viene ritrovato morto a riva, Cal decide di scoprire i segreti della città mentre indaga sui suoi strani abitanti; pare che alcuni di loro appartengono ad una nota tribù di pericolose donne metà sirene e metà umane, chiamata “Tidelanders”.

La prima stagione è di 8 puntate da 42 minuti ognuna.

Questa è la prima serie televisiva australiana prodotta da Netflix.
Insipido e noioso.

Rating: ★★★★★¾☆☆☆☆ 

Ideatore: Stephen M. Irwin, Leigh McGrath
Regista: Catriona McKenzie

Cast

Charlotte Best: Cal McTeer
Aaron Jakubenko: Augie McTeer
Peter O’Brien: Bill Sentelle
Madeleine Madden: Violca
Mattias Inwood: Corey Welch
Elsa Pataky: Adrielle Cuthbert
Marco Pigossi: Dylan
Dalip Sondhi: Lamar Cloutier
Jet Tranter: Leandra
Anno: 2018

Rispondi