In The Flesh

Inquietantissima serie inglese considerata un cult per l’originalità e le tematiche attuali, anche se apparentemente si parla di zombie.

Come in True blood i vampiri, grazie a questa nuova bevanda sintetica, possono coesistere con gli umani anche In the flesh i zombie possono reintegrarsi nella società grazie ad un vaccino giornaliero che gli ricostituisce le connessioni neurali.

Per il polically correct le istituzioni trovano per loro il termine di portatori di PDS cioè Sindrome dei Parzialmente Deceduti.
Prima di uscire dal centro di riabilitazione e rientrare nella società i PDS vengono dotati di lentine colorate e un denso fondotinta per coprire le loro reali fattezze e non “disturbare” alla loro vista gli umani.

Il nostro protagonista è il diciassettenne Kieren Walker, mosto suicida per amore, dopo aver saputo che il suo ragazzo era morto in Afghanistan.

Ma quello non è l’unico ricordo che tormenta ancora Kieren, bensì quello più recente della sua ultima vittima mentre era uno zombie, una ragazza che faceva la spesa in un supermercato attaccata da Kieren, e la sua zombie compagna di “merende”, viene uccisa e a cui mangiano il cervello in quella corsia di supermercato.

Un’altra che non dimenticherà mai quella scena è Jem, la sorella di Kieren, che durante l’ascesa e gli attacchi zombie si arruolò nella HVF, un corpo armato di paesani che cercavano di proteggersi e uccidere il maggior numero di zombie possibile. Jem vide tutto e non uccise Kieren, ma al suo ritorno a casa non riesce a tollerare la sua vista. Perchè lei non dimentica e così tutti i paesani sopravvissuti che continuano ad odiare tutta la razza anche se ora sono inoffensivi.

L’odio implacabile, fomentato ancor più dal parroco del villaggio e da tutti quelli dell’HVF, che hanno perso uno scopo e un senso se non c’è più una guerra in atto, porterà altro dolore tra gli innocenti.

Una critica sociale e umana sulla paura del “diverso” da se.

Questa serie lascia un segno indelebile in the flesh.

Due stagioni in tutto, la prima da 3 episodi la seconda da 6, ogni puntata è di 56 minuti.

Rating: ★★★★★★¾☆☆☆ 

Ideatore: Dominic Mitchell

Cast

Luke Newberry: Kieren Walker
Emily Bevan: Amy Dyer
Harriet Cains: Jem Walker
David Walmsley: Rick Macey
Steve Evets: Bill Macey
Emmett Scanlan: Simon Monroe
Wunmi Mosaku: Maxine Martin
Kenneth Cranham: Oddie
Kevin Sutton: Gary Kendal
Stephen Thompson: Philip Wilson
Anno: 2013-2014

Rispondi