Le Lost recensioni – 4.12 – There’s no place like home (Part 1) (losttuttalavita)

Prima parte di questa triplice puntata finale della 4° serie, cosa è accaduto ed accadrà ai nostri Losties?
Ce lo raccontano i nostri Amici.
Ecco a voi la Mia recensione a caldo

Menomale che c’è Ben che ha Sempre un piano!

C’è qualcuno sulla nave che l’ha imbottita di esplosivo, non sembra apparentemente essere Giuda.

Futuro appena usciti dall’isola, la Oceanic continua a dire che l’aereo è arrivato nella fossa oceanica nella Sunda nell’oceano indiano.

Sun, come avevo intuito il giorno del parto, non è in ottimi rapporti con la sua famiglia, la tigre s’è comprata mezza azienda del padre perchè lui odiava Jin e per colpa sua erano su quell’aereo
al padre quasi gli è preso un infarto

Jack al funerale del padre scopre dalla madre di Claire, (assurdo che sia uscita così dal coma ci facevano più figura se ci mandavano la zia, nonostante il suo odio per Christian) che Claire era sua sorella, ci resta scioccato e guarda Kate ed Aaron che erano lì per l’occasione.

Hurley riceve la camaro rimessa in ordine dal padre ma sul display ci sono i numeri maledetti, Hurley scappa a gambe levate

Sayid riincontra Nadia, e si frequentano tutti allegramente, i genitori di Hurley gli fanno una festa di compleanno in stile Hawaiano

Kate non viene accolta da nessuno all’aeroporto.

Sull’isola tutti vanno alla stazione Orchidea, da lì si sposta l’isola.

Faraday già sapeva del 2° protocollo e dice che devono tutti scappare dall’isola, infatti traghetta una prima parte di superstiti sulla nave, tra cui Sun e Jin.

Jack segue il segnale e Sawyer decide di farsi ammazzare con lui trovano Lapidus ammanettato all’elicottero. e Sawyer dice che deve andare all’Orchidea per salvare Hurley

Kate e Sayid che seguivano le tracce di Jack e Sawyer invece son intercettati da Richard Alpbert e tutto il gruppo degli Others che poi se li portano con se.

Ben dice a Locke che deve andare lui a spostare l’isola…con molta cautela
Locke gli chiede come farà a distrarre i mercenari già lì e Ben molto offeso gli dirà: John già te l’ho detto Io ho sempre un piano!

Per me la frase mitica della puntata è:
Jack che fa il suo discorso agli Oceanic six sull’aereo prima di approdare in terra “amica” “fate finta che siete sotto shock”
e Sun gli risponde “Noi siamo sotto shock!”

Una cosa m’ha colpito, mentre litigano Sawyer e Jack e il primo lo accusa di essere un disco rotto ecc gli dice che è un “Deja-vu” e se fosse attinente a tutta la storia di Desmond?

E Faraday come faceva ad avere già il disegno della stazione Orchidea, che nemmeno Juliet questa volta conosceva? e il piano del protocollo B che era sigillato in una cassaforte e che non conosceva nemmeno il Capitano?

Però se Faraday sapesse perchè portare tutto un gruppo su una nave carica di C-4?

Corsi e ricorsi “stolti” o stanno vivendo tutto un Deja-vu?

Sull’elettromagnetismo: Casimir effect

Comunque volevo dire una cosa semplicissima, forse sarò un pò “di parte” ma questo tf è fighissssssssssssssssssimooooooooooooooooooooooooooo

è intriso d’ironia, specialmente su se stessi e sui propri personaggi, uno sconvolgere di volta in volta il ruolo buono-cattivo, eroe-antieroe, geni-ottusi, il tutto….con molta “cautela”

ma cosa vogliamo di più dalla vita?

il ritmo è serratissimo, le risposte ne fioccano molte e subito, cosa che ci siam sognati per 3 serie.

ed anche se si sconfina fuori tempo, fuori spazio, fuori rotta a me questo viaggio piace moltissimo

Rispondi